Black Gospel: recensione della graphic novel di Vinci Cardona

Vincitrice del Project Contest 2016, Black Gospel è una storia di frontiera fortemente intrisa di sacralità e simbolismi.

recensione Black Gospel: recensione della graphic novel di Vinci Cardona
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Nel panorama degli autori esordienti del fumetto italiano figura Vinci Cardona, autore di Black Gospel. L'opera, targata Edizioni BD, ha visto la luce come vincitrice del Project Contest, indetto da Lucca Comics & Games e che ogni anno permette la pubblicazione di un lavoro esordiente. Il trionfatore dell'edizione 2016 è appunto lo scrittore e disegnatore di Black Gospel, un'opera dal sapore fortemente particolare e che probabilmente merita la vostra attenzione: noi lo abbiamo letto e, pur con qualche piccola perplessità, lo abbiamo fortemente apprezzato.

Un vangelo western

Black Gospel racconta un'epopea in salsa western, ma intrisa di una serie di temi e riferimenti che vanno ben oltre l'ambientazione da vecchio far west. La storia, infatti, ci racconta una parabola fortemente religiosa, l'avventura di due reietti della società - uno schiavo di colore e una donna criminale, due individui situati tra i gradini più bassi delle gerarchie sociali - alle prese con un viaggio alla scoperta di sé stessi e di un popolo sconosciuto. Black Gospel non è soltanto una storia di frontiera, che rappresenta lo sfondo storico e sociologico in cui si svolgono le vicende dei protagonisti, ma è anche un'interessante metafora religiosa in cui la sacralità e il simbolismo regnano sovrane. A partire dai nomi dei personaggi principali, che ricalcano quelli di figure bibliche più o meno note - ad esempio, i due protagonisti si chiamano Maddalena e Barabba, e così via. Ma è, anche e soprattutto, il senso stesso del loro viaggio ad assumere una connotazione sacrale di cui vuole tingersi la trama: la ricerca di una terra promessa, il senso dell'esodo di un popolo, l'avvento di un giovane profeta destinato a guidare la sua gente e la caccia di un predatore terribile, uno spietato e crudele ranger che minaccia la pace e la stabilità abusando di deboli e innocenti, deciso ad annientare una volta e per tutte la "piaga" dei selvaggi pellerossa. Una storia classica che, grazie ai suoi continui e voluti rimandi sacrali, può essere tranquillamente definita un vero e proprio "vangelo western", un'opera che presenta tantissimi spunti interessanti e incredibilmente maturi.

Un autore esordiente ma già (quasi) maturo

Vinci Cardona ci racconta una storia violenta, cruda ma anche piena di speranza, confezionando una narrazione che a tratti, tuttavia, appare leggermente confusa, pur riuscendo alla fine a trasmetterne tutti i valori che si preoccupa di rappresentare. Black Gospel non brilla particolarmente per ritmo del racconto o qualità dei dialoghi, ma lascia che siano le immagini a parlare attraverso le ottime tavole che compongono l'opera. Un tratto marcatamente autoriale e un ottimo uso dei colori rendono il fumetto di Cardona un'opera dal grande impatto estetico e visivo, un vero e proprio piacere per gli occhi che si lascia guardare con grande piacere. Un po' meno, invece, sul versante della lettura, con una sceneggiatura che non sempre riesce a mettere perfettamente in scena le buone idee che si nascondono dietro il simbolismo della trama e dei personaggi. Nel complesso, però, non possiamo che ritenerci soddisfatti del prodotto finale e promuoviamo Black Gospel consigliandovene la lettura: Vinci Cardona è un nome esordiente del panorama fumettistico italiano ma sembra avere già idee chiare, nonché uno stile sorprendentemente autoriale e maturo per chi, come lui, confeziona un'opera prima di questa caratura. L'acquisto del volume, che può essere effettuato al costo di 13 euro, va sicuramente proposto a chi cerca una proposta diversa dal pop mainstream attualmente presente nell'editoria fumettistica italiana: a Black Gospel va il merito di brillare, tra gli scaffali delle produzioni nostrane, di una luce propria e soprattutto originale .

Black Gospel Black Gospel è un'opera originale e, nonostante si tratti del lavoro primo di un autore esordiente, mostra già una spiccata direzione autoriale in termini soprattutto stilistici. La graphic novel targata Edizioni BD non brilla particolarmente per il ritmo della narrazione, ma offre una visione intensa e particolare di un mondo crudele e selvaggio: un vangelo western che unisce l'epopea e il fascino di una storia di frontiera a una serie di rimandi e simbolismi propri della sacralità cristiana, in un mix che ammalierà i lettori che cercano una lettura diversa tra le proposte sugli scaffali della produzione nostrana.

7.5