VVVVID: i 5 migliori anime shonen sulla piattaforma italiana

La web tv italiana è in continuo aggiornamento sul fronte dell'animazione giapponese. Ecco i 5 migliori anime shonen scelti da noi su VVVVID.

rubrica VVVVID: i 5 migliori anime shonen sulla piattaforma italiana
Articolo a cura di

Il catalogo relativo all'animazione giapponese si arricchisce di periodo in periodo e VVVVID dal canto suo, offre tra i migliori prodotti anime in circolazione. Dopo le nostre rubriche dedicate ai dieci anime da non perdere rispettivamente di Netflix e Amazon Prime Video, abbiamo deciso di approfondire un genere in particolare, stilando una classifica dei cinque migliori anime shonen presenti sulla relativa piattaforma, che possano incontrare i vari gusti del panorama in un catalogo ampio di generi e in continuo aggiornamento.

Scopriamo dunque in maniera più approfondita, quali sono i migliori titoli della categoria azione per ragazzi che hanno scandito le stagioni della web tv dalla quadrupla V, ricordando che ci riferiamo genericamente a titoli classificati per un pubblico di ragazzi dall'età scolare fino alla maggiore età, basati principalmente sull'azione proposta in varie forme.

My Hero Academia

Apre le danze forse il simbolo dei manga battle shonen degli ultimi tempi, spesso associato a Naruto o annoverato come erede di ONE PIECE. Parliamo di My Hero Academia, manga disegnato da Kohei Horikoshi, che ha saputo far breccia nei cuori di milioni di appassionati dal 2016 attraverso un universo coerente dove ogni persona possiede delle abilità speciali innate, dette quirk, dove parte di essi decidono di impiegarle per il bene, scegliendo la via degli eroi, o utilizzarle per ledere il prossimo, diventando di fatto criminali.

Il protagonista dell'opera, Midoriya Izuku, è uno studente senza quirk che ambisce a diventare eroe, con lo scopo di riuscire ad entrare nell'accademia per eroi più prestigiosa del giappone. Seguendo le orme di All Might, simbolo della pace ed eroe numero uno, di cui è fan sfegatato, il giovane Midoriya si impegnerà duramente per raggiungere il proprio obiettivo, superando ostacoli, rivalità storiche e stringendo legami importanti con i propri compagni di classe ed eroi professionisti, evolvendosi sul piano caratteriale e potenziandosi fisicamente, mantenendo sempre quello spirito che contraddistingue un vero eroe da quelli sedicenti.

Ci sono quattro stagioni all'attivo di My Hero Academia presenti su VVVVID laddove il manga è destinato alla continuazione, quindi è lecito aspettarsi nuovi adattamenti animati nel breve termine, a cura dello studio d'animazione BONES. Se volete approfondire il mondo di questo shonen attraverso la sua proposizione videoludica, potete trovare la nostra recensione del neoarrivato My Hero One's Justice 2.

Demon Slayer

Per intero Demon Slayer - Kimetsu no yaiba, scritto e disegnato da Koyoharu Gotouge, è un prodotto che è riuscito ad imporsi in questi due anni come simbolo dell'animazione giapponese, frantumando record di vendite in versione cartacea e mettendo in allarme un colosso del genere come ONE PIECE. Grazie alle animazioni di qualità, una storia avvincente, ben narrata e con elementi fantasy ambientata nell'epoca Taisho, seguiamo la storia di un ragazzo semplice che presto dovrà fare i conti con una realtà molto amara.

Il protagonista è Tanjiro, figlio primogenito di una numerosa famiglia che vive in una casa isolata in montagna. Poiché la morte del padre di Tanjiro è sopraggiunta prematuramente, esso dovrà provvedere alle necessità di sua madre e dei suoi fratelli e spesso si reca alle pendici del monte dove si trova un villaggio in cui il ragazzo vende dei beni prodotti dalla famiglia e aiuta i paesani con faccende per guadagnarsi da vivere.

Un giorno, quando ritornò a casa, scoprì che dei demoni avevano sterminato ciò che rimaneva della famiglia, eccetto sua sorella maggiore Nezuko, che nonostante si sia trasformata in demone, riesce a mantenere la lucidità di un essere umano, privandosi di fatto del nutrimento primario di queste creature che si aggirano per il territorio: la carne umana. Tanjiro decide di diventare un Ammazzademoni, alla ricerca di un modo per far tornare la sorella allo stato originario, partendo per un'avventura che lo vedrà maturare come persona e imparare tecniche di combattimento con la katana per affrontare una minaccia in continua espansione. La sua determinazione lo porterà a sviluppare incredibili abilità che gli torneranno utili in molte occasioni, soprattutto per proteggere le persone ed evitare la moltiplicazione dei demoni.

Demon Slayer è disponibile sia in lingua originale che italiana con 26 episodi adattati dallo studio Ufotable, in attesa del film che fungerà da seguito diretto. Se volete saperne di più, vi lasciamo alla nostra recensione di Demon Slayer Stagione 1 dove questo nuovo capolavoro dell'animazione viene approfondito esaustivamente.

Attack On Titan

Non può mancare all'appello Shingeki no kyojin, o L'attacco dei giganti se preferite, dark fantasy disegnato da Hajime Isayama che si sta avviando verso la fine di un percorso glorioso che ha visto l'anime di WIT Studio configurarsi come cult dal 2013, imbastendo una storia cruda, drammatica e spettacolare.

