Avengers: Infinity War - 4 fumetti Marvel da recuperare in vista del film

Abbiamo selezionato alcune storie da recuperare prima o dopo la visione del nuovo atteso, epocale cinecomic dei Marvel Studios.

speciale Avengers: Infinity War - 4 fumetti Marvel da recuperare in vista del film
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

Avengers: Infinity War sta per approdare al cinema e l'occasione è di quelle davvero speciali: la nuova pellicola corale firmata dai fratelli Russo - la terza del Marvel Cinematic Universe dopo le due realizzate da Joss Whedon, se non consideriamo anche Captain America: Civil War - rappresenterà il culmine di tutte le avventure vissute dai Vendicatori attraverso le Tre fasi dell'universo cinematografico, riunendo tutti gli eroi comparsi finora sul grande schermo. Inutile dire quanto, nonostante il MCU si regga ormai in piedi da solo e tragga ispirazione dai fumetti Marvel soltanto per il concept iniziale delle proprie storie, il nuovo film in uscita il 25 aprile attingerà chiaramente da alcuni dei fumetti più celebri dedicati ai Vendicatori: un calderone di personaggi e citazioni che, ovviamente, i fan della Casa delle Idee coglieranno con maggiore facilità in caso siano lettori veraci dei comics americani. Abbiamo selezionato per voi alcune delle storie più importanti e imprescindibili da recuperare in caso vogliate cogliere anche voi - che sia prima o dopo aver visto Infinity War - tutti gli omaggi fumettistici che incontreremo nel prossimo, epocale cinecomic con Tony Stark e soci.

Il Guanto dell'Infinito

Inutile girarci intorno: se deve esserci un fumetto di partenza per approcciare al meglio le prossime e imminenti gesta dei Vendicatori, quel fumetto è Il Guanto dell'Infinito. Intitolato in originale, appunto, The Infinity Gauntlet, questa storica e importantissima saga fu serializzata nel 1991 e rappresenta - un po' come la pellicola dei Marvel Studios - il culmine del filone narrativo "cosmico" legato a Thanos il Folle Titano, disegnato da George Pérez e Ron Lim e imbastito da Jim Starlin (deus ex machina della Marvel Comics di quegli anni nonché uno dei principali fautori delle storie cosmiche sugli Avengers). La saga è incentrata sì su Thanos e sul del Guanto dell'Infinito, che conferisce al villain un potere smisurato derivato dall'utilizzo delle Gemme dell'Infinito, ma anche sulle figure di Silver Surfer e Adam Warlock - i quali, salvo sorprese clamorose, non dovrebbero essere previsti nello script del cinecomic.

Anche la trama della saga fumettistica di Starlin sembra differenziarsi parecchio rispetto al film dei fratelli Russo, proponendo un respiro decisamente diverso: la Morte si manifesta di fronte a Thanos, ordinandogli di uccidere più della metà degli esseri di vita senzienti nell'Universo per bilanciare maggiormente l'equilibro tra Vita e Morte. Il malvagio Titano, follemente innamorato della Morte, decide di accrescere le proprie ambizioni e utilizza il Pozzo dell'Infinito per localizzare le sei Gemme dell'Infinito, che si trovano in possesso di entità ancestrali nei recessi delle galassie chiamati gli Antichi: dopo averli eliminati - ciò avviene nella mini saga Thanos Quest, antecedente a Infinity Gauntlet - Thanos raccoglie le sei gemme e le posiziona sul suo guanto sinistro, dando vita all'arma più potente e pericolosa che l'Universo abbia mai conosciuto.

L'alieno istituisce poi un tempio in suo onore, rinchiudendovi la figlia Nebula e il fratelloEros per dare prova alla Morte del suo potere: non basterà per conquistare il favore di quest'ultima, ragion per cui le mire espansionistiche di Thanos colpiranno i Vendicatori e gli altri eroi della Terra, che dovranno unirsi sotto un'unica egida per affrontare il Folle Titano nello spazio aperto - con l'ausilio di alcuni portali aperti dal Dottor Strange e con le conoscenze di Adam Warlock, un potentissimo eroe cosmico che sarà fondamentale nella battaglia finale contro il villain. La Saga dell'Infinito prevede anche due sequel di Infinity Gauntlet: la Guerra dell'Infinito (Infinity War, appunto) e La Crociata dell'Infinito (Infinity Crusade). Infinity War darà il nome al film dei Marvel Studios, ma la sua trama si sviluppa successivamente alla sconfitta di Thanos e ne costruisce la vendetta.

Infinity

La prossima avventura degli Avengers sul grande schermo sarà un'epopea cosmica, e per questo nella nostra rassegna ci soffermeremo principalmente sulle avventure cosmiche dei Vendicatori: spostandoci in tempi decisamente più recenti, a nostro parere potrebbe stuzzicarvi anche la lettura di Infinity. Si tratta della saga che, nel 2013, rappresentò il fulcro di una serie di grandi eventi e crossover che portarono nel 2015 a Secret Wars, un avvenimento che ha spianato la strada al massiccio rilancio editoriale chiamato Nuovissima Marvel - le cui battute finali si apprestano ad accompagnare i lettori italiani in questi mesi, con la conclusione di Secret Empire e il debutto di un progetto tutto nuovo intitolato Marvel Legacy. Ma torniamo a qualche anno fa, nel 2013, con Infinity...

