Capire, Fare e Reinventare il Fumetto di Scott McCloud: la nuova edizione

Dopo molti anni dall'ultima pubblicazione italiana, BAO Publishing ci ripropone i tre lavori più iconici di Scott McCloud in un formato del tutto inedito.

recensione Capire, Fare e Reinventare il Fumetto di Scott McCloud: la nuova edizione
Articolo a cura di

Oltre vent'anni fa Scott McCloud pubblicò in tre parti quello che è stato a tutti gli effetti il suo capolavoro, tre saggi in stile fumettistico che parlano del Fumetto come medium: Capire, Reinventare e Fare, una vera e propria scuola accessibile a tutti. Le versioni originali sono state pubblicate tra il 1993 e il 2006, dopo un lungo concepimento, mentre in Italia le prime versioni pubblicate sono a nome di Edizioni studio 901 e poi ristampate ad opera di Pavesio, sfortunatamente non più reperibili poiché fuori catalogo già da tempo. Questa assenza nel mercato nostrano è una problematica non indifferente, vista l'importanza che ha avuto e che ha tuttora la serie di saggi Scott McCloud in tutto il mondo, una vera e propria pietra miliare di uno dei massimi teorici viventi delle meccaniche narrative del Fumetto. Vista questa mancanza nel nostro paese, l'editore BAO Publishing ha deciso di riproporre una raccolta di tutti e tre i libri di McCloud in un unico blocco (acquistabile dal 4 ottobre 2018), un'edizione estremamente curata e rigorosa che aiuterà senza ombra di dubbio tutti gli appassionati, e non, ad avvicinarsi ad una delle arti più bistrattate del nostro secolo.

Il Fumetto spiegato in tre fasi: Capire, Reinventare e Fare

Innanzitutto partiamo dalle basi, di cosa parla questo volume e soprattutto qual è il suo intento. Ciò che Scott McCloud vuole fare è sfatare qualsiasi pregiudizio intrinseco nella mente delle persone che sono estranee a questa forma d'arte, un medium che si rivolge anche ad un pubblico giovane, e non esclusivamente ad esso; un mezzo di comunicazione dalle infinite potenzialità, capace di esprimersi a più livelli. L'autore parte dalla definizione di Fumetto di Will Eisner, descritto come "arte sequenziale", per poi svilupparne una propria più dettagliata, a dir poco clinica, così da chiudere ogni scappatoia semantica e dare la possibilità a tutti di vedere il Fumetto sotto un altro punto di vista. McCloud inizia con una fugace, ma necessaria, digressione storica sul fumetto, per poi andare a parlare del suo vocabolario, delle figure iconiche, della mascheratura ma soprattutto la parte riservata al closure, il fenomeno di osservare le parti ma percepire l'intero; continua in questa prima parte del volumone analizzando il rapporto immagini-parole, utilizzando come esempi le tecniche impiegate da alcuni degli artisti più influenti nel campo del Fumetto, descrivendo e intrattenendo splendidamente tutti i concetti nel modo più chiaro possibile, senza dover compiere lunghe ed inutili digressioni li dove non ce n'è bisogno. La seconda sezione, Reinventare il Fumetto, è in grandi linee il seguito del precedente Capire il Fumetto, non ne riprende i temi ma anzi al massimo li sovrappone, si deve quindi vedere la precedente porzione come una massiccia introduzione nata da periodi ed esperienze totalmente differenti. Qui, in questa seconda parte, viene messo sull'ago della bilancia il potenziale del Fumetto sul piano digitale: nel periodo in cui venne ideato il saggio l'America fu travolta dalla novità del Web, una vera e propria innovazione che secondo Scott McCloud ha portato a tre rivoluzioni, tutte riguardanti il computer: produzione digitale, distribuzione digitale, fumetti digitali (quasi una profezia da parte dell'autore che ai tempi ne aveva già avvertito le capacità intrinseche).

La raccolta si conclude con la parte legata alla pratica dove viene spiegato come fare un Fumetto: cosa e come inserire argomenti, personaggi e situazioni all'interno del nostro lavoro, e cosa invece escludere da esso; inquadrare l'azione e guidare l'occhio del lettore; padroneggiare il linguaggio del corpo e le espressioni facciali così da padroneggiare appieno il linguaggio di questo affascinante medium; e tanto altro. Scott McCloud affronta il Codex narrativo del Fumetto in un modo facilmente comprensibile.

