Netflix

Durarara!!X2: Recensione finale del folle anime su Netflix

Il verdetto finale su Durarara!!X2, seguito di Durarara!! tratto dalle popolari novel di Ryogo Narita e recentemente aggiunto al catalogo Netflix!

recensione Durarara!!X2: Recensione finale del folle anime su Netflix
Articolo a cura di

Ryogo Narita, amato autore di light novel, è celebre soprattutto per la serie Baccano! per la quale ha ricevuto il Gold Prize (il secondo posto, per così dire) al nono premio Dengeki, forse il più prestigioso concorso Giapponese per novel. Nel 2004 ha cominciato a lavorare assieme all'illustratore Suzuhito Yasuda a una nuova serie intitolata Durarara!!, pubblicata per la ASCII MediaWorks e del quale il tredicesimo e ultimo volume è stato rilasciato nel gennaio del 2014. Ottenuto un notevole successo, la serie di light novel è stata adattata in manga e in serie anime. I primi tre volumi sono stati adattati in una serie animata omonima in 24 episodi (più due OVA) realizzata dallo studio Brain's Base e diretta da Takahiro Omori, mentre i successivi 10 volumi sono stati adattati in una seconda serie, Durarara!!X2, divisa a sua volta in tre archi narrativi: Durarara!!X2 Shou, Durarara!!X2 Ten e Durarara!!X2 Ketsu (shou, ten e ketsu corrispondono a tre dei quattro atti canonici in cui si suddivide un'opera narrativa cinese o giapponese secondo il criterio kishoutenketsu: introduzione, svolgimento, twist, conclusione) in 12 episodi più un OVA ciascuna, sempre per la regia di Omori ma realizzate dallo studio Shuka. Attualmente sono stati resi disponibili su Netflix tutti e 36 gli episodi appartenenti a Shou, Ten e Ketsu senza però il film extra, per il quale non sappiamo se è previsto un eventuale caricamento successivo. Ricordandovi che è preferibile non vedere questa serie senza prima aver visto almeno Durarara!!, cerchiamo di fare il punto su questo pazzo anime ambientato in una versione fantastica di Ikebukuro, quartiere settentrionale di Tokyo.

Shou/Svolgimento

L'arco narrativo intitolato "Shou" comincia con un adrenalinico inseguimento in moto. La Dullahan Celty Sturluson sfreccia per le vie di Ikebukuro tallonata dalla polizia, da una troupe giornalistica e da una torma di teppisti a causa della taglia di dieci milioni di yen messa sulla sua testa (si fa per dire) da Max Sandsheld della Jack-o-Lantern, produttore di Yuhei Hanejima che prosegue la sua vita nel mondo dello spettacolo mentre continua la romance fra Mikado Ryuugamine, fondatore dei Dollars, e Anri Sonohara, dolce ragazza con gli occhiali che ospita in segreto all'interno del proprio corpo una spada maledetta chiamata Saika. Tra un inseguimento e l'altro Celty e il medico clandestino dottor Shinra Kishitani convivono piuttosto felicemente nonostante l'attenzione dell'opinione pubblica nei confronti del cosiddetto Centauro senza testa e i curiosi esperimenti svolti su di lei dal padre di Shinra, Shingen (precedente possessore di Saika) e dalla sua procace consorte Emilia.

Molti i personaggi notevoli, fra cui l'ambiguo Kuronuma Aoba, l'assassina russa Vorona, il serial killer noto come Hollywood (la cui identità e il cui passato saranno rivelati nel corso di una serie di toccanti flashback) che "opera" mascherato da mostro mentre infuria una guerra fra bande, la piccola Akane e le due sorelle di Izaya, Kururi e Mairu Orihara, gemelle ossessionate dall'idea di distinguersi l'una dall'altra al punto che alle scuole elementari hanno scelto le proprie rispettive personalità lanciando una moneta. Dal punto di vista grafico Shou non si discosta troppo dalla serie originaria se non forse in un minore dettaglio negli sfondi. La narrazione, ricca di paradossi ed esagerazioni, è condotta in maniera non lineare, con abbondanza di rotture della quarta parete, analessi, prolessi e divagazioni. Unico difetto di questo primo arco della seconda stagione di Durarara!!X2 è forse solo il relativo poco spazio dato ai protagonisti della prima serie, per dare respiro ai nuovi divertentissimi personaggi, alcuni dei quali dovranno però attendere gli archi successivi per essere sviluppati adeguatamente.

