Ni No Kuni: il film della serie, tra videogiochi e Studio Ghibli

Recentemente è stato divulgato il trailer della pellicola di Ni No Kuni. Cerchiamo di scoprire che cosa potremmo aspettarci da questo atteso film.

anteprima Ni No Kuni: il film della serie, tra videogiochi e Studio Ghibli
Articolo a cura di

Era il 2010 quando sulle console Nintendo DS approdò per la prima volta, solo in territorio giapponese, Ni No Kuni. Il successo avvenne anni dopo, quando venne realizzata una versione per Playstation 3, che permise al prodotto di essere apprezzato in tutto il mondo. Per la prima volta i videogiocatori di tutto il mondo hanno potuto vivere le avventure del piccolo Oliver che, dopo aver perso la madre, versa lacrime su una bambola che prende vita. Il bambino viene catapultato in un mondo fantasy, che dovrà salvare da una fine imminente. Il videogioco ha riscosso un enorme successo anche perché è nato dall'unione di Level-5 e dello Studio Ghibli. A seguito del successo delle avventure di Ni No Kuni, nel 2018 è stato pubblicato un sequel, a cui, però, non ha collaborato la Ghibli; ciononostante, il prodotto è riuscito comunque a conquistare i fan.

Visto il grande successo riscosso dai videogiochi, lo studio OLM ha realizzato un film, la cui uscita è prevista per quest'estate. Secondo alcune fonti, l'idea di un lungometraggio su Ni No Kuni era in lavorazione da più di 10 anni; negli ultimi mesi siamo stati stuzzicati da una serie di succulenti notizie riguardo la pellicola imminente, ma solo nella giornata di ieri abbiamo avuto modo di vedere un primo trailer.

Un altro mondo

Al momento non si hanno ancora molte informazioni riguardo il lungometraggio. Possiamo dire, però, che la pellicola è realizzata dallo studio d'animazione OLM, lo stesso dietro Pokémon, e che verrà distribuita, almeno in Giappone, da Warner Bros. La pellicola, come annunciato nei mesi precedenti, non sarà la trasposizione di nessuno dei due capitoli per console, ma racconterà una storia inedita. Nella giornata di ieri è stato divulgato un primo spettacolare trailer del film, che ci ha permesso di avere un assaggio di quello che potremmo aspettarci.

La sceneggiatura ruota attorno a tre protagonisti: gli studenti ed inseparabili amici Yuu, Haru e Kotona. Grazie alle notizie riguardo i vari personaggi del film, possiamo già farci un'idea di essi. Yuu è uno degli studenti più promettenti della sua classe, e, come è possibile vedere anche nel trailer, è costretto su una sedia a rotelle; inoltre, sembra provare dei sentimenti per la sua migliore amica Kotona. Haru è uno dei giocatori di basket più promettenti e popolari della scuola, ed anche lui è innamorato di Kotona; Kotona, invece, è una ragazza innocente, che per ora sembra essere il fulcro romantico dell'azione. Dal trailer possiamo capire come le loro vite siano destinate a cambiare a seguito di un incidente scampato.

Non sono ben chiare le dinamiche, ma, molto probabilmente, dopo aver completato le lezioni, il trio fa ritorno a casa, quando Kotona perde i sensi nel mezzo di una strada trafficata; Haru la solleva per portarla via da lì, ma un camion li sta per travolgere. Giunge in loro soccorso Yuu, il quale sacrifica la sedia a rotelle per salvare gli amici. Improvvisamente, i due vengono teletrasportati in un mondo fantasy, chiamato Ni No Kuni, ma della ragazza non vi è traccia. Possiamo dire che il regno in cui i due protagonisti si trovano è quello di Evermore (lo stesso che appare in Ni No Kuni 2).

I due sono notevolmente diversi: oltre ad avere delle vesti in armonia con il mondo in cui si trovano, Yuu è in grado di camminare. Ovviamente, tutti questi avvenimenti confondono gli eroi, i quali vengono arrestati e portati al cospetto del re, ma non è ben chiaro il motivo della loro cattura. A corte fanno una sconcertante scoperta: la principessa del regno è identica a Kotona. Quando, però, una misteriosa figura pugnala la Kotona nel mondo reale, avvelenandola, anche la controparte fantasy si ammala gravemente. Yuu e Haru dovranno viaggiare da un mondo all'altro, e dovranno mettere da parte i loro sentimenti, per scoprire cosa è successo alla loro amica, e salvare un regno che potrebbe essere prossimo alla fine.

Uno staff d'eccellenza

Sebbene il trailer abbia una durata di solo 1 minuto, è ricco di interessanti informazioni su quello che potrebbe essere il prodotto finale. Oltre all'introduzione dei tre protagonisti, vengono mostrati anche alcuni dei personaggi già annunciati in precedenza.

