Akudama Drive: prime impressioni sul nuovo anime su VVVVID

Le nostre prime impressioni sul nuovo anime dal creatore di Danganrompa: Akudama Drive, in simulcast su VVVVID

first look Akudama Drive: prime impressioni sul nuovo anime su VVVVID
Articolo a cura di

In un periodo particolarmente interessante per l'animazione giapponese, alcune produzioni originali, come il meraviglioso Deca-Dence, si sono fatte spazio nel panorama, irrompendo con qualità visiva e idee dal grande potenziale narrativo, dando vita a prodotti dal grande impatto. Lo scorso marzo abbiamo appreso qualche informazione su un progetto che vedeva impegnato Too Kyo Games e lo Studio Pierrot, lo stesso che si è occupato dell'adattamento animato di Tokyo Ghoul e Naruto, in un nuovo progetto originale: Akudama Drive.

L'anime, creato da Norimitsu Kaiho, già sceneggiatore di Danganronpa 3, si è mostrato in due trailer esplosivi, che hanno illustrato un assaggio di ciò che vedremo nei prossimi 12 episodi in onda su VVVVID in simulcast ogni giovedì, tra personaggi e contesto. Andiamo a scoprire dunque, il primo episodio di Akudama Drive, in tutte le sue sfaccettature, per conoscere cosa ci attenderà fino al mese di novembre.

Criminalità di classe S

La storia si svolge Tokyo, in un tempo futuristico imprecisato dove una guerra tra la regione del Kansai e quella del Kanto ha spaccato in due il paese. La stessa vede il Kanto come vincitore, causando una sottomissione del Kansai, che non accetta questa condizione, sfociando in una situazione di caos e criminalità dilagante, che viene incarnata dagli Akudama. Questi ultimi si presentano divisi per classe e una certa taglia sulla testa in base alla pericolosità. Questo primo episodio è dedicato proprio ai supercriminali e al contesto futuristico della regione, in cui, nei panni di una giovane ragazza, esploreremo il contesto cittadino nelle prime battute, che denotano una città estremamente evoluta sul piano tecnologico.

La giovane, dopo una giornata di lavoro, uscendo da un centro timbri, si recherà in una fermata bus per prendere un mezzo volante simile ad un dirigibile di piccole dimensioni, che ci permetterà di dare un'occhiata alla città dall'alto attraverso lo sguardo della ragazza, tra insegne luminose e cartelloni pubblicitari. Si incamminerà per una strada affollata, quando improvvisamente vede un gatto che sta per essere investito da una macchina. Con rapidità trae in salvo il piccolo animale, mentre l'auto perde il controllo, finendo contro una barriera d'energia che impedisce di fatto l'incidente. La ragazza decide di allontanarsi in fretta dalla zona, finendo in un vicolo, nei pressi di una bancarella di takoyaki. Deciderà dunque di mangiare lì, dove incontrerà un ragazzo misterioso, al quale cade una moneta da 500 yen. La ragazza tenta invano di restituire i soldi al taciturno individuo, che si allontana in moto. Al momento del pagamento del cibo, le vengono richiesti 500 yen fisici, ma la giovane si rifiuta di pagare con la stessa moneta trovata, e data l'impossibilità di pagare digitalmente alla bancarella, verrà presa in custodia dalle autorità locali e portata in una stazione di polizia locale in una sequenza di scene molto rapida.

Nel frattempo, l'azione si sposterà su una serie di figure che rappresentano a tutti gli effetti il cast che comporrà la serie animata: gli Akudama. Il primo a fare la sua comparsa è proprio il ragazzo misterioso in moto, che scopriamo essere un corriere, attualmente impegnato in una missione. Lo vediamo sfruttare la sua moto ultra-tecnologica anche elevandosi dalla strada, grazie ad alcuni cavi di supporto che lo aiutano a percorrere superfici verticali fino ad arrivare a destinazione, consegnando un pacco nel bel mezzo di una sparatoria. Dopo un'esplosione nello stesso luogo della consegna, egli riceverà un altro incarico che non può rifiutare, da 100 milioni di yen, e una valigetta da consegnare.

La scena si sposta in un vicolo, dove un altro Akudama farà la sua comparsa: il picchiatore si erge su una montagna di rottami di robot della sicurezza, affermando la loro debolezza. Altrettanti ne arrivano, ma egli, a mani nude, li farà a pezzi.

In seguito andiamo in una cameretta di un condominio nel Kansai, dove un giovane ragazzo, immerso nella tecnologia dei suoi apparati, si prodiga nell'hackeraggio della banca centrale. Ogni presentazione dei personaggi porta con sé, oltre che alla nomea, la taglia sulla testa di ciascuno, che ammonta a grandi cifre in base al livello di pericolosità e crimini commessi.

Il Punk distopico

Questi primi 24 minuti ci hanno introdotto in un contesto frenetico, all'insegna del punk, con tanta azione su schermo e ottime animazioni, tinte dai colori freddi, eccezion fatta per le insegne al neon che illuminano la città, espandendola in verticale. Lo stile utilizzato ricorda Danganrompa e ci ha messo di fronte ad una qualità estetica non indifferente, sia per quanto riguarda l'ambientazione urbana futuristica, sia per i design dei personaggi, che ci sono apparsi stravaganti, ben inquadrati e che hanno dato prova di completarsi caratterialmente.

Sarà interessante scoprire quali risvolti abbia in serbo la trama per noi nei rimanenti 11 episodi di Akudama Drive, che parte presentandosi gradualmente, senza dimenticare il ritmo, che non è calato in nessun frangente, scandendo coerentemente ogni scena su schermo. Quasi tutta la durata dell'episodio è stata infine accompagnata da una colonna sonora avvincente, che ha contribuito alla frenesia dell'azione su schermo, risultando azzeccata per il contesto. Molti sono gli elementi che hanno destato la nostra curiosità, ma speriamo anche di ricevere una conferma nei prossimi episodi, in onda ogni giovedì in simulcast sulla piattaforma italiana VVVVID.

Akudama Drive Akudama Drive ci ha offerto un primo episodio di tutto rispetto, convincente per disegni e animazioni, con un ritmo esplosivo che non mancherà di deliziarci nell'imminente futuro. Parliamo di una puntata di presentazione, dove gradualmente abbiamo fatto la conoscenza di quello che sarà il cast della nuova serie animata di Norimitsu Kaiho, interessante alla prima comparsa, dove ogni membro ha ottenuto un suo piccolo palcoscenico che ne evidenziasse le peculiarità. Non ci resta che attendere lo svolgimento di una trama che potrebbe offrire spunti interessanti per l'evoluzione dei personaggi presentati, e un focus ciò che accadrà dopo questa prima conclusione, che ha rappresentato un cliffhanger non indifferente.