Senran Kagura Shinovi Master: primo sguardo alla serie anime di Crunchyroll

Ecco le nostre prime impressioni sul nuovo anime ispirato alla serie videoludica di ragazze ninja, realizzata dallo studio Marvelous.

first look Senran Kagura Shinovi Master: primo sguardo alla serie anime di Crunchyroll
Articolo a cura di

Solitamente chi si affaccia al panorama dell'animazione giapponese, a primo impatto, si trova davanti a una moltitudine di titoli dai più svariati generi, molti dei quali anche ispirati a lavori esterni agli anime e ai manga ma che riescono comunque a farsi spazio a testa alta nella programmazione stagionale del Sol levante. Senran Kagura Shinovi Master: Tokyo Youma-hen ne è proprio un esempio lampante, cosciente di avere costruito in questi ultimi anni una fan base a dir poco fedele e numerosa: il nuovo anime è infatti tratto da una serie di videogiochi improntati su un genere action-comedy; deve la sua notorietà principalmente ad una trama caratterizzata da uno sfondo Ecchi, con cui firma le sue tante incarnazioni videoludiche e non, un mondo popolato da scolarette dalla doppia vita che finiscono coinvolte quasi sempre in situazioni imbarazzanti e al limite dell'assurdo (non è un caso che lo studio ad occuparsi di questo prodotto è TNK, lo stesso che ha portato sugli schermi High School DxD per intenderci). Ma vediamo un po' più da vicino questa nuova serie e cerchiamo di trarre qualche conclusione dei primi minuti distribuiti finora su Crunchyroll, rigorosamente in versione non censurata.

Le conturbanti studentesse-shinobi di Senran Kagura

È Il periodo natalizio e Asuka, protagonista della storia, si trova in un centro commerciale per fare degli acquisti, tra cui un accessorio con le orecchie da gatto per sua sorella. Tra monologhi profondi, accessori dalla discutibile forma, seni e sederi in bella mostra, può iniziare il nostro fantastico viaggio nel mondo di Senran kagura, dove belle shinobi super stereotipate e scene d'azione al limite del cardiopalma sono all'ordine del giorno.
Esatto, le protagoniste sono delle shinobi, più precisamente stanno studiando in segreto per diventare ninja in una scuola che si occupa di una formazione speciale rivolta soltanto a poche persone; l'intento è quello di allenare le ragazze per fronteggiare il male. In questa nuova serie, le ragazze dovranno vedersela contro due nemiche molto potenti che metteranno la nostra cara Asuka in difficoltà, demolendo in un attimo tutte le sue convinzioni sul vero significato della forza e sull'essere una shinobi.
Interrompiamoci qui per il momento, riguardo la spiegazione della trama non c'è molto altro da aggiungere, se non che nella sua semplicità essa occupa un preciso minutaggio negli episodi coesistendo con momenti più scanzonati e verticali, che piacciono tanto agli appassionati. Piuttosto procediamo a parlare di un elemento molto importante: della possibilità di guardare e godersi la serie anche senza conoscere il videogioco. Si, volendo si può fare. La serie non ha il bisogno spasmodico di andare a recuperare la precedente stagione del 2013, e neanche tutta la lista degli omonimi videogiochi. Sin da subito, già nel primo episodio, ci vengono mostrati tutti i personaggi coinvolti: dai buoni ai cattivi, vengono mostrati vecchi incontri e nuovi personaggi, tramite un lunghissimo riassuntone allungato lungo tutta la durata dell'episodio, un modo come un altro che non si distanzia più di tanto dalla formula base degli anime che vediamo ogni giorno in streaming. Ciò permette ovviamente a tutti i curiosi di avvicinarsi al titolo senza il timore di restare indietro con avvenimenti e situazioni che potrebbero far storcere il naso a chiunque.

Passando al comparto tecnico, Shinovi Master: Tokyo Youma-hen non risalta particolarmente, restando nella sufficienza per quanto riguarda gli standard qualitativi degli anime di questo tipo: non osa quasi per niente, cercando di caricare il più possibile momenti che hanno un bisogno maggiore di un'animazione ben realizzata. Parliamo di scene Ecchi dalla dubbia morale (da giudicare per quello che è, ovvero un prodotto giapponese di un certo genere), correlate da un' animazione più certosina che evidenzia salti e oscillazioni assolutamente provocanti durante i combattimenti e le trasformazioni, proprio i frangenti in cui le ragazze si spogliano e mostrano tutta la loro 'beltà'. I personaggi che si trovano sullo sfondo per fare da comparsa vengono invece relegati al solito ruolo di cartonato: appiccicati attorno ai protagonisti, essi restano statici, per non dire immobili, resi vivi solamente azioni impercettibili che ci fanno notare la loro presenza.

Senran Kagura Shinovi Master Senran Kagura Shinovi Master: Tokyo Youma-hen è quel tipo di anime che vuole arrivare ad un pubblico ben preciso, riciclando una formula già collaudata in precedenza e che garantisce ancora una volta un buon successo. L'anime è volto a pubblicizzare l'opera videoludica originale e, forte del suo successo nel campo dei videogiochi, questo prodotto cerca di trasmettere al meglio delle proprie possibilità tutte le caratteristiche che hanno reso popolare l'omonima saga. Nonostante qualche sbavatura, Senran Kagura riesce a portare a casa, almeno per il momento, il minimo sindacale senza il bisogno di strafare. TNK sembra regalare ancora una volta ai fan quello che può essere un prodotto adatto agli spettatori più affezionati della saga e fornire qualche ora d'intrattenimento da non perdere, come soltanto delle ragazze ninja spogliarelliste possono fare. Chi non è disposto a soprassedere ai difetti e vuole avere una visione più profonda ed elaborata sul titolo potrebbe invece trovare delle difficoltà a digerire alcune scelte discutibili.