L'Attacco dei Giganti 4x01 Recensione: inizia la Stagione Finale, è Guerra

Studio MAPPA eredita da Wit l'adattamento anime di Attack on Titan: riusciranno a rendere giustizia all'arco finale? Per ora sembra di sì.

recensione L'Attacco dei Giganti 4x01 Recensione: inizia la Stagione Finale, è Guerra
Articolo a cura di

Sono passati 4 anni dalla battaglia di Shiganshina, quella che ha cambiato tutto. Da allora, in effetti, di rivelazioni ne abbiamo avute. Il finale della terza stagione de L'Attacco dei Giganti (leggi qui la nostra recensione di L'Attacco dei Giganti 3) aveva finalmente scoperchiato quel vaso di Pandora a lungo bramato, svelando la verità sul mondo e sulla mitologia creati da Hajime Isayama.

Di acqua sotto i ponti, da allora, ne è scorsa un bel po'. Nel frattempo abbiamo appreso che Wit Studio avrebbe abbandonato la produzione dell'anime, che il testimone sarebbe passato ai ragazzi di MAPPA, e che la quarta stagione della serie sarebbe stata l'ultima. E mentre persistono ancora dubbi sul numero di episodi de L'Attacco dei Giganti 4, insieme ai timori di un adattamento che renda giustizia alle sconvolgenti pagine dell'arco narrativo finale, non possiamo che accogliere il primo episodio della season conclusiva con eccitazione ed orgoglio.

Perché, in fondo, se l'industria degli anime è cresciuta nell'ultimo decennio, sdoganandosi al grande pubblico e consacrandosi nell'Olimpo dell'intrattenimento, buona parte del merito va anche ad un colossal come Attack on Titan e alla sua capacità di stupire, meravigliare, sorprendere e intrattenere col suo piglio artistico, sonoro e concettuale in tutto e per tutto internazionale. Finalmente la 4x01 è disponibile in Italia, in simulcast grazie a VVVVID: commentiamo insieme, dunque, questo primo appuntamento con la Storia.

La guerra di Marley

Il primo elemento che colpisce chi approccia il primo episodio di AOT 4 è il repentino cambio di prospettiva rispetto alle tre stagioni precedenti. Siamo dalle parti di Falco Grice e Gabi Braum, due giovani cadetti di Marley di discendenza eldiana. L'esercito di Marley è infatti in guerra da quattro anni con i suoi alleati del Medio-Oriente, ma la gloriosa nazione che imprigionò i Giganti può ancora contare sull'apporto militare dei poderosi Titani. In effetti, Falco e Dabi - un ragazzo dal cuore gentile il primo, un'energica e determinata ragazzina la seconda - fanno parte di quella generazione di eldiani cresciuta sotto il giogo militare di Marley, con il solo compito di crescere e venire addestrati come carne da macello. Al termine della guerra, che rappresenta l'esame conclusivo per le reclute di Marley, soltanto uno dei cadetti eldiani potrà ereditare il potere di un Gigante: quello Corazzato, appartenente al famoso Reiner, quasi giunto ormai al termine della breve vita concessa dall'eredità del Kyojin.

Su tutti, è la risoluta Gabi a desiderare ardentemente di diventare il nuovo Gigante Corazzato. al punto che la giovane si offre volontaria per una missione suicida: avvicinarsi alle linee nemiche e sganciare una serie di bombe su un treno corazzato munito di armi anti-Giganti. La guerra, purtroppo, è ad un punto morto: le nazioni rivali, negli anni, sono riuscite ad armarsi per contrastare i Giganti controllati da Marley, ed è solo al termine di uno scontro violento e drammatico - che rischia di far soccombere persino i Titani - che il Corazzato e il Bestia riescono ad avere la meglio sulla flotta nemica, non senza perdite.

L'esercito di Marley e i giovani cadetti eldiani, a quanto pare, possono godersi un meritato riposo. Ma è inutile dire che la tragedia è dietro l'angolo: Marley ha capito che la forza Gigante inizia a diventare obsoleta, che le nazioni nemiche stanno capendo come contrastare il potere di queste straordinarie creature ancestrali. E sembra ovvio, insomma, che il potere del Gigante Fondatore dovrà presto tornare nelle mani della patria.

L'approccio di MAPPA

MAPPA è uno studio relativamente giovane, ma negli ultimi anni ha contribuito enormemente a dare qualità al mondo dell'animazione nipponica. Eppure, i ritmi imposti dall'industria degli anime, uniti alle solite voci di corridoio sui problemi legati alla produzione e alle dinamiche di adattamento dell'arco finale di Attack on Titan avevano sollevato più di un dubbio tra i fan dell'anime.

Stando alla visione del primo episodio, possiamo dire che per adesso i timori sembrano davvero scongiurati. La puntata 4x01 mette sin da subito in campo valori produttivi pazzeschi e la solita eccezionale cura per il dettaglio in fase di character design. Sotto questo aspetto, pur evidenziando alcune sostanziali differenze nel tratto di disegno, dobbiamo dire che il lavoro svolto da MAPPA rende onore all'operato di Wit Studio, e che le matite di questa Stagione Finale garantiscono un'ottima continuità con il comparto grafico delle precedenti edizioni. Studio MAPPA è famoso per la qualità delle sue matite ma anche per l'eccezionale fluidità delle animazioni e l'ottima commistione tra disegno a mano e utilizzo della computer grafica. In tal senso possiamo notare le differenze più avvertibili dell'anime: i Giganti, che nelle season precedenti erano disegnati perlopiù a mano, sono realizzati quasi interamente in CGI.

Il risultato denota qualche differenza rispetto alle precedenti stagioni, e in termini di dettaglio forse il lavoro svolto sul design della Bestia e del Corazzato potrebbe risultare meno certosino. Nel complesso, tuttavia, il risultato di MAPPA ci sembra comunque eccelso, e il maggior impiego di animazione digitale ben si implementa con il resto dell'episodio, creando un'armonia di animazione che rende la puntata in tutto e per tutto spettacolare.

L'approccio creativo di MAPPA è, per adesso, vincente anche sul fronte sonoro: l'opening, minimale ma bellissima, rende davvero bene le atmosfere che permeano questa stagione, e in qualche modo (pur abbracciando sonorità molto differenti) restituiscono un senso di continuità con i brani solenni, epici e drammatici delle prime iterazioni dell'anime. La OST di questo episodio riprende quasi interamente quella proposta nel primo trailer de L'Attacco dei Giganti 4, e risulta davvero coinvolgente: il valore artistico internazionale del prodotto si respira appieno in una prima puntata che, stando alle premesse, garantisce spettacolo per i restanti 15 (o più) episodi.

L'Attacco dei Giganti - Stagione 4 Questo primo appuntamento con L'Attacco dei Giganti 4 sorprende ed intrattiene e non può che lasciare soddisfatti. Sulla carta, l'arco narrativo finale dell'opera offrirà spunti drammaturgici davvero importanti: se la scrittura del materiale cartaceo verrà sorretta da un'impalcatura scenica e grafica degna della qualità delle precedenti stagioni, siamo sicuri che Attack on Titan ci saluterà dall'alto dell'Olimpo dell'animazione nipponica. Per adesso, le premesse ci sembrano del tutto eccellenti.