HigeHiro: prime impressioni della commedia romantica su Crunchyroll

Abbiamo visionato il primo episodio di HigeHiro, la commedia romantica distribuita da Crunchyroll. Ecco le nostre impressioni.

HigeHiro: prime impressioni della commedia romantica su Crunchyroll
Articolo a cura di

Inizia una nuova stagione per gli anime, e come di consueto non può mancare tra le tante proposte anche una commedia romantica con una nuova storia da raccontare. È il caso di HigeHiro (per intero Higehiro: After Being Rejected, I Shaved and Took in a High School Runaway), una serie di light novel (che andrà a concludersi con il quinto volume) scritta da Shimesaba e illustrata da Booota che ha ricevuto un adattamento animato a cura dello studio Project No.9, distribuito localmente grazie alla piattaforma Crunchyroll, mettendo al centro della narrazione due personaggi principali che si incontrano per puro caso. Abbiamo visionato il primo episodio della commedia romantica in questione, pronti per parlarvi delle nostre prime impressioni di HigeHiro.

Incontri che ti cambiano la vita

La storia si apre con Yoshida, un ragazzo ventiseienne che inviterà a cena fuori una collega di cui è innamorato da tempo. I sentimenti dello stesso

vengono rifiutati dopo aver offerto alla ragazza di salire a casa sua perché già fidanzata, e si ritroverà subito dopo a sfogarsi con un altro collega in uno stato di evidente ubriacatura. Nel tornare a casa tardi, Yoshida si imbatterà in una ragazza liceale seduta sotto ad un lampione. Inizierà una conversazione tra i due e la giovane afferma di non poter tornare a casa data l'ora, chiedendo ospitalità al ragazzo, anche in cambio di offrire il proprio corpo. Il giovane lavoratore si ritiene disgustato dall'offerta della ragazza, tanto che dopo qualche rimprovero e scetticismo deciderà di ospitarla per una notte senza nulla in cambio.

Arrivati a casa, il nostro protagonista collasserà sul letto, sussurrando nel sonno le sue volontà e ciò che è accaduto la sera prima, che la ragazza ascolterà trovandosi vicino. Il giorno seguente, Yoshida si riprende dalla sbornia della sera prima e dimentica parzialmente cosa è successo, ma ritroverà la ragazza, che apprendiamo chiamarsi Sayu, che ha esaudito una volontà del ragazzo espressa nel sonno, ovvero una zuppa di miso preparata da una donna. Inizierà poi una conversazione più approfondita tra i due, in cui emergeranno dei dettagli sulle azioni di Sayu, interpretati dal protagonista maschile attraverso riflessioni personali sul vissuto di lei, che si è allontanata da casa e per farsi ospitare fino a quel punto è stata costretta a offrire se stessa a malintenzionati.

Yoshida prenderà a cuore la situazione, premurandosi di ospitarla per quanto necessario fino alla sua maturazione, mostrandogli un mondo diverso, rifiutando categoricamente ogni tipo di avanche dalla ragazza. Inizierà una vera e propria vita di coppia non confermata in cui l'impiegato ventiseienne lavorerà fino a tardi e la giovane studentessa fuggitiva si occuperà di tutte le faccende domestiche, alleggerendo di fatto le giornate di Yoshida, che vediamo vivere in maniera trasandata e piuttosto piatta.

La situazione, in tal senso, migliorerà proprio grazie a Sayu, come confermato anche dal collega dello stesso, l'unico per ora a conoscenza della presenza di una liceale in casa sua. Per ricambiare dei favori, il ragazzo provvederà anche al sostentamento della giovane, almeno fino a quando non riuscirà a mantenersi autonomamente, sconfiggendo il vizio e gli stigmi sociali subiti.

Introspezione e relazione

Dal primo episodio, HigeHiro propone tematiche abbastanza forti sin dai primi minuti, inscenando momenti di slice of life, tra drama e introspezione, che introducono perfettamente lo spettatore all'interno della narrazione, andando a toccare concetti importanti della società, del vissuto di due fasce d'età differenti e soprattutto ponendo al centro dell'attenzione il tema delle relazioni tra persone con differenze d'età importanti. Il rapporto dei due protagonisti, in tal senso, sembra funzionare grazie a un'inaspettata alchimia, almeno in questo primo episodio, in attesa di una evoluzione sul piano sentimentale ed eventuali confronti più seri e approfonditi. Anche in funzione di ciò che verrà nei prossimi episodi, aspettando di conoscere più nel dettaglio il passato della ragazza, che sembra aver molto da raccontare dopo mesi di stenti e compromessi per vivere, ora estremamente grata di aver trovato un po' di normalità. Siamo inoltre curiosi per gli altri personaggi che andranno a comporre il cast della serie: siamo certi che avranno una parte fondamentale nello sviluppo delle vicende, anche per la crescita dei due protagonisti, i quali indubbiamente manterranno il focus principale della storia sulla loro convivenza.

Sul fronte della realizzazione, lo stile artistico delizioso e moderno della produzione, unito ad ottime animazioni, ci ha suscitato sensazioni positive, soprattutto considerata l'ottima interpretazioneda parte dei doppiatori giapponesi, che hanno reso i dialoghi davvero realistici, tra serietà e momenti ilari. Indubbiamente i pensieri del protagonista hanno ricoperto grande parte della scena, toccando punti importanti in merito alla nuova coinquilina: temi che saranno certamente sviscerati negli episodi a seguire.

I Shaved. Then I Brought a High School Girl Home HigeHiro si presenta come una commedia romantica interessante e soprattutto particolare, in attesa di scoprire cos'altro avrà in serbo per il pubblico, il primo contatto è sicuramente positivo e originale, con due personaggi all'altezza alle prese con tematiche forti che attendiamo vengano dispiegate negli episodi a venire. Sorretto da un eccellente stile di disegno, la storia di Yoshida e Sayu si apre instillando curiosità per i suoi sviluppi futuri. Possiamo dirci dunque soddisfatti dall'apertura dell'anime realizzato da Project No.9, ansiosi di conoscere l'evoluzione della trama e dei personaggi, apparsi già dai primi minuti ben inquadrati e con un ottimo potenziale.