A differenza delle altre parti, quest'ultima è maggiormente orientata verso chi questo lavoro lo fa (o vuole farlo) per mestiere, ma non emargina in alcun modo i curiosi. L'autore non offre scorciatoie per il successo, al contrario sottolinea che non ci sono trucchetti capaci di garantirci il suddetto traguardo, poiché questo è un lavoro fatto di tanta fatica e dedizione: «il mondo del Fumetto è un'industria in continua evoluzione, i vecchi formati fanno spazio ai nuovi, giorno dopo giorno scompaiono e nascono nuove industrie, ma i principi narrativi si applicano sempre». I segreti della narrazione che un fumettista dovrebbe conoscere ancor prima di prendere in mano la propria penna sono trattati capitolo dopo capitolo con grande dedizione, sempre sotto forma di quello stile fumettistico e ironico che ha contraddistinto le due precedenti parti.
Ovviamente oggigiorno il panorama mondiale riguardo la visione della gente sulla nona arte è cambiato, si devono quindi prendere con le dovute pinze alcune considerazioni fatte dall'autore che fortunatamente non fanno quasi più parte del nostro mondo, ma nonostante ciò il lavoro svolto da McCloud risulta essere nel complesso un'opera senza eguali, sempre attuale e una fonte di informazioni imprescindibile per chiunque voglia capire cosa è veramente il Fumetto; una pietra miliare facilmente accessibile, ma allo stesso tempo incredibilmente profonda.

La nuova edizione di BAO Publishing

A darci il benvenuto ci pensa Michele Foschini (direttore editoriale di BAO Publishing e fondatore della casa editrice milanese), a fare gli onori della casa tramite una meravigliosa introduzione in cui ci parla in grandi linee del lavoro svolto da Scott McCloud nei suoi tre saggi, guidandoci nella loro lettura; aggiunge parafrasando Scott McCloud: che i buoni maestri sono quelli che permettono all'utente di sperimentare anche infrangendo le regole e di inventare, questa la vera essenza del fumetto. Partendo da questo concetto Foschini consiglia di leggere il libro nel modo in cui più ci aggrada, partendo dal secondo o anche dal terzo tomo, perfino saltando interi argomenti, dopotutto l'importante è capire cosa vuole donarci l'autore con questa lettura.
Dopo questo caldo benvenuto, possiamo iniziare a leggere il nostro volume: dalla natura della narrazione sequenziale, al potenziale rivoluzionario del fumetto, fino alle tecniche narrative più efficaci. Ciò che fa lo staff di BAO Publishing è fornirci un lavoro inderogabile del Fumetto, impacchettandolo con un formato di quasi 800 pagine di altissima qualità e dall'indiscutibile valore culturale. Le persone che hanno collaborato a questa fatica hanno riservato il massimo rispetto verso l'opera originale (dal lavoro di traduzione a quello di lettering e impaginazione), tramite un lavoro lungo e meticoloso su un'opera che porta sulle spalle oltre vent'anni di pubblicazione, e che grazie al raccoglimento in un singolo grande volume riesce a rendere tutto pertinente e attuale nonché comprensibile ai lettori che sono estranei agli avvenimenti del panorama fumettistico americano che hanno interessato l'autore in quegli anni.

Senza dubbio un libro che chiunque dovrebbe avere obbligatoriamente nella propria libreria, specialmente gli appassionati, un meraviglioso esempio di come spiegare concetti a volte difficili nel modo più semplice e divertente possibile; un viaggio in cui l'autore ci porta per mano mostrandoci letteralmente la propria visione del Fumetto (Scott McCloud è presente su carta, riprodotto in uno stile fumettistico molto semplice ed essenziale, ma efficace e soprattutto bello da vedere), mettendo in discussione e a tacere i giudizi malevoli su un tipo di arte sconosciuta a molti.

Capire, Fare e Reinventare il Fumetto Capire, Reinventare e Fare il Fumetto è un delizioso regalo da parte di BAO Publishing, un modo di avvicinare i lettori ad un'opera senza tempo che negli ultimi anni in Italia non ha avuto spazio e voce a sufficienza, ma che con questa edizione può essere scoperta anche dai più giovani. Il lavoro di Scott McCloud riuscirà senza dubbio a fare breccia nei vostri cuori, grazie ad un contenuto culturale di altissimo livello e ad un volume preparato ad hoc da parte di una delle case editrici più importanti del momento: molto bello da vedere e da possedere, un prezzo che vale senza ombra di dubbio l'acquisto.

9