Netflix

Netflix: le serie e i film anime in arrivo a maggio 2021

Da Lupin III a Castlevania: ecco quali sono gli anime che si aggiungono al catalogo Netflix nel corso di maggio.

Netflix: le serie e i film anime in arrivo a maggio 2021
Articolo a cura di

Nel mese di aprile abbiamo potuto vedere su Netflix produzioni originali come La via del grembiule - lo yakuza casalingo, ma anche il capitolo finale della trilogia di Fate/stay night: Heaven's Feel. Eppure, maggio si prospetta essere uno dei mesi più interessanti, non solo perché debutterà il tanto atteso Eden, anime targato Netflix, ma anche perché arriveranno Castlevania 4 e tre film di Lupin III. Dunque, dopo aver dato uno sguardo alle Serie TV in arrivo su Netflix a maggio 2021, scopriamo quali sono gli anime di maggio.

Lupin III: La lapide di Jigen Daisuke (1 maggio)

Maggio segna il debutto su Netflix delle avventure del ladro gentiluomo, anche se al momento solo la trilogia di film della serie spin-off Lupin III - La donna chiamata Fujiko Mine. Questo, però, ci lascia ben sperare in un probabile arrivo, in futuro, della serie di Lupin III.

Lupin III: La lapide di Jigen Daisuke si svolge nella fittizia Doroa Est, una nazione che da anni è sul piede di guerra con Doroa Ovest: gli scontri si sono inaspriti quando la cantante Queen Malta è stata uccisa mentre era in visita a Doroa Ovest per cercare di porre fine alle rivalità.

Anche se Doroa Est è nota per un sistema di sicurezza efficiente, tanto da abbassare drasticamente il tasso di criminalità, ha comunque rafforzato la sicurezza, in vista del probabile scoppio della guerra. In questo clima di tensione, Lupin e Jigen decidono di rubare il gioiello Piccola Cometa da Doroa Est, ma il colpo non va a buon fine, perché la polizia era a conoscenza dei loro piani.

Come se non bastasse, i due ladri finiscono sotto il tiro dell'infallibile cecchino Yael Okuzaki. Fuggito dal tiratore scelto, Jigen trova in un cimitero una lapide con su inciso il suo nome: questo è il biglietto da visita con il quale Yael lo avvisa che lo ucciderà.

Ecco la nostra recensione di Lupin III: La lapide di Jigen Daisuke.

Lupin III: Ishikawa Goemon getto di sangue (1 maggio)

Goemon Ishikawa è a bordo di una nava casinò gestita dalla famiglia della yakuza Tsuro, perché è stato ingaggiato come guardia del corpo dal boss Makio Inaniwa, il quale non si fida dei suoi stessi uomini. A bordo, però, ci sono anche Lupin e Jigen, che vogliono rubare gli incassi del casinò. Tuttavia, il ladro gentiluomo ed il pistolero sono inseguiti da Hawk, un nerboruto sicario assoldato per ucciderli.

Per assolvere ai suoi doveri, Goemon affronta l'uomo, ma a seguito della colluttazione, la nave affonda lentamente; Makio Inaniwa rimane ucciso nel trambusto. Non essendo riuscito a portare a termine il suo compito, Goemon sente che il suo onore è stato macchiato dall'onta e sa che per rimediare ai suoi sbagli deve uccidere Hawk. Tuttavia, non sarà solo, perché troverà il supporto di Lupin e Jigen.

Qui potete recuperare la nostra recensione di Lupin III: Ishikawa Goemon getto di sangue.

Lupin III: La bugia di Mine Fujiko (1 maggio)

La trilogia diretta da Takeshi Koike termina con Lupin III: La bugia di Mine Fujiko. Come suggerisce il titolo, questa volta la protagonista è la femme fatale Fujiko, che deve proteggere Gene, un ragazzo che è inseguito dal pericoloso sicario Bincam, ingaggiato dalla società Godfrey Mining.

Il giovane, infatti, è l'unico a conoscere l'ubicazione e la combinazione di una cassaforte al cui interno sono contenuti 500 milioni di dollari rubati dal padre Randy alla Godfrey Mining, per pagare le cure al figlio gravemente malato. Ben presto Fujiko si rende conto di non essere in grado di proteggere Gene e di affrontare da sola Bincam ed è costretta a chiedere aiuto a Lupin e Jigen.

Per saperne di più sul film, vi consigliamo di leggere la nostra recensione di Lupin III: La bugia di Mine Fujiko.

I bambini che inseguono le stelle (1 maggio)

Inizialmente arrivato in Italia come Viaggio verso Agartha, nel 2019, Dynit ne ha acquisito i diritti e lo ha distribuito con un adattamento migliore e con un titolo più simile all'originale: I bambini che inseguono le stelle.
La terza pellicola di Makoto Shinkai vede come protagonista Asuna Watase, una studentessa diligente, orfana di padre, che spesso cerca di tenere in ordine la casa, quando la madre è assente.

