Netflix

Diablo e Overwatch: Netflix produce gli anime, cosa aspettarsi?

Gli universi di Diablo ed Overwatch stanno per trasformarsi in serie animate: cosa potremmo aspettarci dalle due produzioni?

anteprima Diablo e Overwatch: Netflix produce gli anime, cosa aspettarsi?
Articolo a cura di

È stato sufficiente un fugace avvistamento per scatenare entusiasmo e curiosità tra gli appassionati: Overwatch e Diablo stanno per trasformarsi in serie animate? Questo è ciò che ha lasciato intendere il profilo Linkedin di Nick van Dyk, ex Presidente della divisione di Activision Blizzard dedicata a film e TV. Un'esperienza professionale protrattasi per oltre cinque anni e conclusasi di recente, nel corso del dicembre 2019. Sotto la sua guida hanno preso vita diversi progetti, tra cui la serie animata Skylanders Academy. A quanto pare, però, gli anni di onorato servizio di van Dyk potrebbero aver condotto anche ad ulteriori traguardi, ancora non annunciati ufficialmente da Activision Blizzard Studios.

Aspettando Overwatch 2: l'IP diventa una serie animata

A metà febbraio, una dicitura apparsa sul profilo LinkedIn dell'ex Presidente del team recitava: "In associazione col mio partner creativo, ho sviluppato e venduto una serie animata basata sul franchise Overwatch di Blizzard". Una semplice e sintetica frase, che è stata però sufficiente ad attirare l'attenzione dei fan dell'hero shooter sparsi per l'intero globo. Il motivo è molto semplice: ad oggi, non si è registrato alcun annuncio ufficiale da parte di Activision Blizzard in merito ad un simile progetto. L'enunciato, ora non più presente sul profilo di Nick van Dyk, ne rappresenterebbe dunque una conferma indiretta. Ma cosa ci si potrebbe attendere da una simile produzione?

In Overwatch non è certamente la componente narrativa ad occupare il centro della scena, eppure, l'idea di una serie animata ispirata all'IP risulta quanto mai affascinate. Nel corso degli anni, infatti, i ragazzi di Blizzard hanno saputo egregiamente strutturare attorno ai carismatici personaggi del titolo un universo vivo e vibrante. Con la pubblicazione di una selezione di fumetti e corti realizzati in CG, la software house ha donato a Winston, Mercy, Tracer Widowmaker e ai molti altri protagonisti del gioco un background intrigante e ricco di potenziale, che potrebbe tranquillamente essere sfruttato come base di partenza per una trasposizione animata.

Tra rivolte robotiche, organizzazione terroristiche, colonie lunari, intrighi internazionali, tradimenti, amicizie e colpi di scena, la storia di Overwatch, organizzazione nata sotto l'egida delle Nazioni Unite e composta da individui dalle abilità eccezionali, sembra la candidata ideale per essere la protagonista di un progetto organico firmato da Activison Blizzard Studios. Presentare in maniera facilmente fruibile l'intero universo narrativo sviluppatosi attorno allo shooter online potrebbe del resto rappresentare un'ottima mossa in vista del futuro lancio di Overwatch 2.


Il sequel, presentato in occasione della BlizzCon 2019, vuole infatti puntare sull'aspetto narrativo in maniera più marcata rispetto al suo predecessore, con missioni storia corredate da filmati d'apertura e chiusura. Convocati da Winston, molti degli ex membri di Overwatch sembrano ora essere pronti a sfidare l'Atto di Petras, decisione con la quale la comunità internazionale aveva sancito la chiusura del programma, a seguito dell'emergere di dissidi e di gravi scandali in seno all'organizzazione.

"Winston ha premuto il bottone e chiamato gli agenti di Overwatch affinché combattano contro le minacce che il mondo si trova ad affrontare. - ha illustrato il team di sviluppo in seguito all'annuncio di Overwatch 2 - Ora sappiamo che alcuni degli eroi hanno risposto, ma cosa faranno? Come reagirà il mondo al loro arrivo? È Overwatch la soluzione di cui ha bisogno il pianeta? Questa è la direzione che prenderà la storia". In quest'ottica, una serie animata in grado di riassumere gli eventi già noti, mantenendo lo standard qualitativo messo in campo dai corti Blizzard, sarebbe più che benvenuta.

