Fairy Tail, primo sguardo sull'ultima serie dell'anime di Hiro Mashima

Ecco la nostra opinione dopo aver visto il primo episodio dell'ultima serie di Fairy Tail, che ha esordito negli ultimi giorni con un nuovo episodio.

first look Fairy Tail, primo sguardo sull'ultima serie dell'anime di Hiro Mashima
Articolo a cura di

Prodotta ancora una volta dai veterani dello 'storico' studio d'animazione A-1 Pictures (Sword Art Online 1 & 2, Ano Hana, Nanatsu no Taizai e tanti altri), la serie conclusiva di Fairy Tail - opera disegnata e ideata dal mangaka Hiro Mashima - raggiunge il suo ultimo arco narrativo: dopo la battaglia contro i Tartaros, le rivelazioni su E.N.D e la divisione dei membri della gilda, siamo pronti ad affrontare l'avventura finale di Natsu e compagni, pronti questa volta a dichiarare guerra all'immortale nemico Zeref. Sfortunatamente per gli appassionati dell'anime, la nuova stagione di Fairy Tail non è attualmente disponibile su piattaforme di streaming italiane, ma chi non ha problemi con l'inglese potrà facilmente reperirla nel suo formato americano su Crunchyroll, previo relativo abbonamento al portale (sicuramente un ottimo momento per sfruttare il periodo di prova gratuito offerto ad ogni nuovo utente da parte della piattaforma).

Da cosa ripartiamo?

Come abbiamo già accennato, i membri della gilda Fairy Tail si sono separati già da tempo, ma Lucy, triste per aver perso la compagnia degli amici, non demorde e decide di tenere d'occhio gli spostamenti di tutti, sperando che un giorno possa essere utile per riunire il gruppo. Questa speranza inizia a concretizzarsi quando, dopo un lungo allenamento, Natsu fa ritorno nel Regno di Fiore deciso a voler assemblare la gilda. Natsu, Lucy e Happy iniziano la ricerca dei compagni: la prima nella lista da riportare a casa è la piccola Wendy Marvell, ora apprezzato membro dei Lamia Scale. La ragazza però rifiuta la richiesta di riunirsi alla gilda, poiché legata all'amicizia con Shelia (anche lei maga dei Lamia Scale); quest'ultima, capendo che la sua amica ha agito in questo modo solamente per non lasciarla da sola, cerca di far ricongiungere Wendy agli altri maghi di Fairy Tail, ma nel mezzo della conversazione tra le due ragazze la città viene attaccata da una moltitudine di mostri guidati dal master di Orochi, pronti a tutto per superare la gilda rivale delle due ragazze. Wendy, Shelia e Natsu partono al contrattacco contro il capo di Orochi, lasciando gli altri alla difesa della città e cercando di estirpare il problema alla radice.

Un primo episodio leggero

Questo nuovo arco narrativo parte a rilento: dapprima la trama ripercorre i passi dei protagonisti lungo il loro viaggio per riunire i membri di Fairy Tail, e poi la storia entra nel vivo dell'azione, con scontri sempre più avvincenti e spettacolari contro il gruppo di nemici di turno. Ishihira Shinji è un artista con molta esperienza sulle spalle (già director delle precedenti serie di Fairy Tail, nonché figura importante anche di titoli come Blue Dragon, Log Horizon e la seconda stagione di My Hero Academia) e nei vecchi episodi ha già dimostrato ai fan di essere in grado di poter gestire la direzione di un nome così famoso come quello che si porta sulle spalle il manga di Hiro Mashima.
Quello che a tutti gli effetti risulta essere l'episodio numero 278 è solamente la punta dell'iceberg di un prodotto amatissimo, che da molti anni ci fa compagnia settimana dopo settimana. Il lavoro svolto sul lato tecnico da A-1 Pictures è un chiaro seguito dei suoi predecessori: lo studio infatti non stravolge quasi per nulla una formula vincente già collaudata abbondantemente in passato, ma mostra a volte alcune lacune sul piano dell'animazione che si fanno notare ad un pubblico più attento ed esigente.

Come sempre con questo genere di prodotti, Fairy Tail offre anche un opening e un ending di tutto rispetto, non certo le migliori realizzate per la serie ma sempre di buon livello e che sanno sicuramente come farsi apprezzare dai fan.

Fairy Tail (Anime) Dopo quasi 10 anni di programmazione, anche per Fairy Tail giunge il momento di calare il sipario per la sua trasposizione animata. Questa prima puntata, che apre all'inizio dell'ultima parte dell'adattamento animato, non può condizionare il giudizio del nuovo lavoro realizzato da A-1 Picture, a causa di un deficit dovuto alla parte iniziale della storia: la trama può sembrare più lenta e noiosa rispetto ai momenti maggiormente dinamici a cui ci ha abituato Hiro Mashima nel suo manga. D'altro canto, Fairy tail mantiene in grandi linee quello che era già stato proposto in passato, senza stravolgere particolarmente la qualità, a volte traballante, di questo genere. Per questo motivo vogliamo continuare a seguire Natsu e compagni durante le loro avventure, in vista dei prossimi interessanti scontri che conferiranno, senza ombra di dubbio, un po' di verve alla trama, coinvolgendo specialmente i fan storici della gilda di maghi più scapestrata del Regno di Fiore.