Amore e risate: 6 anime da guardare a Natale

Tra nevicate improvvise e sparizioni misteriose, 6 anime per un Natale all'insegna del divertimento e del romanticismo.

speciale Amore e risate: 6 anime da guardare a Natale
Articolo a cura di

Da sempre avido di nuove usanze e culture "esotiche" il popolo giapponese ha da tempo accettato e assimilato il concetto di Natale, sebbene dalle loro parti non sia considerata come da noi una festività ufficiale (tanto è vero che negozi e uffici restano aperti). Dopo aver celebrato il compleanno dell'Imperatore, che cade il 23 dicembre, i giapponesi di ogni età amano passeggiare per le strade illuminate a festa, possibilmente in compagnia della propria anima gemella (in Giappone la vigilia di Natale, al pari di San Valentino, è una festività dedicata agli innamorati), magari dopo aver mangiato del pollo fritto KFC o la "tradizionale" Christmas Cake alla panna montata. E se anche voi, tra un piatto tradizionale e una fetta di panettone, avete voglia di trascorrere una mezzoretta di relax a base di anime natalizi, ecco qualche piccolo suggerimento.

Steins;Gate 0 - Il protocollo del vangelo duale

Le serie legate al franchise di Steins;Gate hanno un forte legame con lo scorrere del tempo. E non potrebbe essere altrimenti, dato che hanno come fulcro narrativo lo sviluppo, da parte di alcuni studenti universitari, di una specie di rudimentale macchina del tempo. Steins;Gate 0, midquel della serie originale realizzato dallo studio White Fox per la regia di Kenichi Kawamura e andato in onda tra l'aprile e il settembre di quest'anno, narra gli eventi della Linea di Universo Beta, quella in cui Rintaro Okabe è riuscito a salvare Mayuri Shiina ma non la sua amata Kurisu Makise. Un Okabe ormai spezzato decide quindi di abbandonare gli esperimenti e il flusso del tempo riprende a scorrere naturalmente.

Termina la tragica estate e giunge finalmente il Natale: così, per tirare su il morale al suo caro Okabe Mayuri decide di organizzare un party natalizio con Ruka, Faris, Daru, Yuki, Kaede, Katsumi, a cui si aggiungeranno anche una timida Hayajo e un esagitato professor Leskinen. Nel corso del terzo episodio della serie dunque, intitolato Il protocollo del vangelo duale, l'atmosfera plumbea di Steins;Gate 0 sembrerà distendersi grazie ai doppi sensi di Daru e alle gag di Faris e Rukako. Ma l'emotività è dietro l'angolo e la puntata si conclude con una dolorosissima presa di coscienza da parte del nostro eroe Rintaro. Un episodio cruciale e bellissimo.

Neo Yokio - Un Natale in rosa

Neo Yokio è una produzione nippo-americana originale Netflix realizzata da Production I.G e studio DEEN per regia e sceneggiatura del musicista indie Ezra Konig. La serie, ambientata in una realtà alternativa in cui la classe dominante del pianeta è costituita da dei dandy cacciatori di demoni discendenti dei maghi che nel XIX secolo riuscirono a salvare il mondo. Affascinante membro della Magistocrazia, fra un esorcismo e l'altro il protagonista Kaz Kaan furoreggia negli ambienti della Neo Yokio-bene in compagnia del suo maggiordomo mecha Charles e contrastando come può il suo rivale Arcangelo Corelli (che casualmente si chiama come uno dei più grandi compositori del barocco italiano).

Lo speciale in 65 minuti Un Natale in rosa è stato caricato sulla piattaforma streaming Netflix e vede il nostro scapolone dai capelli rosa a letto con l'influenza proprio la vigilia di Natale. Intristito dalla circostanza, che gli impedisce di festeggiare con i propri amici, Kaz chiede a Charles di raccontargli una storia natalizia con lui stesso come protagonista. Grazie a un approfondimento maggiore del protagonista e della storia della sua città, e all'introduzione/recupero di personaggi più simpatici e "alla portata dello spettatore", Un Natale in rosa si qualifica come uno degli episodi migliori della serie.

Itsudatte My Santa!

Tratta dal manga breve di Ken Akamatsu, che alcuni di voi ricorderanno per la serie di successo Love Hina, Itsudatte my Santa! è una miniserie in due OAV da 30 minuti ciascuno realizzata dallo studio TNK per la regia di Noriyoshi Nakamura e sceneggiature di Koichi Taki e Shoichi Sato. Il protagonista di questa miniserie si chiama Santa ed è un ragazzo che odia il Natale a causa del proprio nome, attribuitogli dai suoi genitori in quanto nato il giorno della Vigilia. Il suo rancore svanirà grazie alla giovane Mai, una sorta di apprendista-Babbo Natale che riuscirà a fargli cambiare idea e a farlo innamorare. Un prodotto che più natalizio non si può, solitamente trasmesso nel nostro Paese proprio il 25 Dicembre.