Tra questi, infatti, abbiamo intravisto Danpo, un piccolo animaletto che è l'assistente della principessa di Evermore, e che molto probabilmente si schiererà al fianco dei nostri protagonisti per salvarla. Inoltre appare, anche se solo per qualche frame, Balton, il comandante delle guardie di Evermore, ma al momento non possiamo dire esattamente quale sarà il suo ruolo nel corso degli eventi. Sebbene non siano presenti nel trailer, nella pellicola ci sarà spazio anche per altri personaggi: Yoki, un mago e primo ministro del regno, che ha la piena fiducia del re; Gabaras, il capitano del Black Flag Army, che cerca di conquistare Evermore; Saki, amica d'infanzia di Yuu ed Haru, che si è sempre comportata come una sorella maggiore, prendendosi cura di loro; e la sua controparte nel mondo Ni No Kuni, Velsa, che è la guardia che ha il compito di difendere la principessa, e che molto probabilmente potrebbe essere un valido supporto per l'impresa che i due eroi devono portare a termine.

Nonostante le varie informazioni a nostra disposizione, però, è difficile dire esattamente come potrebbero svolgersi le vicende. Molto probabilmente, gli eventi della pellicola si svolgeranno dopo le avventure di Ni No Kuni 2: mentre nel videogioco del 2018 di Level-5 il protagonista (Evan Pettiwhisker Felix) doveva fondare una nazione, nominata Evermore, nel lungometraggio il regno è già sorto e florido, e sembrano essere passati diversi anni dalla sua nascita; non neghiamo che è forte il desiderio di assistere a qualche citazione o rimando al videogioco, anche se è una storia nuova. Inoltre, dal breve video, sembra che i nostri protagonisti arriveranno a scontrarsi tra di loro, mettendo in mostra i propri sentimenti per la loro amica, ma dovranno accantonare i loro rancori pur di salvare l'amata.

Non è da escludere che Yuu prenda la dura decisione di restare nel mondo fantasy, assieme alla principessa: il ragazzo sembra aver sempre represso i suoi sentimenti nei confronti dell'amica, forse a causa della sua disabilità, ma il nuovo mondo potrebbe essere ideale per lui, poiché riesce a camminare e potrebbe continuare a vivere al fianco della principessa; questo pensiero è sorto a seguito di una scena in cui Yuu e la principessa sono su un balcone, di notte, a parlare, e l'espressione dello studente è molto serena, come se si sentisse a proprio agio nel mondo fantasy.

Indubbiamente, quello che ci ha particolarmente colpiti del trailer di Ni No Kuni è il comparto tecnico. Come abbiamo detto il primo titolo è nato dalla collaborazione della software house Level-5 e dallo Studio Ghibli, ed è possibile riconoscere l'inconfondibile stile dello studio d'animazione di Miyazaki, sebbene non abbia partecipato al secondo capitolo.

Il film, nonostante non sia realizzato dallo Studio Ghibli, ne ricalca notevolmente lo stile artistico, cercando di offrire una sorta di continuità con l'opera originale. Di fatti, ad una prima occhiata sono innegabili le somiglianze con alcuni dei lavori più noti dello studio d'animazione, e in un primo momento si potrebbe anche pensare che sia un lavoro secondario svolto proprio dallo studio stesso. Questa somiglianza con le opere della compagnia di Miyazaki e Takahata la si nota soprattutto nel character design, il quale si accosta di molto al tratto tipico delle pellicole Ghibli, anche se lo stile non raggiunge mai gli alti livelli a cui siamo abituati.

Per quel poco che abbiamo potuto vedere, possiamo dire, però, che l'immagine è pulita e alcune inquadrature sembrano molto suggestive, anche se è presente un impercettibile disegno digitale. I fan che hanno amato il videogioco, soprattutto per l'impronta lasciata dalla Ghibli, non rimarranno del tutto delusi nel visionare la pellicola, perché si sentiranno, per certi versi, a proprio agio: mentre la sceneggiatura è curata da Akihiro Hino, scrittore che ha lavorato con Level-5 per la serie Professor Layton, il film è diretto da Yoshiyuki Momose, che ha già collaborato per alcuni cortometraggi del celebre studio, e come animatore in alcuni film. La colonna sonora è stata affidata a Joe Hisaishi, il quale ha curato le musiche di film come Nausicaa della Valle del vento, Kiki: Consegne a domicilio, La città incantata, Il castello errante di Howl, ed altri ancora. Quindi, sebbene lo Studio Ghibli non sia alla produzione, la pellicola di Ni No Kuni cerca di portarne avanti comunque lo spirito. Le premesse per un film imponente e grandioso sembrano esserci tutte.