Lupin III: L'ultimo Colpo, Recensione del 21° special TV della serie

Questa sera, in seconda serata su Italia 1, arriva il 21° special TV della serie, che porta il ladro gentiluomo alla ricerca di un'antica arma.

recensione Lupin III: L'ultimo Colpo, Recensione del 21° special TV della serie
Articolo a cura di

Altra settimana, altro giro con Lupin III: questa sera Mediaset Italia 1 trasmetterà L'Ultimo Colpo, 21° special TV della trasposizione animata ispirata al manga del leggendario Monkey Punch. Questo lungometraggio fu trasmesso per la prima volta ne 2010 in Giappone, mentre soltanto nel 2012 il network italiano lo acquisì per la messa in onda nel nostro Paese: anche stasera (sabato 10 marzo) Italia 1 dedicherà il suo solito slot della seconda serata - dopo il consueto film della prima serata - a uno degli special TV dedicati al ladro gentiluomo. Ogni volta si fa un passo indietro, e dopo aver visto gli special 24, 23 e 22 (conditi da qualche altra perla come il primo film della serie del 1978 o i crossover con Detective Conan) è ora di concentrarci su Lupin III: L'Ultimo Colpo, che sarà trasmesso a partire dalle 22:55 di stasera su Italia 1 e sarà seguito da un nuovo episodio di La Donna Chiamata Fujiko Mine.

Di nuovo in Italia

Sembra proprio che il Bel Paese sia piuttosto caro al nostro amato ladro gentiluomo e ai suoi due compagni di avventure, Jigen Daisuke e Goemon Ishikawa XIII. All'inizio de L'ultimo colpo, infatti, ritroviamo Lupin coinvolto in un prezioso furto in Italia, braccato come sempre dall'instancabile Keichi Zenigata, ispettore dell'Interpol la cui unica ragione di vita è la cattura dell'abilissimo ladro: obiettivo di Lupin e dei suoi è quello di rubare un'antica statuetta raffigurante un Buddha, che pare possa svelare l'ubicazione di una potente e storica arma creata da un gruppo di scienziati italiani rifugiatisi in Giappone nel sedicesimo secolo per scampare alle crudeli persecuzioni della Chiesa - che, come ben sappiamo, in quell'epoca demonizzava gli uomini di scienza, che cercavano di dare una spiegazione razionale a certi fenomeni che, per la religione, erano frutto di miracoli, magie e misteri. Dopo un inseguimento iniziale al cardiopalma, in cui come al solito Lupin e Zenigata si destreggiano tra auto, camion e biciclette in una sequenza davvero spettacolare - la prima, per fortuna, di una lunga sequenza nel corso dei 90 minuti di durata della pellicola - le cose ovviamente si metteranno male per tutti i protagonisti: Morgana, il capo di una setta decisa a ristabilire l'Impero Romano, tenta di appropriarsi della statuetta per recuperare e controllare l'arma, e sopraggiungeranno altri personaggi come Asuka, ultima discendente di un clan di Ninja (i Fuma) incaricati di proteggere l'arma, in un mosaico di comprimari che riuscirà a tener testa finanche agli inossidabili protagonisti.

Uno special meritevole

Lupin III: L'ultimo colpo è uno di quegli special TV che andrebbero visti anche da chi, super appassionato del franchise, ha già divorato ogni versione (cartacea, animata o filmica) del ladro gentiluomo. Sembra che la filmografia di Lupin III sia capace di sfornare prodotti validi solo a cadenza alternata (per esempio il 22° special intitolato La pagina segreta di Marco Polo ci ha lasciato con una sensazione di delusione, mentre quelli successivi e già trasmessi su Italia 1, come Il sigillo di sangue per esempio, sono risultati essere davvero godibili), e per fortuna questa settimana ci tocca guardare una produzione di livello davvero discreto, forse non all'altezza delle migliori fin qui viste ma senza dubbio godibile e valida. La narrazione dello special - a differenza di altre, più claudicanti, lente e con personaggi e storyline prive di spessore - scorre piacevolmente, impreziosita da sequenze d'azione ben realizzate e in grado di intrattenere fino alla fine, grazie anche a una splendida battaglia finale che coinvolge Lupin e i suoi amici contro il perfido Morgana.

Ma al di là di quella semplice "pornografia" derivata da spari, esplosioni e combattimenti, L'ultimo colpo riesce a intrattenere anche e soprattutto sul piano dello sviluppo narrativo e dei suoi personaggi, con antagonisti e comprimari che riescono a fronteggiare il carisma degli attori principali. Anzi, il 21° special TV della serie riesce anche a sorprendere lo spettatore con un paio di spunti, regalando uno o due colpi di scena sulla sorte di qualche protagonista che (seppur, nell'economia del franchise, può sembrare ininfluente) riesce ad attribuire un po' di brio e di originalità alla trama proposta. Buoni, anche se non certo rivoluzionari o particolarmente originali, i disegni, con un character design sempre calzante per i personaggi principali ma a tratti anonimo per quelli secondari: in generale, il comparto artistico di ogni film su Lupin è quasi sempre piuttosto godibile, impreziosito dalla ormai iconica colonna sonora che riceve puntualmente sempre nuovi arrangiamenti, e in questo senso possiamo definirci discretamente soddisfatti per il lavoro svolto su L'ultimo colpo, un'opera di animazione realizzata (ricordiamolo) quasi dieci anni fa.

Lupin III: L'ultimo colpo La filmografia di Lupin III è così vasta che è facile perdersi tra produzioni mediocre e altre più valide. Il lavoro che stiamo svolgendo, approfittando della messa in onda settimanale che Italia 1 sta dedicando al franchise, serve proprio ad aiutarvi a selezionare i prodotti più validi tra gli special TV della serie di Monkey Punch. In questo senso, Lupin III: L'ultimo colpo è una delle storie più godibili che possiate reperire, con una narrazione incalzante e qualche spunto originale, il tutto impreziosito da un comparto artistico che non fa miracoli, ma riesce a regalare quella sensazione di familiarità quando si guarda un prodotto di Lupin.

7.2