Anime Expo 2018: I migliori annunci della fiera californiana

Nel corso dell'amatissima fiera californiana sono state annunciati numerosi progetti. Scopriamo insieme gli annunci più interessanti!

speciale Anime Expo 2018: I migliori annunci della fiera californiana
Articolo a cura di

Anche quest'anno Anime Expo, da quindici anni la più grande fiera nordamericana dedicata agli anime, volge al termine. Organizzata come sempre dalla californiana Society for the promotion of Japanese Animation, nel corso di quattro bollenti giorni che hanno visto la sentita partecipazione di più di centomila persone tra organizzatori, addetti ai lavori e appassionati di animazione nipponica è stata caratterizzata come al solito da moltissimi annunci. Vediamo assieme le anticipazioni più succulente.

Vita da Slime

In originale Tensei shitara suraimu datta ken, cioè "La storia di quando mi sono reincarnato in uno slime". La storia di Vita da slime, raccontata prima in una serie di romanzi amatoriali diffusi online dall'autore Fuse fra il 2013 e il 2014 e poi tramutati in dodici light novel con l'ausilio di Mitz Vah, narra le vicende dell'impiegato Satoru Mikami che, accoltellato durante una rapina, ritorna alla vita sotto forma di slime in un mondo fantasy abitato da goblin, dragoni e quant'altro. Scoprendo di essere dotato, in questa sua nuova forma, di poteri tutt'altro che banali, Satoru cambierà nome in Rimuru e si dedicherà ad esplorare questo pazzesco mondo nelle rassicuranti sembianze di un essere gelatinoso. Dalle novel sono state tratte già due serie manga disegnate rispettivamente da Taiki Kawakami e Sho Okagiri di cui la prima è edita in Italia da Star Comics ed è giunta attualmente al secondo volume. La serie anime è stata realizzata dallo studio 8-Bit per la regia di Yasuhito Kikuchi e sceneggiature di Kakuyuki Fudeyasu e secondo quanto annunciato sarà composta da due stagioni, esordirà nell'autunno di quest'anno e sarà aggiunta al catalogo della piattaforma streaming Crunchyroll.

So I am a spider, so what?

Altra serie tratta da light novel, anche So I am a spider, so what? (Kumo desu ga, nani ka?) appartiene al medesimo genere di Vita da slime, l'isekai (parola composta che letteralmente significa "mondo diverso"), un sottogenere fantasy in cui, tipicamente, un personaggio o più personaggi appartenenti alla nostra realtà si ritrovano, per una ragione o per l'altra, trasportati in un nuovo mondo caratterizzato da regole e dinamiche proprie. Scritta da Baba Okina e illustrata da Tsukasa Kiryu, la serie prende l'avvio da una strage in una classe di un liceo giapponese: tutti gli studenti deceduti si reincarnano in esseri di un altro universo abitato da demoni e altre creature mitiche. Al proprio risveglio, la protagonista si risveglierà trasformata in un ragno. L'editore della serie di novel, Kadokawa, ne ha annunciato ufficialmente un futuro adattamento animato di cui però non si conoscono ancora i dettagli. Ad oggi non conosciamo né la data di debutto né il numero di episodi di cui si comporrà l'anime, ma intanto la notizia è stata accolta piuttosto favorevolmente dai fan della light novel, che da un paio d'anni viaggia ai primi posti delle classifiche dedicate ai migliori romanzi del mercato giapponese.

RErideD: Derrida, who leaps through time

Tokigoe no Derrida è una serie sci-fi ambientata nel 2050. Derrida Yvain è un giovane ingegnere che collabora assieme al collega e amico Nathan, padre di Mage, a un progetto chiamato "Macchina Autuma DZ".

La scoperta di un difetto di progettazione viene ignorata dal loro capo, cosicché i due decidono di rimandare qualunque decisione in merito alle DZ ma la loro esitazione si rivelerà fatale: dopo essere stati attaccati da un nemico misterioso, Derrida finisce in una macchina del sonno e, come in Futurama, si risveglia dieci anni dopo in un futuro devastato dalla guerra e controllato dalle DZ. L'unico modo per salvare la sua fidanzata Mage e rimettere a posto le cose sembra essere quello di viaggiare indietro nel tempo. Durante l'Anime Expo è stato annunciato che la serie, di cui sappiamo che sarà realizzata da Geek Toys per la regia di Taukuya Sato, entrerà a far parte del catalogo Crunchyroll.

Castlevania stagione 2

Castlevania è il titolo di una storica serie di videogiochi sviluppati e pubblicati da Konami negli anni ‘80. La serie anime scritta dal fumettista britannico Warren Ellis e realizzata da Frederator Studios e Powerhouse Animation Studios assieme a Netflix.

La storia è ambientata in Walacchia sul finire del Quattrocento e vede contrapposti un Dracula insolitamente "umano" e un cacciatore di mostri caduto in disgrazia di nome Trevor Belmont. La prima stagione, composta di 4 episodi, è stata trasmessa sulla piattaforma streaming Netflix il 7 luglio 2017. A lungo atteso, il secondo blocco di 8 episodi sarà pubblicato il 26 ottobre 2018 sempre su Netflix.

