Tower of God: primo sguardo all'ambizioso anime su Crunchyroll

L'adattamento animato del celebre manwha Tower of God ha iniziato ufficialmente la sua trasmissione su Crunchyroll. Andiamo a scoprirlo.

first look Tower of God: primo sguardo all'ambizioso anime su Crunchyroll
Articolo a cura di

Ci siamo. A partire da ieri, mercoledì 1 aprile, Tower of God inizia la sua trasmissione su Crunchyroll. Stiamo parlando di uno degli anime più attesi del 2020, e per un valido motivo: si tratta del primo adattamento animato di un manhwa, ovvero di un fumetto sudcoreano. Per la precisione, di uno degli esponenti più celebri di questa corrente (assieme a The Breaker), scritto e disegnato dall'artista SIU e in corso dal 2010 con quasi 500 capitoli disponibili. Distribuito inizialmente sul portale internet coreano Naver, e successivamente tradotto in inglese e giapponese visto il grande successo ottenuto, il manwha è disponibile in maniera legale e gratuita sul sito (e app) Webtoon.

Webtoon è anche il nome del formato di pubblicazione del fumetto in questione: ogni capitolo è costituito da una pagina molto lunga a scorrimento verticale, particolarmente adatto a essere usufruito su dispositivi mobile come tablet e smartphone. Nel corso degli anni, Tower of God ha accumulato sempre più consensi presso il pubblico giapponese e occidentale, e la realizzazione di un adattamento animato era il sogno di tutti i fan. Adesso questo sogno è diventato realtà, e si tratta di un bel banco di prova per l'intero mondo dei manwha.Vediamo di capire se Tower of God ha tutte le carte in regola per superare questo esame, e per diventare uno degli anime più promettenti della stagione primaverile appena iniziata, con questo nostro primo sguardo dopo la visione del primo episodio.

Uno staff d'eccezione

Sin dalla presentazione delle prime informazioni ufficiali e dell'intero cast, i produttori di Tower of God hanno dimostrato di voler fare sul serio con questo adattamento. Oltre a fare parte dei nuovissimi Crunchyroll Originals, produzioni animate esclusive su cui la piattaforma sta spingendo moltissimo, lo staff di Tower of God vanta molti nomi di rilievo del panorama anime moderno.

A cominciare dal regista Takashi Sano, rinomato mangaka e animatore che ha partecipato in tempi recenti a lavori quali Princess Principal, Lupin III: Part V e Vinland Saga, fino ad arrivare al compositore australiano Kevin Penkin, autore delle ottime musiche degli anime Made in Abyss e The Rising of the Shield Hero. Lo studio scelto per l'adattamento è Telecom Animation Film, sussidiario di TMS Entertainment, mentre non si conosce ancora il numero di episodi.

L'incipit di Tower of God non si distingue da quello di molti shonen di combattimento. Il protagonista è Bam, un ragazzo cresciuto nell'oscurità e nella solitudine di un mondo misterioso, che vede in Rachel, la ragazza che gli è sempre stata vicino, la sua unica luce e ancora di salvezza.

Un giorno però, Rachel decide di entrare nella Torre di Dio, una struttura gigantesca sulla cui cima si può esaudire qualsiasi desiderio, per poter inseguire il suo sogno di vedere per la prima volta le stelle nel cielo. Dopo averla vista sparire di fronte ai propri occhi, e disposto a tutto pur di rivederla, Bam inizia senza esitazione il lungo, rigido e difficile percorso di scalata della torre.

Un esordio coi fiocchi

Il primo episodio di Tower of God adatta in maniera fedele i primi sette capitoli del webtoon, pur con qualche taglio e semplificazione necessari per poter rispettare il minutaggio standard di una puntata anime (24 minuti). A farne le spese purtroppo è la chiarezza di alcuni passaggi nella prima metà, che lasciano lo spettatore un po' intontito esattamente come il protagonista Bam, alle prese con la sua audace ma avventata decisione di iniziare la scalata della torre.

Fortunatamente l'anime recupera alla grande nella seconda parte proponendo un'ottima sequenza d'azione e gettando le basi per un prosieguo ancora più adrenalinico. Come già detto, si tratta di un'opera che non inventa nulla e che ricalca in tutto e per tutto i topos e gli stereotipi dei manga di combattimento.

Abbiamo infatti il protagonista che parte da zero ma è speciale per sua natura, i test da superare, l'allenamento necessario e così via. I personaggi, le premesse e i numerosi segreti da svelare sono però molto intriganti, e questo esordio getta sicuramente le basi per una storia dall'ottimo potenziale.

Un aspetto del primo episodio che invece ci ha pienamente convinto è il comparto tecnico di qualità elevatissima, che conferma le impressioni che si potevano ricavare già dai trailer. Crunchyroll e lo studio Telecom Animation Film sembrano voler fare davvero le cose in grande, e in questi 24 minuti ci regalano disegni e animazioni di eccellente fattura.

I primi sono dettagliati e caratterizzati da bordi netti e definiti che ricalcano lo stile dell'opera originale, mentre le seconde rendono a meraviglia nelle sequenze d'azione. Completano il tutto gli sfondi, minimali ma efficaci, e la palette cromatica che alterna alla perfezione colori caldi e freddi. Ci auguriamo vivamente che l'intera serie possa mantenere questo livello. Promosse infine le musiche, così come le sigle di apertura e chiusura.

Tower of God Tower of God è sicuramente uno degli anime più attesi e promettenti della stagione primaverile, se non dell’intera annata, e questo esordio conferma le ottime impressioni che abbiamo avuto con il materiale promozionale. Ci troviamo di fronte a una produzione ambiziosa e, probabilmente, con un budget elevato, che si pone l’obiettivo di adattare il manwha trasponendo su schermo tutti i punti di forza che hanno decretato la sua popolarità. Al netto di qualche piccolo sacrificio, la fedeltà al materiale originale sembra assicurata, mentre il comparto tecnico è semplicemente spettacolare. Se continua su questo livello, Tower of God ha tutte le carte in regola per rivelarsi un grande successo anche come adattamento animato.