Amazon Prime Video: gli anime da recuperare ad ottobre 2020

Vediamo quali sono gli anime arrivati nel corso di settembre su Amazon Prime Video, da vedere e recuperare ad ottobre.

rubrica Amazon Prime Video: gli anime da recuperare ad ottobre 2020
Articolo a cura di

La piattaforma streaming di Amazon diventa sempre più ricca mano a mano che vengono aggiunti nuovi titoli nel corso dei mesi, per riuscire ad accontentare i gusti dei numerosi iscritti. Ovviamente, non potevano mancare alle attenzioni del colosso americano gli anime: Amazon Prime Video vanta un catalogo dedicato all'animazione giapponese che diventa sempre più vasto e variegato, tra vecchie serie e titoli in esclusiva. Cerchiamo di vedere, dunque, quali sono gli anime arrivati a settembre, da recuperare nel corso di ottobre.

DamePri Anime Caravan

Conosciuto anche con il titolo di Dame x Prince Anime Caravan, la produzione segue le vicende di Ani Inako, unica principessa del piccolo regno di Inako, racchiuso tra due stati più grandi: Mildonia, un nazione militare, e Selenfaren, stato teocratico devoto alla divinità Saint Philia.

Ani viene inviata alla cerimonia della firma del trattato di pace, che potrebbe porre fine alle ostilità tra Mildonia e Selenfaren. La principessa spera di poter prendere parte ad un evento tranquillo, senza intoppi e complicanze di alcun tipo.

La situazione prende una piega inaspettata quando Ani incontra gli eccentrici principi dei due regni. Dopo che il trattato è stato stipulato, la principessa ed i regnanti delle varie nazioni dovranno accettare le proprie differenze, per poter convivere insieme e per garantire un duraturo periodo di pace.

DamePri Anime Caravan, primo lavoro di Studio Flat, è l'adattamento dell'omonimo otome game (genere di videogiochi in cui la protagonista deve riuscire a conquistare uno dei numerosi pretendenti) sviluppato da NHN PlayArt per smartphone, ed ha debuttato nel gennaio del 2018. In Italia la serie è arrivata nello stesso periodo su VVVVID, con sottotitoli in italiano; da settembre è disponibile anche su Amazon Prime Video.

I Figli del Mare

Ruka è una ragazza annoiata e ribelle, motivo per il quale viene esclusa per l'intera durata delle vacanze estive dalle attività del club scolastico di cui fa parte. Non sapendo come trascorrere l'estate, la studentessa decide di visitare l'acquario del padre a Tokyo, dove incontra Umi e Sora, due ragazzi che si dice siano cresciuti con i dugonghi.

Ruka scopre che i due fratelli hanno una particolare connessione con l'oceano e con le creature del mare, ed inizia a sentire anche lei di avere un legame con il mondo marino.

Sembra che Umi e Sora siano collegati ad una serie di inspiegabili eventi che si stanno verificando: come l'arrivo di animali marini lontani da casa e la sparizione di creature dagli acquari di tutto il mondo. Ruka dovrà scoprire qual è l'origine dei poteri di Umi e Sora.

I Figli del Mare è un film tratto dall'omonimo manga di Daisuke Igarashi (edito in Italia da Panini Comics) e diretto da Ayumu Watanabe. La pellicola è arrivata in Italia il 2, il 3, e il 4 dicembre scorsi al cinema grazie a Dynit, e finalmente ora è disponibile a tutti gli abbonati ad Amazon Prime Video.

5 cm al secondo

Dopo il successo del primo film, Oltre le nuvole, il luogo promessoci, il regista Makoto Shinkai è tornato dietro la macchina da presa per dirigere una nuova pellicola: 5 cm al secondo.
Il film è diviso in tre episodi focalizzati sulla crescita di Takaki Tono e Akari Shinohara, amici d'infanzia che scoprono di provare un sentimento ben più forte di una semplice amicizia.

Purtroppo, i due sono costretti ad allontanarsi, perché Takaki deve trasferirsi in un'altra città, ma prima di separarsi si promettono di continuare a restare in contatto. Nonostante i buoni propositi, poco alla volta la lontananza inizia a pesare sulla loro relazione ed il divario tra Takaki e Akari diventa sempre più grande, fino a perdere del tutto i rapporti.

Tuttavia, il giovane non ha mai dimenticato i bei momenti trascorsi con Akari, anche quando nella sua vita arriva Kanae, e spera di poter rincontrare ancora una volta il suo primo, vero amore. Per altri dettagli leggete la nostra recensione di 5 cm al secondo.

