Spy X Family arriva in Italia, primo sguardo al manga rivelazione del 2020

Il fenomeno editoriale del 2020 sbarca in Italia grazie a Panini Comics, scopriamo assieme l'interessante Spy X Family di Tetsuya Endo.

first look Spy X Family arriva in Italia, primo sguardo al manga rivelazione del 2020
Articolo a cura di

Ogni tanto c'è proprio bisogna di una boccata d'aria fresca tra le proprie letture e a volte, senza volerlo, ci si imbatte proprio in quel qualcosa che ti sorprende. Stupore, sorpresa e molto altro ancora sono emerse dalla lettura del primo di Spy X Family.

L'opera di Tetsuya Endo, disponibile da pochi giorni in Italia grazia a Panini Comics, è stata anticipata da un carico d'aspettative elevatissime visto il grande successo economico di Spy x Family, tanto da raggiungere e superare picchi di vendita visti in precedenza da altri colossi quali Demon Slayer e One-Punch Man. Partito in sordina tra le decine e decine di pubblicazioni online, in poche manciate di capitoli si è conquistata la serializzazione cartacea fino a sbarcare anche in Europa e non solo.

Siete assetati dunque di saperne di più su questo inusuale shonen? Bene, proviamo ad accontentarvi come si deve, regalandovi le nostre più oneste impressioni su questo clamoroso fenomeno commerciale e mediatico. Recenti voci di corridoio prevedono una trasposizione animata per il 2022 ma, data l'escalation che sta avendo non solo in Giappone e la sua composizione autoriale, non ci si stupirebbe nel vedere già qualcosa di concreto a partire dai prossimi mesi.

La famiglia dalle scomode verità: Twilight, Yoru e Anya

Come facilmente intuibile dal nome dell'opera, Spy X Family pone le sue fondamenta narrative su una premessa abbastanza classica: spy story con influenze drammatiche e umoristiche. Un'antitesi contenutistica apparentemente distante ma che, grazie a una eccellente caratterizzazione dei protagonisti, risulta vincente. Per farvi comprendere al meglio l'impostazione ideata da Tetsuya Endo è opportuno citare True Lies: la pellicola diretta da James Cameron, propone come tema portante il non conoscere mai realmente chi si ha fronte.

Esponente massimo di questo credo è il protagonista principale dell'opera Loid Folger, nome in codice Twilight, che grazie alle sue strabilianti abilità è riuscito in pochi anni a costruirsi un avvolgente alone di mistero, pari alla fama creatasi sia tra gli alleati sia soprattutto tra i criminali di tutta la Terra. Una figura a primo impatto fredda e poco empatica ma che, pagina dopo pagina, fin dal primo volume riesce a trasmettere un dinamismo psicologico tale da essere apprezzato anche sotto l'aspetto umano, oltre che professionale.

Il mangaka ha avuto la brillante idea di affiancare al protagonista principale di Spy X Family non una, bensì altre due figure che in maniera parallela lo andranno sempre a completare nella sceneggiatura. Non vi sveliamo il perché si palesino Yoru e Anya, la prima è una sanguinolenta assassina mascherata da buffa e timida domestica mentre la seconda è una bambina orfana con delle singolari abilità da telepate, ma di una cosa siamo certi: se questo manga ha fatto le fortune di Shueisha, l'editore nipponico, è grazie a questi personaggi.

Sono figure costruite armoniosamente per completare Twilight e per non rendere il prodotto una mera e semplice storia di spionaggio tra buoni e cattivi. Ci sono così tanti segreti da svelare, verità scomode o non dette che lasciano il segno e rapiscono l'attenzione del lettore: nel primo tankobon pubblicato da Planet Manga si è detto tanto ma, a conti fatti, nulla di così concreto da darci già un'idea sul dove andrà a parare la trama. Eppure funziona alla grande.

Uno shonen che rinnova la proposta editoriale nipponica

Per il momento il più grande pregio di Tetsuya Endo è quello di aver voluto perseguire al massimo delle sue possibilità, e di concepire dunque una visione autoriale che potesse confermarsi in un mercato saturo come quello dei manga shonen, ma che al tempo stesso conservasse caratteri di originalità. Spy x Family è infatti una summa di elementi ben amalgamati tra di loro al solo scopo di dare vita a una novità assoluta, una proposta editoriale fin troppo satura di battle shonen.

Non è un caso che Spy x Family sia la rivelazione del 2020. Pur privo di un tratto grafico particolarmente memorabile, il manga ha dalla sua la precisa volontà di creare una costante reazione a catena tra le azioni mosse dai protagonisti, principali e non. Già da questo primo volume si palesa lo studio, o meglio, il calcolo delle probabilità degli effetti causati dalle meticolose azioni di Twilight e, contrapposte, quelle totalmente imprevedibili della dolce Anya. Quando leggerete l'opera, ne siamo certi, comprenderete al meglio le nostre parole.

Spy X Family Spy x Family non spicca per un elemento in particolare, ma per il modo in cui l'autore riesce ad amalgamare personaggi e sceneggiatura. Un’unione di idee che lo rendono un manga unico nel mercato odierno e degno, dunque, di totale fiducia da parte dei lettori. Francamente non vediamo l’ora di vedere come proseguirà l’ammaliante trama intrecciata da Tetsuya Endo.