Ten/"Twist"

Se Durarara!! ha un pregio oggettivo è la capacità di intrecciare i destini dei suoi personaggi in modo imprevedibile ma al tempo stesso perfetto. La costruzione della serie, con la sua narrazione non lineare, permette allo spettatore di fruire più volte gli stessi frammenti di tempo mostrandoli dal punto di vista di più personaggi alternativamente, in modo da aggiungere dettagli qui e là fino a far emergere lentamente un affresco concepito con cura maniacale. Questo secondo arco narrativo di Durarara!!X2 comincia grosso modo dove il precedente si era concluso: la guerra fra bande e la parallela guerra fra le famiglie mafiose si sono concluse ma quello che ne ha pagato il prezzo maggiore è stato Izaya, ferito da "Jinnai Yodogiri" e costretto ad annoiarsi in ospedale, almeno fino all'arrivo di un oscuro personaggio del suo passato. Mikado, perduto il controllo sui Dollars, lascia emergere lentamente il proprio lato oscuro. La guerra fra i Dollars e i Toramaru di Saitama si è spenta dopo una catartica scazzottata interrotta malamente dal fortissimo Shizuo Heiwajima, ma il giovane fondatore dei Dollars è sempre più intenzionato a riportarli all'antico splendore servendosi di Aoba e dei Blue Squares. Intanto Shizuo si dà alla fuga a causa di un'accusa di omicidio, Namie Yagiri appare sempre più pressata da sentimenti vagamente incestuosi e tiene d'occhio la relazione di Mika Harima e suo fratello Seiji, che dal canto suo è sempre più ossessionato dalla testa di Celty mentre, come sempre, Izaya - vero e proprio agente del Caos - manipola tutto e tutti a suo piacimento. Nel frattempo, intoccati come sempre, Shinra e Celty si aggirano in questo scenario sanguinoso e misterioso con leggerezza forti del loro bizzarro amore. A dispetto del nome, forse Ten rispetto a Shou risulta piuttosto interlocutoria anche se concede un po' di spazio aggiuntivo a personaggi lasciati in ombra nel precedente arco, come la coltissima Vorona o il temibile Akabayashi o le sempre più inquietanti Namie e Mika.

Ketsu/Conclusione

Ancora una volta al centro delle vicende di Durarara!!X2 c'è lo scontro fra le color band. Kadota è stato investito e si trova in ospedale; Mikado prosegue la sua guerra su due fronti, quello interno (allontanando con la violenza i membri più ingestibili dai Dollars) e quello esterno, contro le Bandane Gialle del suo amico/rivale Masaomi Kida. Come dice lo stesso Mikado, il filo che li unisce è tanto intricato che l'unico modo per risolvere la questione è bruciarlo per ricominciare daccapo. Intanto infuria un'altra guerra, più sottile, fra Izaya Orihara e il gruppo Jinnai Yodogiri, che pare avere a che fare con la spada Saika e con la testa di Celty, risultando quindi coinvolto nella maggior parte delle vicende soprannaturali che sconvolgono Ikebukuro. Turbati dalla piega che stanno prendendo gli eventi, la Nebula, Celty, Shinra, Namie, Shinji e Mika uniscono le forze per risolvere la situazione una volta per tutte mentre si preparano una serie di scontri che promettono di alterare per sempre lo squilibrato equilibrio che governa Ikebukuro: da un lato Mikado contro Masaomi, dall'altro Izaya contro Shizuo. È la resa dei conti, la vicenda personale di Celty Sturluson si conclude anche se non tutti i nodi affrontati nel corso di questo rocambolesco viaggio lungo 36 episodi vengono sciolti. Quella che ci viene offerta è una fine forse meno incisiva di quanto ci si sarebbe aspettato ma comunque, in qualche strano modo "alla Durarara!!", risulta commovente ed emozionante. Come detto e ripetuto, a fronte di una trama intricata e fantasiosa l'elemento di spicco della serie resta comunque la costruzione dei personaggi, su cui svettano quelli che ne rappresentano cuore e anima: il villain Izaya, amato e odiato dagli spettatori di Durarara!!, che si riferisce sempre agli umani come se non facesse parte della loro stessa specie, e ovviamente la meravigliosa Dullahan Celty, forte di una costruzione che riesce a renderla espressiva pur priva della testa grazie all'eccellente lavoro di animazione svolto sull'ombra nera che le sbuca dal collo, sensuale nonostante la sua natura non-umana, il cui rapporto con Shinra è sempre foriero di divertimento e tenerezza. E siamo giunti alla fine del nostro viaggio. Come abbiamo detto, Ketsu corrisponde alla conclusione, anche se le vicende di Durarara!!X2 proseguono nella serie di light novel intitolata Durarara!! SH, che ci attendiamo venga prima o poi adattata anch'essa in una serie anime.

