L'Attacco dei Giganti 4x04: una tempesta alle porte

Il nuovo episodio di Attack on Titan 4 ci proietta verso un'imminente battaglia, intanto la trama procede lentamente su binari politici.

L'Attacco dei Giganti 4x04: una tempesta alle porte
Articolo a cura di

Questa parentesi finale di 2020 ci ha regalato la promessa di un'impennata solenne per L'Attacco dei Giganti 4. La produzione di Studio MAPPA, per adesso, viaggia su binari soddisfacenti, scacciando temporaneamente lo spettro di un adattamento disastrato dal crunch. Sarà forse nelle prossime settimane che l'anime dimostrerà realmente di che pasta è fatto, ma nel frattempo possiamo gustarci il quarto episodio della season finale (L'Attacco dei Giganti 4x04 è ora disponibile su VVVVID): una puntata nuovamente lenta, ma che sul finale (e nel mezzo) regala qualche emozione.

Le manovre di Marley

L'episodio si apre con la visita dei vertici militari marleyani alla magione dei Tybur, facoltosa famiglia in possesso del Gigante Martello (l'unico Titano che, a questo punto, non abbiamo ancora mai visto) nonché discendente dell'eroe che 100 anni prima sconfisse le creature condannando gli eldiani ad un'era di schiavitù e ghettizzazione.

Lord Tybur, giovane e pomposo capofamiglia, assicura ai suoi alleati la propria fedeltà alla patria e che attualmente il Gigante Martello è in possesso di uno dei membri principali della famiglia. Successivamente il nobile organizza una serata di gala a cui partecipano i principali vertici diplomatici delle nazioni confinanti, i quali non vedono ancora di buon occhio la posizione militare di Marley. Sarà solo l'ospitalità di Tybur, che successivamente invita i suoi ospiti ad una rappresentazione teatrale, a placare gli animi di una platea diffidente e convincerli del piano di Marley di invadere l'isola di Paradis con nuove risorse e armamenti. Intanto Gabi e i suoi compagni assistono da dietro le quinte alle manovre diplomatiche dei loro superiori, mettendosi al loro servizio e osservando lo svolgersi degli eventi. Un po' come noi, che in questi primi episodi guardiamo il racconto svilupparsi su binari prettamente politici, aspettando che la tempesta di Paradis si abbatta prima o poi su questa calma scricchiolante. Il momento sta per arrivare, perché la storyline del giovane Falco - già dal precedente episodio - promette risvolti davvero interessanti.

Da una mano all'altra

Falco, infatti, ha fatto amicizia con un misterioso soldato di nome Kruger, un infermo che dimora presso la clinica che accoglie i feriti di guerra. Col passare dei giorni il ragazzo si avvicina molto alla figura di quest'uomo misterioso, arrivando ad accettare alcuni piccoli incarichi per suo conto, come il consegnare una serie di lettere da spedire ad un destinatario che Kruger afferma essere la sua famiglia in una terra lontana.

Il primo piano della scorsa puntata, come pure la voce del personaggio per le orecchie più attente, tuttavia non mentono: quel soldato apparentemente innocuo è in realtà Eren Jaeger, infiltratosi chissà come nella nazione di Marley e pronto a mettere in atto un piano che non ci è ancora noto. Prima che ciò avvenga, per il protagonista, c'è persino tempo per un incontro d'eccezione piuttosto interessante.

Ma è poco prima che l'evento organizzato da lord Tybur che la famosa calma prima della tempesta rischia di sgretolarsi come polvere al vento: raggirato da Eren, Falco attira Reiner in una cantina buia dove l'eroe di Paradis attende il suo vecchio compagno nemico, che sgrana gli occhi con terrore alla vista di quegli occhi verdi che per anni devono aver tormentato i suoi incubi. Sembra chiaro, insomma, che l'inferno stia finalmente per scoppiare.

L'Attacco dei Giganti - Stagione 4 Confermandosi sugli standard qualitativi delle precedenti puntate, anche L'Attacco dei Giganti 4x04 può dirsi promossa, seppur sul piano tecnico ci sia poco da dire nei confronti di una narrazione ancora molto lenta e infarcita di dialoghi. La precisione nei disegni, però, ci sembra del tutto consona alle attese sulla produzione, in particolare in un paio di primi piani assolutamente piacevoli. Sarà a partire dai prossimi episodi che l'anime dimostrerà, probabilmente, il suo reale valore, nella speranza che un po' di sana azione possa scacciare i fantasmi del crunch e inaugurare un 2021 migliore su ogni fronte possibile.