Godzilla: City on the Edge of Battle

Prodotto da Toho Animation e realizzato da Polygon Pictures, secondo di una trilogia di film animati cominciata nel 2017 con Godzilla: Il pianeta dei Mostri, Godzilla: City of the Edge of Battle è stato co-diretto da Kobun Shizuno e Hiroyuki Seshita e scritto da Gen Urobuchi detto "Urobutcher" e sarà pubblicato il 18 luglio 2018 su Netflix. La storia ci proietta nel futuro, in cui l'umanità è stata scacciata dalla Terra dall'avanzare dei Kaiju. Ventimila anni dopo il disastro, un gruppo di terrestri decide di tornare sul pianeta per riprendersi la propria casa, ma troveranno un mondo ormai in possesso di Godzilla e dei mostri.

Kengan Ashura

Kengan Ashura è una serie manga di arti marziali scritta da Yabako Sandrovich e disegnata da Daromeon a partire dal 2012 e tuttora in corso. È la storia di un lottatore, Tokita Ouma detto "Ashura", abilissimo nella lotta a mani nude. La serie anime, il cui successo testimonia il ritorno in auge del filone dedicato alle arti marziali, verrà pubblicata nel 2019. Lo studio che si è occupato della sua realizzazione è Larx Entertainment mentre alla regia abbiamo Seiji Kishi e Kazuaki Morita al character design.

Le bizzarre avventure di JoJo - Vento aureo

Alzi la mano chi non conosce Le bizzarre avventure di JoJo, mitico e folle manga di Hirohiko Araki pubblicato a partire dal 1987 su Shonen Jump e Ultra Jump e tuttora in corso (l'autore attualmente alle prese con l'ottava serie, JoJolion).

Ricchissima di citazioni e situazioni grottesche, la serie segue le vicende della famiglia Joestar alle prese con il sanguinario vampiro Dio Brando ed è articolata in una serie di archi narrativi di cui Vento Aureo è il quinto. La serie, di cui è stato mostrato il primo episodio in anteprima proprio all'Anime Expo, è stata realizzata da David Productions e sarà distribuito a partire da ottobre di quest'anno.

Ultraman

Ultraman, franchise ultradecennale capolavoro del tokusatsu, macro-genere che identifica le produzioni cinematografiche e televisive sci-fi caratterizzate dall'utilizzo di modellini, costumi sgargianti, pupazzoni ed effetti pirotecnici, ha dato vita a decine e decine di film e serie televisive. Ma è di qualche giorno fa l'annuncio che il celebre franchise godrà anche di un adattamento animato ad opera di alcuni dei nomi più interessanti del panorama anime nipponico: l'anime in computer grafica è stato infatti diretto da Kenji Kamiyama (Ghost in the Shell SAC) e Shinji Aramaki (Capitan Harlock 3D) per gli studi Production I.G (Ghost in the Shell) e Sola Digital Arts (Appleseed Alpha) e verrà proposto in contemporanea mondiale su Netflix nella primavera del 2019.

SSSS.Gridman

Ancora un annuncio riguardante una serie tokusatsu, per la precisione Denkou Choujin Gridman realizzata nel 1993 da Tsuburaya Productions, studio responsabile anche della serie Ultraman.

La serie anime da essa derivata è stata realizzata dallo studio Trigger in collaborazione proprio con Tsuburaya per sceneggiature di Keiichi Hasegawa e regia di Akira Amemiya. Preceduto da un ONA realizzato dallo stesso team il progetto era stato annunciato già nel 2017 ed è stato presentato ufficialmente nel corso dell'Anime Expo, dove c'è stata la sua première mondiale.

Sword Art Online: Aliciziation

Una serie isekai di grande successo nonostante la sua semplicità narrativa è Sword Art Oline, nata come serie di light novel ad opera di Reki Kawahara ai testi e abec ai disegni e ambientata in un prossimo futuro in cui il protagonista, Kazuto "Kirito" Kirigawa, resta intrappolato in una realtà virtuale all'interno di un MMORPG chiamato appunto Sword Art Online. Dopo aver generato numerosi spin-off che hanno contribuito a dare sostanza a un franchise di immane successo, Alicization (che di fatto sarà la terza serie principale e vedrà il ritorno di "Kirito" Kirigawa) è stata realizzata dallo studio A-1 Pictures per la regia di Manabu Ono (The asterisk war) e character design di Gou Suzuki e Tomoya Nishiguchi e sarà disponibile da partire dall'ottobre di quest'anno.

Attacco dei giganti stagione 3

Un altro big, un'altra terza stagione: stavolta si tratta di Attack on Titan, serie shonen horror/fantasy realizzata dal Wit studio tratta dal celebre manga di Hajime Isayama che vede i giovani Eren Yeager, Mikasa Ackerman e Armin Arelet condurre le proprie esistenze in un mondo distopico in cui gli umani si sono rifugiati in città fortificate per difendersi dagli assalti dei giganti, grotteschi esseri privi di intelletto che si nutrono di carne umana. Successo planetario entrato immediatamente nell'immaginario collettivo, la serie finora conta due stagioni da 25 e 12 episodi. Trasmessa in anteprima mondiale all'Anime Expo la terza attesissima stagione debutterà il prossimo 22 luglio sull'emittente NHK mentre non si hanno ancora notizie certe di un eventuale simulcast sulle principali piattaforme streaming.
Anche quest'anno si chiudela più grande fiera occidentale dedicata agli anime. Quali serie vi ispirano di più? Quali sono quelle che aspettate con più impazienza e quali invece non vi ispirano affatto? Fatecelo sapere!