Bleach: i 10 personaggi più forti del manga di Tite Kubo

In attesa del ritorno sul piccolo schermo, abbiamo stilato una classifica dei guerrieri più abili tra quelli apparsi finora in Bleach.

speciale Bleach: i 10 personaggi più forti del manga di Tite Kubo
Articolo a cura di

Con una mossa a sorpresa, Weekly Shonen Jump e Bandai hanno annunciato il ritorno dell'anime di Bleach, diversi anni dopo la tanto discussa conclusione del manga che non ha saputo regalare ai fan quella giusta conclusione agognata. La nuova serie coprirà l'ultimo arco narrativo del manga, quello relativo alla famosa Guerra dei Mille Anni che, tra le altre cose, ha saputo introdurre dei nuovi e temibili avversari di cui nemmeno si conosceva l'esistenza o, per meglio dire, di cui molti avevano finito per perdere le tracce.

E, si sa, Bleach ha sempre giocato (un po' come Dragon Ball) coi livelli di potenza e con i power up vari dei vari protagonisti (Shikai, Bankai) e l'arco narrativo in questione ha in qualche modo mescolato le carte delle reali forze in campo. Abbiamo deciso di compiere un viaggio nel passato e di provare a stilare una classifica dei personaggi più forti di tutto il manga. Da questa rassegna, comunque, abbiamo scelto di tenere fuori il protagonista Ichigo, sia perché il suo reale valore è ormai difficile da quantificare sia per dare spazio ad altri personaggi.

10 - Kuchiki Byakuya

Freddo come il ghiaccio e letale come la morte. Il capitano della sesta divisione del Gotei 13 è senza dubbio uno dei guerrieri più formidabili dell'universo di Bleach, nonché antagonista principale delle prime due stagioni. La sua potenza si riversa in uno stile di combattimento agile e scattante, infatti la sua arma è paragonabile ad una classica Katana che quest'ultimo lascia volteggiare con una classe ed uno stile invidiabili.

Il suo massimo potere, il Bankai, è conosciuto come Senbonzakura, e rispecchia tutta la sua leggiadria e il suo amore per la natura e per i fiori: esso, infatti, consiste nella divisione della lama in tantissimi microframmenti, assimilabili a tanti petali di fiori di ciliegio, con i quali attacca i nemici.

Nonostante sia uno dei guerrieri più forti anche a livello statistico, ricopre quasi sempre un ruolo marginale, affrontando battaglie non di primissimo livello e che, di conseguenza, non riescono a donargli il giusto palcoscenico. Durante la Guerra dei Mille Anni sale però più di una volta in cattedra, potenziandosi sempre più fino a diventare uno dei più validi difensori della pace.

9 - Gremmy Thoumeaux


È lo Stern Ritter che porta la lettera "V" che sta per Visionario, e non è un caso. Il misterioso e giovanissimo guerriero che indossa un abbigliamento molto "mondano" e giovanile, con tanto di cappuccio e sguardo perso nel vuoto, è in realtà un formidabile guerriero, probabilmente uno dei più forti in circolazione. Se la sua potenza fisica non è paragonabile a quella di molti altri, a valergli la posizione nella top ten è il suo incredibile potere.

Gremmy, infatti, può plasmare la realtà a suo piacimento e dare vita a tutto ciò che desidera, e questo potere, tanto forte quanto pericoloso anche per lui stesso (potrebbe uccidersi semplicemente immaginando la sua morte), è molto temuto anche dai suoi colleghi, tanto che il suo possessore viene considerato il più pericoloso di tutti i membri delle truppe d'élite del Vandenreich.

La sua fine, non a caso, avviene proprio per sua stessa mano, poiché durante lo scontro con Kenpachi (di cui inizialmente aveva il pieno controllo) finisce per rimanere spiazzato dal nuovo potere dello Shinigami e perciò tenta di superare i suoi limiti fisici, plasmando una potenza tale da non riuscire più a gestirla. E, infine, se vi dicessimo che la sua stessa esistenza è frutto della sua immaginazioni ci credereste? Beh, fatelo!

