Ninja Scroll: la Recensione del film di Yoshiaki Kawajiri, ora in Blu-Ray

Gli 8 Demoni di Kimon minacciano il Giappone: spetterà al ronin Jubei salvare la sua stessa patria dalla malvagia avidità di un mostro.

recensione Ninja Scroll: la Recensione del film di Yoshiaki Kawajiri, ora in Blu-Ray
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Molti di noi hanno conosciuto e amato la MADHOUSE solo in tempi recenti, grazie alla prima stagione dell'adattamento anime di One-Punch Man. Ma è anche scavando indietro negli anni che si scovano alcuni piccoli capolavori prodotti dallo studio nipponico: uno di questi è Ninja Scroll, film d'animazione del 1993 diretto da Yoshiaki Kawajiri. Il successo dell'opera fu tale che la sua influenza raggiunse anche il cinema d'occidente (come ad esempio Matrix), mentre il suo dietro le quinte compare finanche in un celebre documentario sull'animazione nipponica intitolato The Animatrix.

Non solo: circa dieci anni dopo la release cinematografica, nel 2003, in Giappone nacque addirittura un sequel televisivo intitolato Ninja Scroll: The Series. Oggi noi ripercorriamo e riscopriamo il lungometraggio, che Koch Media e Anime Factory hanno distribuito in un'edizione Blu-Ray. Tuffiamoci in un Giappone feudale antico e mistico, all'epoca del tramonto dei samurai e all'alba della corsa all'oro.

Ronin, ninja e samurai

Siamo nell'Era Edo, un Giappone feudale fatto di violenza, brigantaggio e piccole realtà rurali. Il potere è nelle mani dello Shogunato dei Tokugawa, ma un'antica setta di ninja oscuri intende appropriarsi della reggenza del Paese proteggendo un antico tesoro spagnolo andato perduto durante un naufragio molti secoli addietro.

Genma, il leader del gruppo, è un essere spietato e incredibilmente forte e incarica otto guerrieri dai poteri sovrannaturali di proteggere l'oro da qualunque minaccia. Gli 8 Demoni di Kimon sono a loro volta shinobi e samurai di incredibile talento, ciascuno in possesso di una capacità unica e fuori dal comune; la storia inizia quando una squadra di ninja del clan Koga viene incaricato di indagare su una serie di misteriosi omicidi. Il gruppo viene attaccato e trucidato in massa da Tessai, guerriero demone della roccia, e solo la kunoichi Kagero sembra riuscire a sopravvivere per raccontarlo.

La donna, però, vien catturata dal nerboruto aguzzino, che si prepara a stuprarla in un vecchio capanno, quand'ecco che dal nulla compare un individuo stravagante. È un ronin, un samurai errante, a sua volta estremamente abile e pressoché infallibile nell'arte della spada: il suo nome è Jubei Kibagami (che nell'edizione italiana di Ninja Scroll fu doppiato da un Claudio Moneta in grande forma) ed è il protagonista del nostro racconto.

Dopo aver salvato Kagero dalle grinfie del primo degli 8 Demoni di Kimon, Jubei si ritrova coinvolto in una serie di eventi molto più grandi di lui. Ingaggiato con l'inganno dal vecchio Dakuan, un'anziana spia dello Shogun incaricata dai regnanti di sterminare coloro che minacciano la famiglia reale, Kibagami è costretto ad adempiere ad una missione suicida: dare la caccia ai restanti sette guerrieri di Kimon e sterminare coloro che minacciano di rovesciare lo Shogunato Tokugawa.

Da incarico imposto contro la propria volontà, però, quella del nostro eroe diventa ben presto una crociata personale, non appena Jubei scopre che Genma (il leader dei demoni di Kimon) è lo stesso criminale che credeva di aver ucciso anni prima.
Dal punto di vista del canovaccio, di primo acchito, Ninja Scroll potrebbe non risultare particolarmente originale: un'ambientazione a metà tra lo storico e il fantasy, piena di folklore nipponico, che ben presto si trasforma in un rocambolesco scontro dietro l'altro a suon di tecniche e fendenti di katana all'ultimo sangue.

Ciò che rende il film una vera e propria perla nel suo genere è, oltre al comparto tecnico di cui parleremo tra poco, la caratterizzazione del suo stesso worldbuilding e dei personaggi. Nonostante l'incedere velocissimo della trama, che introduce gran parte di eroi e antagonisti privandoli di un vero e proprio background, Ninja Scroll confeziona una narrativa appassionante e stratificata, un ritmo elevatissimo e un immaginario potente abbastanza da donare spessore a ogni personaggio. Nell'arco di circa 90 minuti il film di Kawajiri mette in scena uno showdown poderoso, climatico, che inizia già dai primi istanti della pellicola e si consuma fino alla battaglia finale, che a sua volta intavola uno scontro esagerato, solenne.

Nonostante il sovrannaturale prenda spesso il sopravvento sull'incedere della storia, però, lo stile tipico del Giappone feudale non smette mai di essere il tema trainante del racconto: combattimenti tra ninja, duelli tra samurai, acrobazie portentose tra gli alberi e danze sinuose nelle foreste di bambù. Quelli che potrebbero apparire come dei banali cliché di linguaggio visivo si trasformano, in Ninja Scroll, in una regia attenta, decisa e imponente.

Una gioia per gli occhi

Dal punto di vista grafico Ninja Scroll rappresenta un vero e proprio miracolo di tecnica. Un character design non proprio originalissimo si fa perdonare grazie a un disegno estremamente dettagliato, chiaro, pulito. Ogni personaggio incarna svariati stereotipi estetici del cinema di genere, eppure risulta caratterizzato a sufficienza da diventare credibile. Ma sono soprattutto le animazioni, vero fiore all'occhiello della produzione, a stupire per la fluidità e la spettacolarità di certe coreografie. L'estro di artisti, designer e animatori rese Ninja Scroll un film a dir poco sublime per il suo tempo, ma ancora oggi la pellicola ci sembra invecchiata estremamente bene, in grado di non far sentire più di tanto il peso dei propri anni.

L'unico vero peccato è che anche l'edizione Blu-Ray, nonostante l'alta definizione, non permette una visuale in 16:9, relegandoci forzatamente all'utilizzo del 4:3. In compenso l'edizione home video confezionata da Koch Media risulta estremamente godibile anche senza il formato a tutto schermo: la palette cromatica, l'ottimo design e il comparto tecnico sopraffino rendono Ninja Scroll un prodotto davvero immortale, al pari dei guerrieri che ne popolano le storie.

Ninja Scroll Ninja Scroll è un'antica leggenda di cui si odono ancor oggi i potenti echi. Nonostante la premessa non proprio originalissima, il film anime riesce a stupire ancora oggi per una serie di fattori, su tutti la caratterizzazione del suo worldbuilding e un comparto tecnico potente e mozzafiato. La narrativa è appassionante sin da subito e riesce a farci apprezzare i suoi eroi introducendoci man mano a un cast di grande spessore. Grazie all'edizione home video Blu-Ray di Koch Media e Anime Factory guardare le gesta del ronin Jubei non è mai stato così bello.

8

Altri contenuti per Ninja Scroll