La sua vita è molto impegnata, perché deve alternare gli studi alle faccende domestiche, ma quando riesce a trovare un po' di tempo libero si rifugia nel suo nascondiglio segreto in cima alle montagne, per ascoltare la radio a galena regalatagli dal padre prima di morire. Un giorno la protagonista sente una misteriosa melodia malinconica. Questo evento coincide con l'arrivo in città di Shun, un ragazzo che l'ha salvata dall'aggressione di una pericolosa creatura.

Inizia così un viaggio che porterà Asuna a raggiungere un mondo fantastico, pieno di bellezze, ma anche di pericoli: Agartha.

I figli del mare (1 maggio)

Ruka è una studentessa dal carattere turbolento, a causa del quale è stata allontanata dal club di pallamano a cui è iscritta: questo la costringe a trascorrere le vacanze estive in solitudine. Siccome non è in buoni rapporti con la madre alcolizzata, un giorno Ruka decide di far visita all'acquario dove lavora il padre; qui incontra Umi e Sora, che affermano di essere cresciuti con i dugonghi e di essere in grado di respirare sott'acqua.

Mano a mano che la giovane impara a conoscere i due, scopre di avere la loro stessa connessione con l'oceano. Questa loro capacità sembra avere un collegamento con alcuni eventi che si stanno verificando con sempre più frequenza: come l'improvviso arrivo di creature marine lontane dal loro habitat naturale o la scomparsa di numerosi animali dagli acquari di tutto il mondo.

I figli del mare è l'adattamento dell'omonimo manga di Daisuke Igarashi (pubblicato in Italia da Panini Comics) ed è diretto da Ayumu Watanabe. Il film è stato proiettato nei cinema italiani per soli tre giorni a dicembre 2019, ma da maggio sarà disponibile a tutti gli abbonati Netflix.

Per maggiori informazioni, vi consigliamo di leggere la nostra recensione de I figli del mare.

Human Lost - Lo Squalificato (1 maggio)

Human Lost è ambientato nella Tokyo del 2036, in un futuro in cui lo sviluppo scientifico è arrivato al punto da debellare completamente la morte: nel corpo umano vengono iniettate delle nanomacchine, controllate dal sistema S.H.E.L.L., in grado di curare ogni male. Questo ha allungato l'età media a 120 anni.

Nonostante la tecnologia abbia risolto molti problemi di salute, ha portato il Giappone ad essere spaccato da numerosi problemi, come il netto divario tra ricchi e poveri, l'involuzione etica, causata dalla scomparsa della morte, l'improvviso aumento dell'inquinamento, e il fenomeno del Human Lost: persone che decidono di scollegarsi dal network S.H.E.L.L., diventando completamente deformate. Questi individui prendono il nome di Lost.

Il protagonista è Yozo Oba, il quale vive nell'ozio e nella droga in un'area ormai ricoperta dall'inquinamento, chiamata semplicemente l'Esterno. Un giorno si unisce a Masao Horiki per fare un'incursione all'Interno, ovvero l'anello della città in cui vivono le classi privilegiate, ma rimane coinvolto in un violento scontro. In seguito, il protagonista viene tratto in salvo da Yoshiko Hiiragi, una ragazza dotata di misteriosi poteri e membro dell'H.I.L.A.M., un'organizzazione anti-Lost. Inizia così un viaggio che porterà Yozo ad una terrificante scoperta che stravolgerà per sempre la sua vita.

Human Lost - Lo Squalificato è un film del 2019 in 3D CGI dello studio Polygon Pictures (lo stesso che ha curato il recente Pacific Rim: La Zona Oscura), diretto da Fuminori Kinari, già regista di Basilisk e Afro Samurai. La pellicola è liberamente tratta dal romanzo Lo Squalificato di Osamu Dazai, lo stesso che ha ispirato Junji Ito per la realizzazione dell'omonimo manga. Human Lost - Lo Squalificato arriva per la prima volta in Italia su Netflix, ma al momento non sappiamo se sarà disponibile con doppiaggio italiano.

Castlevania - Stagione 4 (13 maggio)

Con un inaspettato trailer divulgato nei giorni scorsi, Netflix ha annunciato la quarta stagione di Castlevania.
Gli eventi si svolgono nella regione di Valacchia, nel 1457. Qui, Lisa, una scienziata che vuole trovare un modo per salvare il genere umano, incontra Dracula, signore della regione; i due si innamorano e convolano a nozze. Tuttavia, quella felicità è destinata a terminare, quando Lisa viene accusata di stregoneria e messa al rogo dagli abitanti di Valacchia. Per vendicarsi, Dracula decide di evocare il suo esercito degli inferi per portare distruzione sulla Terra.

