Don't Hurt Me, My Healer: una divertente avventura fantasy su Crunchyroll

Il primo episodio di don't hurt me, my healer è online su crunchyroll pronto a mostrarci il lato divertente di un'avventura fantasy.

Don't Hurt Me, My Healer: una divertente avventura fantasy su Crunchyroll
Articolo a cura di

Nulla ci affascina più di un mondo in cui la magia diventa realtà e Don't Hurt Me, My Healer non fa eccezione: un'ambientazione fantasy tipiche dei GDR che ci catapulterà nelle comiche avventure dei due avventurieri protagonisti della serie: Alvin, cavaliere fallito e Karla, elfa chierico dall'indole ribelle che la rendono una vera e propria esperta nello stuzzicare le persone.

Il manga è stato realizzato da Tannen ni Hakko e pubblicato sul sito web di ComicWalker della Kadokawa Shoten nel 2019 con un totale di 4 tankobon complessivi, fino ad arrivare all'adattamento animato a carico dello studio Jumondo in questa stagione primaverile tra le uscite anime Crunchyroll di aprile.

Un fantasy ai suoi albori

Siamo abituati a vedere molte ambientazioni di stampo fantasy medievale, dove diversi impavidi guerrieri tra paladini, spadaccini, guaritori, druidi, stregoni si uniscono insieme per prendersi la gloria svolgendo variegate missioni che li portano (il più delle volte) ad affrontare bestie immonde dall'allineamento malvagio.

Anche la trama di questo nuovo prodotto non è molto diversa da qualsiasi altro anime fantasy che abbiamo già visto in circolazione: in un mondo abitato da bestie magiche, intrepidi eroi impugnano la spada pronti a difendere i cittadini comuni dalle minacce degli animali magici più pericolosi. Alvin, cavaliere dalla scintillante armatura argentata è uno di loro, ed è pronto a inseguire la sua strada affrontando qualsivoglia ostacolo si frappone tra lui e il suo obiettivo. Purtroppo, la bravura non è di casa per il giovane Alvin che è in difficoltà persino nello sconfiggere un "semplice" orso. Fortunatamente (o forse no) in suo aiuto arriverà Karla, elfa oscura dalle strabilianti doti curative ma dal temperamento fin troppo giocherellone e strafottente. Molte saranno le battute che la giovane elfa rivolgerà al prode cavaliere prima di dare sfoggio (off camera) delle sue abilità da guaritrice.

Un'introduzione nel vero senso della parola

Come già detto in precedenza, l'opera poggia la sua fondamenta nella comicità e soprattutto nella rivalità che si instaura nella coppia protagonista che ricorda molto il duo di Goblin Slayer (qui la nostra recensione di Goblin Slayer), iniziali compagni di avventure in cui il volto del ragazzo è rimasto un mistero fino alla fine. Anche qui ricorre la stessa dinamica, sicuramente molto più "telefonata" rispetto a Goblin Slayer, ma che, tramite inquadrature ad hoc, non permette allo spettatore di guardare i dettagli del volto di Alvin. In più di un'occasione ci saranno oggetti pronti ad offuscare la nostra vista.

Questo primo episodio è introduttivo nel vero e proprio senso del termine: nulla di particolare accade durante questi 23 minuti se non quello di mettere le basi per un inizio di trama che coinvolgerà il nuovo party Alvin-Karla.

Infatti la narrazione risulta alquanto lenta e viene dato spazio a fin troppi dialoghi (più che altro battute che Karla rivolge all'incapace Alvin) che non aggiungono nulla di concreto alla storia. Sono sequenze che aiutano solo a sottolineare con insistenza la relazione d'amore-odio che intercorre tra questi due avventurieri alle prime armi. La nota positiva nell'ascoltare le loro strambe conversazioni, però, è la colorita interpretazione dei doppiatori: Aguri Onishi che interpreta la pungente Karla (doppiatrice di Ayumu Uehara in Love Live! Nijigasaki High School Idol Club) e Takuya Sato che interpreta Alvin (doppiatore di personaggi quali Ceasar Anthonio Zeppeli ne Le Bizzarre Avventure Di Jojo - Battle Tendency; o Kazutaka Shindo di Assassination Classroom; qui la nostra recensione della prima stagione di Assassination Classroom). Le loro esecuzioni vocali sono riuscite a dare spessore anche a quei dialoghi più sterili a livello di contenuto. Per il resto, il comparto tecnico risulta nella media con animazioni fluide e che risaltano sullo sfondo campestre dalle verdi pianure.

Come noi tutti ben sappiamo, bisogna dare tempo a una serie per vederne il reale potenziale e, da quanto visto fino ad ora, il primo episodio di Don't Hurt Me, My Healer costruisce una trama classica che inizia nel momento stesso in cui tutti i componenti del party hanno un obiettivo comune: sconfiggere i propri strambi rivali.

Don't Hurt Me, My Healer Il primo episodio di Don’t Hurt Me, My Healer non è riuscito a mostrare ancora tutto il potenziale della serie, mettendo invece le basi per una trama molto classica che ruota intorno allo strano rapporto tra Alvin e Karla, i due avventurieri protagonisti. Un anime consigliato a tutti coloro che non sono alla ricerca di una storia impegnativa ma che dispone di un discreto comparto tecnico dalle ambientazioni sgargianti.