Resident Evil: Vendetta

Il survival horror a tema zombie Resident Evil (noto in Giappone con il titolo Biohazard), sviluppato da CAPCOM, ha forse bisogno di poche presentazioni: la saga è nata nel 1996 e nel corso degli anni, tra serie principale e spin-off, è riuscito a farsi conoscere in tutto il mondo. Il successo della saga ha portato anche alla realizzazione di film in live action di produzione hollywoodiana, tre film d'animazione in CGI.

Inoltre, ad agosto è stata annunciata una serie tv live action prodotta da Netflix e recentemente, nel corso del Tokyo Game Show, è stato mostrato il trailer di Resident Evil: Infinite Darkness, serie tv animata che debutterà nel 2021 su Netflix.

Resident Evil: Vendetta è il terzo lungometraggio in CG (dopo Degeneration e Damnation) e segue le vicende del capitano della B.S.A.A Chris Redfield, il quale è al comando di un gruppo di uomini che sta investigando su una villa infestata da un nuovo tipologia di non morti, che sembra essere al centro del contrabbando di armi biologiche. Il comandante trova Glenn Arias, un contrabbandiere del mercato nero ricercato dall'Interpol, che riesce a fuggire prima di essere catturato.

In seguito, nei laboratori nascosti all'interno della villa, Chris incontra la dottoressa Rebecca Chambers, che sta sviluppando un vaccino per contrastare il pericoloso virus: i due subiscono l'attacco di uno dei fedeli ricercatori di Glenn, ma riescono a mettersi in salvo. Dopo l'attentato, Chris e Rebecca si uniscono all'agente della DSO Leon Kennedy, e si dirigono a New York dove Glenn Arias vuole diffondere il letale virus.

Resident Evil: Vendetta è uscito nelle sale cinematografiche giapponesi nel 2017, in Italia, invece, è arrivato direttamente in home-video nel 2019. Nel mese di settembre, la pellicola si è aggiunta al catalogo anime di Amazon Prime Video, con doppiaggio italiano.

Escaflowne - The Movie

I cieli di Escaflowne è una serie dello studio Sunrise che ha debuttato nel 1996 (in Italia nel 2000) che ha convinto sia il pubblico che la critica, perché è riuscito a mescolare magistralmente il fantasy alla fantascienza. Dopo il successo dell'anime, nel 2000 esce Escaflowne - The Movie, realizzato da Sunrise, con la collaborazione dello studio Bones, che ripercorre le vicende della serie principale, con alcune differenze narrative.

Hitomi Kanzaki è una liceale depressa che a sua insaputa viene trasportata a Gaia, un mondo fantastico dilaniato da sanguinose guerre. Hitomi si risveglia all'interno dell'Escaflowne, un particolare mecha, ed incontra Van, giovane principe di Adom, il quale vorrebbe controllare l'Escaflowne per eliminare i nemici che minacciano la sua terra natia.

La protagonista, confusa da quanto sta accadendo, trasforma il mecha in una pietra rosa. Con l'aiuto del gruppo rivoluzionario Abaharaki, guidato da Allen, Hitomi e Van verranno gettati nel cuore della guerra e dovranno cercare di salvare Gaia dalla distruzione.

Redline

Ogni cinque anni si svolge la Redline, una delle più attese gare automobilistiche dell'universo, il cui circuito cambia di volta in volta, venendo annunciato solo pochi giorni prima dell'inizio dell'evento. Sono ammesse solo vetture su ruote e non ci sono regole: durante la gara è concessa ogni tipo di azione pur di vincere.

Al nuovo evento di Redline che si svolge sul pericoloso pianeta di Roboworld, partecipa anche lo spericolato pilota JP, che dovrà vincere a tutti i costi la gara più folle dell'universo, ma i concorrenti sono agguerriti.

JP non vuole certo arrendersi tanto facilmente ed è pronto a gareggiare contro Sonoshee McLaren, la seconda umana, dopo di lui, a partecipare alla Redline.
Redline è un lungometraggio realizzato dallo studio Madhouse, distribuito nel 2009 ed arrivato in Italia nel 2011 grazie all'editore francese Kazé.

Dopo essere approdato su VVVVID, Redline è da poco disponibile anche a tutti gli abbonati di Amazon Prime Video, sia in lingua originale con i sottotitoli, sia con doppiaggio italiano.