Lupin III The First: il ladro gentiluomo per la prima volta in 3DCG

Il nuovo trailer dedicato a Lupin III THE FIRST ha presentato al pubblico tutti i personaggi storici sotto una nuova veste grafica.

anteprima Lupin III The First: il ladro gentiluomo per la prima volta in 3DCG
Articolo a cura di

Lupin III, l'intramontabile ladro gentiluomo creato dal genio creativo del compianto Monkey Punch ormai più di cinquant'anni fa, continua a rimanere ancora oggi sulla cresta dell'onda grazie alla moltitudine di prodotti multimediali e crossmediali a lui dedicati. Da poche ore è stato oltretutto annunciato un nuovo lungometraggio animato dal titolo Lupin III THE FIRST, di cui ancora non si conoscono però i dettagli della trama.
A catalizzare comunque l'attenzione di tutti i fan ci ha pensato sicuramente il lato tecnico, dato che il film sarà completamente realizzato in computer grafica, una vera e propria novità per il brand.

Chi lo sa che faccia ha?

Il breve trailer, pubblicato di recente, mostra nei primi secondi un disegno di Monkey Punch con la data di pubblicazione originale del manga (il 1967), presentando poi una rapida carrellata di varie incarnazioni del protagonista, tra cui quella presente nello storico lungometraggio Il Castello di Cagliostro diretto da Hayao Miyazaki.

Dopo i primi secondi all'insegna della nostalgia più sfrenata, vediamo Lupin (con indosso la sua iconica giacca rossa e un vecchio cilindro), appoggiarsi su un fianco mediante un bastone da passeggio, chiaro rimando al primo, storico, Arsenio Lupin da cui il protagonista discende e a cui lo stesso titolo sembra rimandare vistosamente.

Dopo un attimo di silenzio, il viso di Lupin (ottimamente ricreato in CGI) osserva lo spettatore in contemporanea con l'inizio del main theme della serie. Nei primi venti secondi viene così fatto notare, attraverso l'utilizzo di grandi caratteri, la tecnica d'animazione adottata per questa nuova incarnazione di Lupin, cioè la grafica computerizzata, una piacevole sorpresa in grado di portare probabilmente una ventata di aria fresca all'intero progetto.

Il trailer entra poi nel vivo presentando sia l'iconico protagonista che i suoi fidati compagni di avventure, cioè il pistolero Jigen, il samurai Goemon e la femme fatale Fujiko, inseguiti dall'immancabile (e instancabile) ispettore Zenigata, da sempre acerrimo rivale del ladro gentiluomo e la sua banda.
Nella parte finale possiamo poi vedere alcune brevi anticipazioni della nuova avventura, che sembra puntare molto anche sulla varietà di situazioni, spaziando da combattimenti a bordo di aereoplani fino a rocambolesche fughe al cardiopalma da templi pericolanti.

A Lupin, il mio cuore darò

Il trailer analizzato è sicuramente molto importante anche a livello storico dato che, di fatto, ha mostrato per la prima volta ai fan di tutto il mondo Lupin - e tutti gli altri personaggi più famosi - in una veste grafica completamente rinnovata e inedita.
Se è vero che sempre più spesso (soprattutto negli ultimi anni) molti studi di sviluppo hanno deciso di utilizzare la computer grafica per risparmiare sui costi di produzione (andando però a minare quasi sempre la qualità finale dell'opera), in questo caso il pericolo sembra fortunatamente scongiurato.

La CGI mostrata nel trailer presenta infatti una qualità elevata, grazie anche a uno stile cartoonesco in grado di valorizzare al meglio tutti i personaggi; puntare al fotorealismo, per quanto interessante, avrebbe forse snaturato eccessivamente l'intero brand.
I modelli dei personaggi risultano ricchi di particolari e ben realizzati praticamente sotto ogni aspetto; ottime poi le espressioni facciali, con Lupin capace fin da subito di catturare l'attenzione dello spettatore grazie al suo sorriso sornione e alla sua sfrontatezza.

Le stesse animazioni risultano molto fluide e credibili, partendo dai piccoli gesti (come il movimento delle dita attuato da Lupin per spostare il quadrante del suo orologio da polso) fino ad arrivare ad azioni più plateali come il lanciarsi da un palazzo all'altro. Notevole anche la cura con cui sono stati ricreati numerosi particolari, come la sigaretta storta di Jigen o la lucentezza delle varie superfici, come ad esempio il metallo.
A colpire in positivo è anche la fisica degli oggetti; lo spostamento dei capelli di Goemon per via del vento, così come il rinculo dell'arma impugnata da Fujiko non possono che rimarcare la grande cura con cui l'intero progetto è stato concepito e realizzato.

Lupin III The First Lupin III THE FIRST ha tutte le carte in regola per entrare nella storia dei film d'animazione del franchise, anche grazie a un comparto tecnico di tutto rispetto capace di rinnovare e svecchiare la figura di Lupin (e della sua banda) senza però tradire il materiale di partenza. Attendiamo fiduciosi l'uscita del lungometraggio con la speranza di tornare a emozionarci ancora una volta seguendo le avventure di uno dei ladri più famosi di sempre.