La saga vide il debutto di Jonathan Hickman come nuovo sceneggiatore principale dei fumetti Marvel - in seguito alla precedente gestione di Brian Michael Bendis, il quale in seguito ha continuato a curare alcune delle testate principali della Casa delle Idee come Invincibile Iron Man, Spider-Man, Guardiani della Galassia, The Defenders e altro prima di approdare recentemente alla DC Comics. La storia principale di Infinity si svolge in 15 capitoli, ma si sviluppa in maniera massiccia anche in svariati tie-in in testate come Avengers, Guardiani della Galassia, Thunderbolts e Superior Spider-Man. La storia non ruota direttamente attorno alla figura di Thanos e al suo Ordine Nero, ma ne rappresenta comunque una finestra importante.

Il perno del racconto sono i Costruttori, antiche e potenti entità aliene che in origine contribuirono alla genesi dell'Universo ma che, per motivi inizialmente ignoti, sono ora decisi a distruggerlo. Ma intanto incombe l'avanzare del Folle Titano e dei suoi sgherri, che approfitteranno della guerra tra gli Avengers e i Costruttori per attaccare la Terra, rimasta in larga parte spoglia dei suoi più grandi eroi impegnati nella crociata cosmica. Un ruolo centrale, nella battaglia che vede Thanos e altri eroi protagonisti sul nostro pianeta, lo assume anche Thane, figlio nato dall'unione tra Thanos e un'Inumana.

L'Ordine di Thanos

Se desiderate approfondire la figura di Thanos, una delle miniserie più interessanti è L'Ordine di Thanos. Intitolata in originale Thanos Imperative, la mini-saga venne serializzata tra il 2010 e il 2011 e fu imbastita da Dan Abnett e Andy Lanning (rispettivamente i nomi dietro storia e matite della saga). L'Ordine di Thanos rappresenta una sorta di epilogo ad alcuni, grandi eventi Marvel degli anni precedenti: parliamo innanzitutto di Annihilation, nella quale i Vendicatori e diversi eroi cosmici come i Guardiani della Galassia e Silver Surfer devono affrontare l'avanzata del pericoloso Annihilus, e degli eventi presenti tra War of Kings e Realm of Kings. La trama si gioca sulla contrapposizione tra Capitan Mar-Vell (predecessore dell'attuale eroina conosciuta come Carol Danvers) e Thanos, i quali rappresentano rispettivamente la dicotomia tra la Vita e la Morte. Mentre i Guardiani della Galassia tengono d'occhio il redivivo Titano e Nova è sulle tracce di alcuni nemici, nello spazio compaiono una serie di creature tra cui Kree, Shi'ar e diverse altre: una versione alternativa di Capitan Mar-Vell, ovvero Lord Mar-Vell, si mette sulle tracce del Titano, poiché i due sono destinati a uccidersi a vicenda.

Lo scontro che ne consegue vede la morte di Mar-Vell per mano di Thanos, che intende compiacere ancora una volta la sua amata Lady Morte: ma, dopo aver provocato la distruzione del Cancroverso (ovvero un universo parallelo popolato esclusivamente da mostri cosmici in cui è impossibile morire), il villain riceve l'ennesima delusione dal suo amore e, dando la colpa ai Vendicatori e ai loro alleati, tenterà di distruggere l'Universo; il sacrificio di alcuni personaggi chiave dell'Universo Marvel farà sì che l'opera di Thanos non si compia, e proietta la mini-saga verso la parte conclusiva.

Secret Invasion

Non è chiaro se già in Avengers: Infinity War vedremo gli Skrull e Captain Marvel. Probabilmente no, poiché questi personaggi faranno parte dell'omonimo film su Carol Danvers nel 2019, ma in fondo le sorprese sono sempre dietro l'angolo. E, per arrivare preparati a un film che farà dell'universo cosmico della Marvel il suo perno centrale (dopo averne già approfondito i perni con i due film sui Guardiani della Galassia), forse è il caso di suggerirvi Secret Invasion. D'altronde, anche nel film dei Marvel Studios vedremo una nuova invasione aliena - ad opera di Thanos e dell'Ordine Nero - preoccupare i Vendicatori reduci da una Civil War decisamente drammatica e distruttiva.

E anche il fumetto in questione è successivo alla guerra civile tra i supereroi imbastita nei fumetti Marvel nel 2007 da Mark Millar e Steve McNiven: Secret Invasion è un maxi crossover datato 2008, scritto da Brian Michel Bendis e disegnato da Leinil Yu. Si scopre, ben presto, che negli ultimi anni diversi eroi della Marvel sono stati sostituiti in massa dagli Skrull, insidiosi e perfidi alieni in grado di assumere le sembianze altrui, con le loro versioni originali rapite e imprigionate dagli invasori. Inizia per questo un clima di profondo sospetto e paranoia, che culmina con una memorabile battaglia campale a Central Park, New York, in cui tutti gli eroi e i Vendicatori si scontrano con l'impero Skrull. La loro Regina sarà sconfitta da un Norman Osborn sull'orlo della follia a causa dell'iniezione massiccia del siero di Goblin.

In seguito a ciò, il villain di Spider-Man sarà premiato dal presidente degli Stati Uniti con l'elezione a direttore dello S.H.I.E.L.D., che Norman sostituisce con l'H.A.M.M.E.R., dando inizio a quello che conosciamo come Il Regno Oscuro. Ma questa è decisamente un'altra storia.