Diablo si fa anime: il Diavolo sbarca su Netflix

Ebbene, se già la prospettiva di una serie animata dedicata ad Overwatch appare interessante, sappiate che sembra esserci anche altro a bollire nella famigerata pentola. Sul profilo LinkedIn di Nick van Dyk risultava infatti presente anche una seconda dicitura: "Produttore Esecutivo di Diablo, un adattamento TV dell'IP di Blizzard Entertainment resa in stile anime. Lo show è attualmente in pre-produzione per una distribuzione globale tramite Netflix". Insomma, sembra proprio che il demoniaco universo della serie sia destinato ad approdare nel catalogo del colosso dello streaming.

Non è la prima volta che si discute di una possibile serie animata dedicata all'iconica saga Blizzard. Già nel settembre 2018, Andrew Cosby, sceneggiatore del reboot cinematografico di Hellboy approdato nelle sale nel 2019, si era lasciato sfuggire alcuni indizi in merito ad un accordo per portare Diablo su Netflix. In questo quadro, lo stesso Crosby si sarebbe dovuto occupare di scriverne lo script e supervisionarne la realizzazione. Nel marzo dello scorso anno, ad infiammare ulteriormente le infernali fiamme dell'hype, hanno infine contribuito due ulteriori avvistamenti: la registrazione da parte di Blizzard Entertainment di un copyright legato a Diablo ed alla produzione di contenuti cinematografici on demand ispirati ai videogame; e nuove dichiarazioni di Crosby, che affermava di essere al lavoro su di un "progetto super segreto".

Considerato che la serie animata dovrebbe attualmente trovarsi in fase di pre-produzione, le tempistiche sembrerebbero poter coincidere con un effettivo coinvolgimento di Crosby nella realizzazione della nuova opera targata Netflix. Nessun indizio è però giunto in merito alle caratteristiche ed alla natura della produzione animata. Dal 1996, anno che vide il primo Diablo debuttare sul mercato videoludico PC, ad oggi, l'universo narrativo correlato all'IP si è espanso a dismisura, dando vita ad una vera e propria mitologia dalle tinte scarlatte, impregnata di violenze, tradimenti, poteri arcani ed un confronto senza tempo tra luce ed oscurità.


Nel prossimo futuro, due ulteriori tasselli andranno ad aggiungersi a questo cupo mosaico: Diablo Immortal e Diablo IV. Il primo, titolo destinato esclusivamente a dispositivi mobile, andrà a colmare il varco narrativo che separa l'epilogo di Diablo II dalle vicende narrate in Diablo III. Il secondo offrirà invece alla community videoludica la possibilità di avventurarsi ancora una volta nel mondo di Sanctuarium, per scoprire inediti esiti dello scontro tra Demoni ed Angeli.

Sulla trama di questo nuovo capitolo non si hanno ad ora molti dettagli, ma un'importante informazione è già stata svelata dal trailer di annuncio di Diablo IV: Lilith, creatrice di Sanctuary, è pronta ad uno spettacolare rientro in scena. E se per preparare a dovere il pubblico in vista del quarto capitolo della saga Blizzard avesse intenzione di dedicare un'intera serie animata proprio all'intricata storia di Lilith?

Diablo (anime) Ad oggi, sul profilo Linkedin di Nick van Dyk non è più presente alcun riferimento a serie animate dedicate ad Overwatch e Diablo. Per scoprire qualcosa in più sulle produzioni non resta dunque che attendere conferme ufficiali da parte di Activision e Blizzard. Tuttavia, vogliamo provare ad essere ottimisti. Del resto, sia Overwatch 2 sia Diablo 4 sono attualmente privi di una finestra di uscita. Delle serie animate dedicate ai due universi e supportate da un elevato tenore qualitativo potrebbero dunque rappresentare il giusto antipasto per alleviare l'attesa in vista della pubblicazione di queste nuove creature videoludiche.