L'opera è ambientata In un mondo dove i superstiti dell'umanità sono costretti a vivere all'interno di città cinte di mura per difendersi dalla comparsa dei giganti, creature umanoidi alte dai 3 ai 15 metri con l'istinto di divorare gli uomini a vista. Il protagonista dell'opera è Eren Jaeger, un giovane ragazzo la cui vita viene presto sconvolta dall'attacco di due giganti particolari che scateneranno il caos nella città natia di Eren e dove sua madre viene divorata davanti agli occhi del figlio.

Insieme a Mikasa Ackerman, sorella adottiva di Eren, e Armin Arlert, amico di infanzia del giovane, il nostro protagonista cercherà vendetta verso coloro che hanno distrutto la sua infanzia, arruolandosi presso una delle tre divisioni dell'esercito: L'armata Ricognitiva, con il compito di esplorare il territorio esterno al fine di capire l'origine dei giganti. Presto però, la storia di Eren subirà un brusco cambiamento, attraverso una serie di eventi che lo interesseranno in maniera diretta e che lo segneranno per sempre.

In attesa della quarta stagione, che porrà fine alle vicende narrate, è possibile fruire di Attack On Titan in lingua originale oppure in italiano. Vi lasciamo anche la recensione de L'Attacco dei Giganti L'urlo del risveglio dedicato alla serie animata.

The Promised Neverland

Un nuovo shonen che da poco si è imposto sul mercato dell'animazione e che ha saputo creare la giusta atmosfera di tensione, evitando tutto ciò che riguarda combattimenti diretti, ma che sfrutta le logiche umane e colpi di scena favolosi è certamente The Promised Neverland. Il manga, scritto da Kaiu Shirai e disegnato da Posuka Demiz, ha ricevuto un adattamento anime nel 2018 a cura dello studio CloverWorks che copre il primo arco narrativo della versione cartacea, composto da 4 volumi.

Emma, Norman e Ray sono i protagonisti dell'opera, orfani di 11 anni che risiedono presso un orfanotrofio gestito da una singola figura materna. La vita dei giovani, insieme ad altri bambini, prosegue tranquillamente tra giochi e test attitudinali giornalieri, fino a che qualcosa si rompe. La struttura presso quale i ragazzi soggiornano è rinchiusa all'interno di mura, dove un singolo cancello funge da entrata principale.

Nessuno sa effettivamente cosa ci sia al di fuori del complesso. Un bel giorno, una bambina di nome Conny viene adottata e accompagnata all'esterno dalla tutrice Isabella, chiamata Mamma da tutti i bimbi, ma dimenticherà un pupazzo al quale era molto affezionata. Emma e Norman se ne accorgono e nonostante l'ora tarda, decidono di riportarle l'amico inanimato. Vedendo il cancello aperto, i due decidono di varcare la soglia, trovandosi di fronte ad un'enorme fortificazione e scoprendo una verità agghiacciante che cambierà la loro vita per sempre, spingendoli a prendere delle decisioni estreme da qui in poi, guidati dal terrore e dalla risolutezza.

La scrittura originale e la qualità dello stile di disegno ha certamente contribuito al successo di quest'opera, disponibile in 12 episodi in lingua originale o italiana, e attesa per una seconda stagione. Se volete approfondire ulteriormente, la nostra recensione di The Promised Neverland Stagione 1 può sicuramente fare più luce su una delle serie più interessanti del panorama attuale.

Death Note

Una caposaldo del genere che a distanza di anni continua ad avere il suo fascino è certamente Death Note, manga scritto da Tsugumi Ohba e illustrato da Takeshi Obata. L'adattamento animato, avvenuto nel 2006 attraverso 37 episodi e fruibile in lingua italiana, narra di uno studente delle superiori, Light Yagami, che un giorno trova un quaderno caduto dal cielo. Light si configura come uno studente modello, annoiato dalla quotidianità e stanco della criminalità e corruzione che circonda la società in cui vive.

Il quaderno si rivelerà essere un oggetto molto speciale e strumento di rivalsa che Light sfrutterà a proprio piacimento seguendo un ideale di giustizia personale. Infatti, il Death Note, questo l'iconico nome del quaderno speciale, ha il potere sovrannaturale di uccidere ogni essere umano il cui nome verrà scritto sulle pagine, tenendo in mente il volto del bersaglio.

Lo shinigami Ryuk è l'origine dell'apparizione dell'oggetto e si legherà inevitabilmente al nostro protagonista, che dopo lo scetticismo generale sceglierà di utilizzare lo strumento per eliminare tutti i criminali con lo scopo di creare un nuovo mondo, libero da qualsiasi fonte malvagia. Tuttavia, i suoi piano saranno presto contrastati dall'intervento di Elle, criptico personaggio e investigatore privato di una certa notorietà, chiamato in causa per indagare sulle morti misteriose dei criminali, andando inevitabilmente a rappresentare una minaccia anche per Kira, pseudonimo utilizzato da Light per compiere le proprie azioni.

Disponibile sulla piattaforma completamente doppiato in italiano, Death Note è un'opera che merita di essere vista almeno una volta nella vita, considerata una vera e propria pietra miliare dell'animazione giapponese. Ne abbiamo parlato abbondantemente anche nella nostra recensione di Death Note, dove troverete tutti i dettagli in merito alla serie cult in caso vi foste persi l'epopea di Light Yagami.