Recensione AIka

Tanta azione e divertimento, ma soprattutto tantissime ragazze svestite!

Recensione AIka
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

AIKa

Quando per la prima volta vidi il trailer di AIKa rimasi subito...ehm..."affascinato" da questo anime, tanto che sentii l'irrefrenabile impulso di acquistarlo, nonostante potesse essere, visto il genere molto "frivolo", un'emerita stupidaggine. Con mio grande piacere scoprii che i miei dubbi erano per lo più infondati e che mi trovavo di fronte ad un'anime divertente come pochi! AIKa è una serie composta da 7 OAV più un episodio speciale (costituito da qualche spezzone di cartone, video musicali e altri bonus) e può essere fondamentalmente divisa in 2 parti. In un Giappone in gran parte inondato molte compagnie si occupano del ritrovamento di oggetti perduti sotto l'oceano, e in una di queste troviamo la signorina Aika Sumeragi (che come intuirete è la protagonista) e la sua fida assistente Ryon che a causa del loro lavoro si imbattono nel perfido Hagen e nei suoi loschi piani che ovviamente dovranno sventare. Questa è la storia nei primi 4 episodi, mentre nei rimanenti 3 vediamo la nostra eroina alle prese con i rimasugli delle truppe di Hagen. La trama potrebbe anche sembrare banale, ma così non è, perché l'intreccio narrativo è vario e l'azione sempre in primo piano (con una perfetta dose di umorismo), grazie anche alla trasformazione speciale della protagonista e agli esperimenti del cattivone di turno. Ma qual è la particolarità di questo anime?

Mutande!!

Beh, che è leggermente hentai! Tutte le ragazze sono bellissime (penso che sia l'anime con il maggior numero di ragazze splendide della storia), spesso scappa qualche riferimento erotico, e soprattutto il regista ha voluto violare tutte le leggi della fisica riuscendo a inquadrare almeno un paio di mutande per ogni scena, qualsiasi sia l'angolatura!!! E' qualcosa di incredibile, sicuramente merita una lode! Comunque, proprio a causa di questo grazioso particolare, la prima volta che si guarda AIKa si è catturati solo dalle mutande e si fatica a focalizzare il resto: solo con una seconda visione ci si abitua e si può cominciare ad ascoltare i dialoghi e a capire anche la storia. I personaggi sono abbastanza ben caratterizzati, nonostante i pochi episodi. AIKa, la protagonista, oltre a essere bella da far addirittura paura (ma è anche simpatica e intelligente...ebbene si, me ne sono perdutamente innamorato!), viene da un passato misterioso e porta con se uno strano corpetto che le consente di "trasformarsi". Così passa da "sventola bionda" a "donna dei tuoi sogni coi capelli blu e abbronzata". Questo corpetto, che ha praticamente vita propria, la denuda completamente e diventa la sua armatura (bhè in realtà copre a malapena le parti intime...). Oltre a questo cambio estetico naturalmente acquista anche un sacco di poteri e una forza enorme. Non fraintendete comunque immaginando qualcosa alla Sailor Moon, perché davvero siete fuori strada! Passando agli altri personaggi non posso non citare Gust, innamorato di AIKa, e il bellissimo Hagen (uomo che stimo tantissimo! Si è circondato di un esercito di donne meravigliose e inoltre aveva un piano che non posso non condividere...)nonchè la sua stupida sorella. Graficamente siamo su livelli ottimi, con dei disegni davvero molto belli, ma d'altro canto considerato il genere non poteva essere altrimenti. Colori vivi e variegati regnano, mentre l'animazione è su buoni livelli. Un paragrafo a parte meriterebbe la colonna sonora, che a mio parere è davvero stupenda! La sigla iniziale (Silent City) è un mezzo capolavoro, e le musiche durante il cartone sono davvero appropriate e originali. Anche il secondo opening è molto carino.

AIKa Peccato che le lodi tessute finora si possano applicare (a parte la parte tecnica e musicale) solamente al primo arco di storia. Infatti gli ultimi 3 episodi, nonostante siano ugualmente umoristici e divertenti, mancano di una trama solida che faccia loro da sfondo, e pertanto risultano molto meno interessanti. Quindi il mio consiglio è di acquistare le prime 2 cassette: avrete una storia d'azione divertente, originale, veloce, esteticamente accattivante e per di più autoconcludente. Le altre 2 VHS le consiglio solo a chi vuole avere la serie completa.