Le bizzarre avventure di JoJo: Vento Aureo, prime impressioni sul nuovo anime

Vento Aureo approda in simulcast su Crunchyroll e VVVVID: ecco il nostro primo sguardo alla nuova serie de Le Bizzarre Avventure di JoJo.

first look Le bizzarre avventure di JoJo: Vento Aureo, prime impressioni sul nuovo anime
Articolo a cura di

Dopo molti mesi di attesa siamo giunti al 5 ottobre, data che segna l'uscita del primo episodio di Vento Aureo (qui il nostro articolo sulle aspettative della nuova stagione) la quinta serie de Le bizzarre avventure di JoJo. Prodotta come sempre dallo studio d'animazione David Production, la trasposizione animata dell'opera nata dalla penna del maestro Hirohiko Araki ci catapulta questa volta in un viaggio lungo tutta la penisola italica, dilaniata da scontri tra bande rivali mafiose, viaggi in treno pericolosi, personaggi e stand, per l'appunto, bizzarri e caratterizzati da uno stile gore in completa antitesi con i delicati ritratti dei personaggi. Grazie al prezioso supporto concesso da piattaforme di streaming come Chrunchyroll (episodio 1 già disponibile) e VVVVID (disponibile da questa sera 6 ottobre a partire dalle 21.00) siamo riusciti a visionare la prima puntata in simulcast e, come sempre, siamo pronti a fornirvi un'analisi basata sulle nostre prime impressioni.

Rinfreschiamoci le idee sulla trama di Vento Aureo

La trama riporta perfettamente la storia già vista nel manga, speculare a quella che già conosciamo: abbiamo già parlato a sufficienza dell'affresco narrativo dedicato a JoJo's Bizzarre Adventures, ma in questa sede riteniamo opportuno fare il punto della situazione con un piccolo riassunto sulla trama di questo episodio.
Koichi Hirose, uno dei protagonisti del precedente Diamond is Unbreakable, viene incaricato da Jotaro Kujo (terza incarnazione di JoJo in Stardust Crusaders) di viaggiare fino in Italia, a Napoli per la precisione, e di trovare un certo Haruno Shiobana, possibile figlio illegittimo di Dio Brando (storico nemico della serie), e di capire se sia anch'esso un utilizzatore di Stand come il suo presunto padre oppure no. Quello che i due non sanno è che il giovane che stanno cercando con così tanto zelo è ben differente dalle informazioni in loro possesso: i suoi capelli ora sono di un biondo naturale ed è conosciuto in Italia con il nome di Giorno Giovanna (storpiatura del nome Giapponese originale), un ragazzo problematico che vive alla giornata grazie a piccoli crimini, che rappresentano una Napoli che in Vento Aureo appare quanto mai dilaniata dalla malavita. Da qui in poi il nostro caro Giorno, con sua sorpresa, scopre di non essere l'unico capace di azioni particolarmente fuori dall'ordinario: il suo incontro con alcuni esponenti della mafia locale mette a rischio la tranquillità del giovane, che si vede costretto a rivelare una parte dei propri poteri pur di difendersi. Il protagonista viene quindi collocato nel mirino del gruppo malavitoso denominato Passione, che gestisce il traffico e la malavita della città, tanto da portare il quindicenne a scontrarsi contro uno degli esponenti di spicco di questa associazione: il criminale Bruno Bucciarati, pronto a mostrare al ragazzo quali sono le ripercussioni per chi manca di rispetto al potere del boss.

Ma allora come sono questi primi 24 minuti?

La storia segue fedelmente i primi quattro capitoli del manga: l'unica eccezione riguarda i minuti iniziali, che sono completamente inediti e mostrano la vita quotidiana nella città in cui vive Giorno Giovanna. La Napoli rappresentata nell'anime di David Production risulta caratterizzata da un tasso di criminalità esponenzialmente alto: questo dettaglio porta a una scena che non abbiamo gradito particolarmente, perché svela sin da subito una parte dei poteri del nostro eroe, nonché il suo stile di vita non proprio legale: come già detto, furti e raggiri sono il suo pane quotidiano. Questo, ovviamente, lascia un po' di amaro in bocca allo spettatore, poiché sminuisce alcune scene successive che sarebbero state molto più d'effetto e interessanti se non ci fosse stata questa piccola introduzione iniziale (parliamo della prima attivazione di Gold Experience, tanto per fare un esempio eclatante). A parer nostro, tutto ciò è servito come stratagemma per estendere il minutaggio dell'episodio, necessario ad interrompere la scena durante lo scontro che vede uno di fronte all'altro Giorno Giovanna e Bruno Bucciarati. Una scelta poco riuscita, a nostro avviso, che può anche risultare apprezzabile se la vediamo come tentativo di proporre quanto meno qualcosa di innovativo in linea con il mood generale della serie. Questa nuova produzione, dal canto suo, realizza ancora una volta un ottimo character design, messo in risalto da una buona regia che non si differenzia molto da quella utilizzata nel manga da Araki, osando poco e seguendo a grandi linee le transizioni e le inquadrature delle vignette realizzate dal mangaka. L'assurda palette cromatica del titolo è come sempre pazzesca: la David Production continua a giocare con colori accesi, anche in grande contrasto tra loro, che tanto hanno contraddistinto gli anni '90 proposti dalla serie Diamond is Unbreakable. Sempre coerente con la particolare visione artistica di Hirohiko Araki stesso.

In generale la qualità resta sulla falsariga dettata dalle ultime battute del precedente anime, proponendo a volte dei sussulti di originalità che risultano a tratti vincenti: ciò avviene grazie soprattutto a delle animazioni che cercano di migliorarsi e diventare sempre più fluide e articolate, quasi volte a slanciarne le figure e mettere in risalto la nuova forma longilinea e snella adottata dall'autore sui suoi personaggi (elemento, da questo momento in poi sempre più presente nelle sue storie).

JoJo's Bizzarre Adventure Part 5: Vento Aureo Primissimi piani, montaggi frenetici e onomatopee a tutto schermo servono a darci un caldo bentornato nel bizzarro mondo di JoJo. Dopo due anni dalla sua ultima comparsa, "Le bizzarre avventure di JoJo" si dimostra in grado di essere ancora all'altezza delle precedenti incarnazioni, questa volta condito da un fascino tutto italiano, lungo un viaggio pieno di stereotipi culturali stranamente divertenti e immancabili saluti con discutibili accenti, senza dubbio un motivo in più per guardare questa nuova serie. Il primo episodio di Vento Aureo ci fa sperare in un altro successo da parte di uno degli studi animazione più famosi dell'ultimo periodo, e chissà che riescano a rendere iconici anche quegli elementi un po' assurdi che hanno accompagnato i lettori durante le loro letture passate. Sicuri della qualità di uno staff già collaudato, non vediamo l'ora di vedere i nuovi episodi che verranno rilasciati ogni settimana su Crunchyroll e VVVVID.it per i prossimi mesi a venire.