Sailor Moon Eternal Edition: riscopriamo il manga cult di Naoko Takeuchi

Star Comics pubblica il primo volume della Eternal Edition di Pretty Guardian Sailor Moon, l'edizione definitiva del capolavoro di Naoko Takeuchi.

first look Sailor Moon Eternal Edition: riscopriamo il manga cult di Naoko Takeuchi
Articolo a cura di

Nel 1991, sulle pagine di Nakayoshi della Kodansha, Naoko Takeuchi dava inizio a Pretty Guardian Sailor Moon, un manga (poi diventato franchise di successo con serie anime, film, gadget e merchandise) che possiamo ormai considerare un manifesto globale del maho shojo. Gli onori della licenza di Sailor Moon sono andati a Star Comics, che dagli anni Novanta pubblica regolarmente tutto ciò che riguarda l'universo creato dalla sensei negli anni Novanta. L'editore perugino ha recentemente sfornato una nuova edizione del cult della Takeuchi: abbiamo sfogliato la Eternal Edition di Sailor Moon, di seguito ripercorreremo i motivi del successo dell'opera e analizzeremo il nuovo formato.

L'inizio del Dark Kingdom

I fan di Pretty Guardian Sailor Moon sanno bene che la storia delle giovani eroine che vestono alla marinara è divisa in svariati atti, che scandiscono gli archi narrativi principali dell'opera. Ogni Act propone una saga diversa: Dark Kingdom, Black Moon, Mugen, Yume e Stars. Il primo volume della Eternal Edition, che abbiamo sfogliato di recente grazie a Star Comics, propone i primi 7 Atti del manga, dunque la prima metà di Dark Kingdom (i capitoli del primo arco sono in tutto 14).

Questo primo albo, ovviamente, vi permetterà di rivivere (o vivere per la prima volta, nel caso dei nuovi fan) le origini del mito: Usaki Tsukino è una studentessa delle medie, ha 14 anni, ed è una simpatica peperina. È pigra e goffa, dormigliona e pasticciona, non brilla nei voti scolastici, ma al tempo stesso è una giovane adolescente con i sogni e i desideri di qualunque sua coetanea. Arrossisce di fronte ai ragazzi più grandi e affascinanti, guarda con ammirazione le gesta della misteriosa vigilante Sailor V (Naoko Takeuchi, contemporaneamente a Sailor Moon, nel 1991 iniziava a pubblicare anche le avventure di Sailor V) ma nessuno penserebbe che Usaki sia destinata a diventare una paladina della giustizia.

Tutto accade quando si imbatte in Luna, una gattina nera con una macchiolina a forma di mezzaluna sul muso, che si rivela in grado di parlare. Fa dono alla protagonista di un diadema che la rende in grado di trasformarsi per l'appunto in Sailor Moon, una guardiana della giustizia che avrà una missione ben precisa: combattere le forze oscure, radunare le altre guerriere Sailor e proteggere la Principessa della Luna. Il primo Act di Pretty Guardian Sailor Moon mette in scena la più classica delle origin story, mentre i successivi ci permettono di conoscere meglio l'immaginario imbastito dall'opera.

Il Regno Oscuro che si muove dietro le quinte, deciso a contrastare le gesta delle guerriere sailor, il reclutamento e la genesi delle eroine successive alla nascita di Sailor Moon. Una storia che ha bisogno di poche presentazioni e che, negli anni, ha saputo gettare le basi per il genere di riferimento: dal design alle "danze" delle protagoniste, che culminano nelle iconiche trasformazioni diventate un cult nelle serie animate, senza dimenticare quel gusto squisitamente slice of life in salsa "romanzo rosa", non senza piacevoli venature comiche.

Sailor Moon ha ispirato tanti altri prodotti "super sentai" per un pubblico femminile, ma ancora oggi, quasi vent'anni dopo l'esordio in Giappone e al netto di qualche elemento narrativo che oggi può parere un cliché, è ancora uno shojo fantasy attuale, fresco e divertente da leggere.

Un'edizione eterna

L'Eternal Edition di Pretty Guardian Sailor Moon è venduta al prezzo di 14,90 euro a volume. Un costo un po' esoso per un manga, certo, ma giustificato dal valore del formato e dalla qualità dell'edizione. Gli albi si presentano in una veste da libreria, una rilegatura solida e un'impaginazione eccelsa: come avvenuto per l'ottimo Jojonium, Star Comics ha optato per l'utilizzo di carta lucida, impreziosito da tavole a colori nelle prime pagine di ciascun Atto del primo arco narrativo. Il tratto dell'autrice è estremamente delicato, lo storytelling a tratti un po' confuso, ma in generale la lettura è scorrevole, squisitamente piacevole.

Insomma, Sailor Moon Eternal Edition è, ergonomicamente parlando, l'edizione definitiva per tutti i fan delle guerriere marinare più famose di sempre. Per quanto riguarda i contenuti non sono presenti extra di alcun tipo, mentre sulle traduzioni preferiamo esprimerci più avanti dopo aver letto perlomeno un intero arco narrativo. Per il momento, però, ci sembra che l'adattamento si mantenga fedele alla mitologia originale dell'opera di Naoko Takeuchi.