Bislacco senso di aberrazione

Rubiamo le parole di Vorona, pronunciate durante una poco elegante fuga a piedi, ritenendole adatte a descrivere questa serie e quel bizzarro sentimento che ha il potere di lasciare nello spettatore. Durarara!!X2 è una serie complessa, caratterizzata da una vasta corte di personaggi molto diversi tra loro e da una confusa, disturbante allegria. Quasi nessuno dei personaggi messi in campo è davvero ciò sembra, quasi ognuno di loro nasconde un segreto, che sia una spada demoniaca sigillata all'interno del corpo o l'affiliazione a una pericolosa famiglia mafiosa, e nonostante la negazione iniziale di Mikado (che corrispondeva forse anche a una sua speranza) tutti hanno saputo evolversi e cambiare rispetto al principio della vicenda. Oltre a dare libero sfogo ad una fantasia apparentemente senza limiti, Durarara!!X2 affronta anche temi delicati come il bullismo, la depressione, il suicidio. Forte di un comparto tecnico di buon livello come ci si aspetta da uno studio nato da una costola di Brain's Base, di un buon - anche se un po' convenzionale - character design e di un eccellente accompagnamento sonoro, la nuova aggiunta al catalogo Netflix di Luglio 2018 è un ottimo prodotto, adatto a chi non teme misteri insolubili e vicende cervellotiche e non cerca l'azione ad ogni costo.

Durarara!!X2 Una fantasia sfrenata, amori non convenzionali, amicizie complicate, segreti infamanti, maledizioni, spade parlanti, un pizzico di prurigine qui e là: questi gli ingredienti principali di una serie di buona fattura, forse un po' dispersiva e confusionaria, ma che sa colpire lo spettatore affrontando temi non semplici e con colpi di scena assolutamente imprevedibili. Sul versante tecnico non c’è nulla di particolare da segnalare: ci troviamo di fronte a un lavoro con buoni disegni e character design, ottime animazioni e colori piacevolmente tenui. Splendide le colonne sonore e le opening, fra cui la migliore è probabilmente la prima, l’adrenalinica Headhunt degli Okamoto’s. Dal punto di vista narrativo Durarara!!X2 lavora per accumulo, proponendo tonnellate di personaggi bislacchi e adorabili, ognuno a modo suo, con le loro storie, i loro amori, il loro odio. Penalizzata forse da una conclusione un po' fiacca, Durarara!!X2 è una serie da guardare con attenzione per seguire una trama che procede con abbondanza di flashback e flashforward e che si sviluppa senza lasciare mai allo spettatore troppi punti di riferimento. Perdersi nel racconto è un attimo e anche per questo consigliamo senz'altro di seguire la serie, caricata recentemente su Netflix, solo dopo aver recuperato la prima.

7.8