Demon Slayer 3x03: lo scontro si avvicina

Trascorso un altro weekend, Demon Slayer 3 torna su Crunchyroll con un terzo episodio preludio all'ennesimo, adrenalinico scontro contro le Lune Crescenti.

Demon Slayer 3x03: lo scontro si avvicina
Articolo a cura di

Dopo una seconda puntata di transizione (eccovi la recensione di Demon Slayer 3x02) che ci ha illustrato alcuni dei personaggi cardine di questo nuovo cour targato Ufotable, l'avventura nel villaggio dei forgiatori di katana continua, questa volta catapultandoci con velocità al prossimo scontro. Sebbene siano piovute critiche sulla opening di questa stagione di Demon Slayer, l'eccitazione di vedere nuove Lune Crescenti arrivare al villaggio cresce sempre più. Tanjiro, Genya, Tokito e Mitsuri riusciranno a proteggere gli indifesi forgiatori da morte certa? Restando in trepidante attesa di entrare nel vivo dell'azione, andiamo ad analizzare questo nuovo episodio di Demon Slayer 3.

"La katana di più di 300 anni fa"

La misteriosa katana rivede la luce dopo tanto tempo e, proprio grazie ad essa, abbiamo modo di rivedere Haganezuka, ritiratosi in segreto sulle montagne per affinare le sue doti da forgiatore.

Grazie a lui e all'antica spada, Tanjiro potrà riavere indietro la sua arma, ma non prima che il nemico faccia la sua comparsa. Gyokko e Hantengu raggiungono il villaggio dei forgiatori con l'unico scopo di raderlo completamente al suolo e seppellire una volta per tutte chiunque vi dimori. Facciamo così una conoscenza più approfondita della quarta luna crescente: Hantengu, prossimo, importante demone da dover affrontare. Sebbene si sia dimostrato alquanto timoroso fin dal principio, Hantengu nasconde in sé l'ennesimo potere scomodo che lo ha reso degno di divenire uno dei generali al servizio Muzan. Non renderà facile la vita degli ammazzademoni che incontrerà sulla sua strada perché, esattamente come per Daki e Gyuutaro, anche Hantengu sembra in grado di scindere la sua persona in quattro personalità distinte.

Questa particolarità verrà maggiormente svelata grazie all'intervento di Genya. Scattante, veloce e utilizzatore di un'arma unica nel suo genere: la doppietta. Artiglieria assai particolare per un lavoro come il suo, ma altresì precisa ed efficace nelle mani di chi sa maneggiarla. Durante la puntata, torneremo anche dal pilastro della nebbia Tokito Muichiro, non altrettanto solerte, intento a tornare indietro per dare man forte a un villaggio infestato da demoni.

Tante frasi non dette

Con l'inizio di questa nuova settimana, torniamo da Demon Slayer 3 con una terza puntata perfettamente divisa in due spezzoni principali: comicità e azione. Come ben sappiamo, la serie di Kimetsu No Yaiba ha sempre spiccato per la sua ilarità che non ha mai mancato di strappare un sorriso senza cadere eccessivamente nel dissennato.

I primi dieci minuti evidenziano con maggior fermezza questa sua distintiva caratteristica, riportando allo spettatore scenette simpatiche che alleggeriscono il contesto. Ma è proprio la forte quanto piacevole dicotomia tra sorrisi e tragedia che regala a questo episodio un'adrenalinica altalena di emozioni. Si passa quindi da scene divertenti tra protagonisti all'improvvisa imboscata da parte della quarta Luna Crescente, antagonista (insieme alla quinta) di questa stagione. Oltre alla sua personalità all'apparenza fin troppo remissiva, scopriremo che la sua particolarità risiede altrove. Si rivela non essere come gli altri demoni a cui basta tagliare la testa per segnarne la tragica dipartita, tutt'altro. La quarta luna crescente ricerca la decapitazione apposta per sviluppare al massimo il suo potere: quello della moltiplicazione.

Tanto più gli si taglia la testa, tanto più si sdoppia e moltiplica assumendo personalità e poteri ben distinti tra loro. Immancabile è l'affinità parola - significato: anche qui potremmo ben associare i nomi legati ad Hantengu con la loro (ben precisa) personalità.

Ovviamente, al di là di quelli che sono i nemici principali con cui dovrà scontrarsi Tanjiro, a cui viene fornita una motivazione per ora un po' troppo labile di come siano stati capaci di scovare un villaggio così ben nascosto, tante sono le frasi dette e non dette all'interno dell'episodio. Qualcosa si è implacabilmente smosso nell'insensibile Hashira della nebbia, come altrettanti misteri ruotano intorno allo scontroso Genya, ragazzo che nasconde forse fin troppi segreti per essere solo alle prime armi. Insomma, la perspicace disseminazione di indizi aiuta di certo ad incrementare la curiosità di chi guarda.

Menzione d'onore va certamente alla doppietta di Genya, che lo portano sul podio delle armi più birrazze utilizzate da un ammazzademoni, superando persino le doppie spade dell'oramai ex Pilastro del Suono Uzui Tengen.

Un ennesimo, ottimo lavoro

Ciò che spicca maggiormente in questa terza puntata sono le ambientazioni. Dagli sfondi, contorno delle scene comiche con Haganezuka, costellate da colori vividi ma semplici e soprattutto ben sfumati in tre o più tonalità, fino alle realistiche sfocature del bagliore lunare di alcune scene di transizione, il lavoro tecnico esperito da Ufotable continua a stupire nei più piccoli dettagli.

Degni di nota sono sia l'effetto carboncino dato alla nebbia di Tokito Muichiro - tecnica che dà un senso illusorio di distacco con l'ambiente circostante - sia la resa grafica in cgi dei poteri delle diverse personalità della quarta Luna Crescente. Senza dimenticare le straordinarie mutaziooni di Hantengu in tutte le sue forme, che hanno saputo incantare l'occhio in più di un'occasione. Insomma, anche questa volta la computer grafica ha donato allo spettatore una rappresentazione precisa e cromatica delle abilità nemiche.

Demon Slayer 3 In una dicotomia tra comicità e azione, la terza puntata di Demon Slayer 3 si è rivelata nuovamente all’altezza delle aspettative, portando non solo tanti indizi su future rivelazioni relative alle nuove, interessanti personalità del cour, ma anche a livello di comparto tecnico. Con ambientazioni certosine e il giusto alone di mistero aggiunto alla trama, siamo pronti ad entrare nel vivo dell’azione contro la temibile quanto intrigante quarta Luna Crescente, Hantengu.