Mermaid Melody - Il regalo di Natale

Noto in Italia con il titolo di Principesse Sirene, Mermaid Melody è un manga majokko realizzato da Michiko Yokote e Pink Hanamori da cui sono state tratte due serie anime, Mermaid Melody Pichi Pichi Pitch e Mermaid Melody Pichi Pichi Pitch Pure, rispettivamente di 52 e 39 episodi, realizzate dagli studi We've, Actas, SynergySPandate per la regia di Yoshitaka Fujimoto. Le due serie sono state mandate in onda su TV Aichi da aprile 2003 a dicembre 2004 e racconta le avventure della principessa sirena Lucia Nanami, che un bel giorno giunge sulla terraferma allo scopo di ritrovare la sua perla rosa, gioiello perduto diversi anni prima nel salvare il naufrago Kaito, un umano di cui lei è innamorata. L'episodio numero 38 di Mermaid Melody Pichi Pichi Pitch si intitola Il regalo di Natale e vede l'amore dei due protagonisti, che vorrebbero trascorrere la festa in santa pace, ostacolato da un'odiosa zia.

La scomparsa di Haruhi Suzumiya

Se amate le light novel e l'animazione made in Japan non potete non conoscere La malinconia di Haruhi Suzumiya, serie scolastica/sci-fi/demenziale dal design brutalmente moesco. Tratta dalla popolarissima serie di novel di Nagaru Tanigawa, la serie anime realizzata da Kyoto Animation nel 2006 e diretta da Yutaka Yamamoto racconta le disavventure di Kyon, ragazzo senza alcuna caratteristica particolare che si ritrova cooptato nel bizzarro club scolastico chiamato Brigata SOS capitanato dalla esuberante Haruhi Suzumiya.

In compagnia della protagonista e dei suoi compagni di sventura, Yuki Nagato, Itsuki Koizumi e Mikuru Asahina il povero Kyon vivrà una serie di esperienze al di fuori della norma.

Quello che vi consigliamo di recuperare oggi però non è un episodio della serie ma il lungometraggio tratto dal quarto volume delle light novel, La scomparsa di Haruhi Suzumiya realizzato sempre dalla Kyoto Animation e diretto dai bravi Tatsuya Ishihara e Yasuhiro Takemoto. Il film è ambientato proprio nel periodo natalizio e prende l'avvio dalla decisione di Haruhi, arbitraria come sempre, di organizzare un party natalizio. Un paio di giorni dopo però, nel bel mezzo dei preparativi, la ragazza svanisce nel nulla e solo il povero Kyon pare ricordare la sua esistenza.

Realizzato con una cura e un amore impareggiabili, il film di Haruhi Suzumiya rappresenta la vetta qualitativa del franchise e non a caso giunse a incassare 200 milioni di yen solo nella prima settimana di trasmissione finendo anche col ricevere un (meritatissimo) premio come Miglior Film all'Animation Kobe Awards del 2010. La scomparsa di Haruhi Suzumiya unisce mistero, avventura e romanticismo ed è ottimo per trascorrere una vigilia di Natale a occhi sgranati.

Lamù - Un Natale mozzafiato

Presentarvi Lamù e il suo mondo sarebbe ridondante. Chi non conosce l'irruenta e bellissima aliena-oni creata dalla "regina dei manga" Rumiko Takahashi nel 1978? Giunta dal lontano pianeta Oniboshi per conquistare la Terra, Lamù finisce con l'innamorarsi dell'ignavo erotomane Ataru Moroboshi dando origine a una serie di avventure deliranti e surreali, comiche e parodistiche rielaborazioni in chiave shonen di miti e leggende nipponici conditi con una dose abbondante di fantascienza e tanto romanticismo.

E, a proposito di quest'ultimo aspetto, c'è un episodio in particolare che è rimasto nel cuore di milioni di appassionati: ci riferiamo alla doppia puntata 19-20 della prima serie, intitolata Un Natale mozzafiato.

La storia parte da una crudele burla ordita dai cosiddetti "amici" di Ataru: Megane e gli altri compagni di classe del protagonista organizzano per lui un finto appuntamento con una ragazza allo scopo di ridicolizzarlo. Da par suo ovviamente Ataru non si tira indietro e accetta con entusiasmo l'appuntamento. Ma Lamù scopre tutto e per evitargli la figuraccia si sostituisce alla falsa ammiratrice.

Pur opportunamente camuffata, la ragazza dello spazio viene subito riconosciuta da Ataru, che fiuta l'inganno ordito ai suoi danni. Il finale di questo episodio è uno dei più dolci della serie ed è con quella bella scena di insolita tenerezza che vogliamo lasciarvi, augurandovi un romantico Natale in compagnia delle persone che amate.