L'unico che può fermare il signore delle tenebre è Trevor Belmont, membro di una casata di cacciatori di vampiri e di demoni. Armato della sua inseparabile frusta consacrata, Trevor dovrà liberare le terre di Valacchia dalle forze del male e sconfiggere Dracula, al fianco dei fedeli alleati Sypha Belnades e Alucard.

La serie animata di Castlevania è nata da un'idea del fumettista Warren Ellis e trae ispirazione dalla saga videoludica di Konami, più precisamente dal terzo capitolo Castlevania III: Dracula's Curse. Lo stile dei disegni rievoca molto quello tipico degli anime. Dopo tre stagioni che hanno riscosso un enorme successo tra il pubblico, Castlevania terminerà con una quarta stagione fenomenale, a detta del regista Sam Deats. Tuttavia, Netflix ha rassicurato i fan dichiarando che saranno prodotti spin-off ambientati nello stesso universo.

Mirai (15 maggio)

Kun ha quattro anni ed è sempre stato al centro delle attenzioni dei genitori e del resto della famiglia. Le sue giornate trascorrono giocando con la mamma e il papà, con i modellini di treni, oppure con il cane Yukko. Anche se è ancora un bambino, Kun sente di avere una vita perfetta. Tuttavia, la tranquillità e la normalità vengono stravolti quando i genitori tornano a casa con la sorella minore Mirai.

Kun si rende conto di non essere più l'interesse principale della famiglia, nonostante cerchi di attirare costantemente le attenzioni: ormai tutti si preoccupano solo ed unicamente di Mirai. Inevitabilmente questo porta il bambino a capire di essere stato messo da parte ed inizia a provare invidia e gelosia per la sorellina.

Non riuscendo più ad avere le attenzioni dei genitori, Kun trova rifugio nel giardino, che lo aiuta ad allontanarsi da una realtà non più perfetta come un tempo. Questo è un luogo magico, dove l'immaginazione ed i sogni prendono vita. Kun intraprenderà viaggi attraverso il tempo e lo spazio, e conoscerà nuove persone: esperienze che lo aiuteranno ad affrontare le sue preoccupazioni e a maturare.

Mirai è un film diretto da Mamoru Hosoda, che già si è fatto conoscere al grande pubblico con Wolf Children e The Boy and the Beast. La pellicola è arrivata in Italia nel 2018 e da maggio sarà disponibile per lo streaming su Netflix. Recentemente Mamoru Hosoda ha mostrato il trailer del suo prossimo film: Belle.

Ecco la nostra recensione di Mirai.

Kuroko's Basketball - Stagione 2 (15 maggio)

Benché il manga di Kuroko's Basketball sia arrivato in Italia, a lungo l'adattamento di Production I.G è stato inedito, ma a partire dallo scorso gennaio ha debuttato su Netflix, con sottotitoli in italiano. Dopo una lunga attesa, a maggio arriva anche la seconda stagione di Kuroko's Basketball.

Al liceo Seirin si sono da poco iscritti due nuovi studenti, entrambi promesse del basket: Taiga Kagami, ritornato dagli Stati Uniti, e Tetsuya Kuroko, un giocatore privo di prestanza fisica che passa spesso inosservato, tanto che risulta difficile credere che possa giocare a basket.

In realtà, Tetsuya era membro della squadra di basket della scuola media Teikou e più precisamente era conosciuto come il Sesto Uomo Fantasma della Generazione dei Miracoli: questo era un gruppo di cinque giocatori infallibili, che per tre anni di seguito ha vinto i campionati nazionali. Anche se gli altri giocatori non lo notavano, il protagonista era abile nei passaggi.

Dopo il diploma, i membri della Generazione dei Miracoli si sono separati ed ora saranno destinati ad incontrarsi come rivali sul campo da basket. Kuroko's Basketball segue il percorso intrapreso da Taiga Kagami e Tetsuya Kuroko per portare la squadra della Seirin a diventare la più forte del Giappone, partecipando ai vari tornei. La strada per il successo, però, sarà ostacolata da team altrettanto agguerriti, alcuni dei quali hanno tra i loro schieramenti i giocatori della Generazione dei Miracoli.

Eden (27 maggio)

La nuova serie targata Netflix, Eden, è diretta da Yasuhiro Irie, regista di Fullmetal Alchemist: Brotherhood, ed è ambientata in un futuro lontano mille anni. La città di Eden 3 è popolata solamente da robot, perché gli esseri umani sono scomparsi da tempo.

Un giorno, durante la loro consueta routine lavorativa, due robot agricoli risvegliano una bambina dalla stasi: questo mette in dubbio tutte le loro certezze che gli esseri umani siano un antico mito proibito. Le due macchine decidono di crescere la bambina in segreto e in totale sicurezza all'esterno di Eden.

Finalmente potremo vedere su Netflix alcune avventure di Lupin III, Castlevania 4 e Eden. Al momento questi sono gli anime previsti per maggio, ma in caso di ulteriori aggiunte vi terremo aggiornati. Voi quale titolo attendete maggiormente?