8 - Jugram Haschwalth

Lo Stern Ritter che porta la lettera "B" (che sta a significare "Balance", ossia l'equilibrio) è uno dei più fidati guerrieri al servizio di Yhwach, nonché suo braccio destro e soprattutto Gran Maestro dell'ordine. Jugram è una figura molto enigmatica poiché, come Gin con Aizen, sembra essersi unito al temibile Yhwach soltanto per vendetta, un sentimento però tormentato e di difficile comprensione. Jugram possiede il potere di rispedire sul nemico le sventure subite, ma soprattutto una grande abilità combattiva, tanto da guidare sul campo le truppe degli Stern Ritter durante l'invasione della Soul Society, ma non soltanto.

Jugram si libera con estrema facilità di Byakuya e distrugge il Bankai di Ichigo senza difficoltà, a testimonianza di un potere spaventoso ma tenuto quasi sempre in qualche modo nascosto. Nonostante le mire ostili nei confronti del suo capo (inizialmente) egli si dimostra l'unico ad appoggiare quest'ultimo quando decide di fare di Ishida Uryu il suo successore, sviluppando per lui sentimenti contrastanti, che alla fine lo accompagnarono verso una lenta ma inesorabile dipartita.

7 - Shunsui Kyoraku

Passiamo a colui che è a tutti gli effetti riconosciuto come uno dei personaggi più eccentrici di tutta la serie. Kyoraku è un uomo molto particolare, amante delle donne, del vino e della cucina, e non vorrebbe mai combattere. Porta un cappello di paglia e una mantellina a fiori e, all'apparenza, non sembra avere alcun tipo di talento da combattente.

In realtà Kyoraku è uno dei più forti Shinigami in circolazione, tanto da diventare Comandante generale più avanti nella serie, e sopratutto è in possesso di un'energia spirituale talmente potente da essere tenuta sotto controllo da lui stesso, cercando di limitare al minimo il suo utilizzo per evitare danni collaterali. Utilizza questo potere proprio per liberarsi di Starrk, una particolarità che la dice lunga non solo sulla sua forza, ma anche su quella del suo avversario.

6 - Zaraki Kenpachi

Zaraki è il capitano dell'undicesima divisione del Gotei 13 ed è l'unico a riuscire a raggiungere quel livello senza avere né uno Shikai né un Bankai, ma soltanto per la sua potenza fisica.

Ken-Chan (come viene chiamato dalla sua giovane sottoposta) è una vera e propria furia, capace di tener testa a numerosi avversari basandosi esclusivamente sulla propria resilienza e sulla propria spada, una lama malandata e ricca dei segni di numerose battaglie. Durante la saga della Guerra dei Mille Anni sviluppa finalmente il suo Bankai (grazie all'addestramento super intensivo di Unohana), che lo trasforma in una sorta di Oni (i demoni della cultura giapponese). Un power-up che lo rende uno dei personaggi più forti in assoluto, secondo soltanto ai massimi guerrieri dell'universo di Bleach.

5 - Gerard Valkyrie

Lo Stern Ritter che porta la lettera "M" (che sta per "miracolo") è senza ombra di dubbio uno dei guerrieri più incredibili e formidabili mai apparsi nell'universo coniato dal geniale Kubo-sensei. Il biondissimo Quincy (per ispirazione ed estetica molto vicino ai tipici guerrieri vichinghi) gode infatti di un potere tanto spaventoso quanto inesorabile, una particolarità che spaventa persino i suoi stessi "colleghi" e che gli è valsa un posto nell'elite delle truppe di Yhwach. Gerard, infatti, ha l'abilità di convertire i danni subiti (ma anche le sventure e tutto ciò di negativo) a proprio vantaggio, da qui, appunto, il nome della sua abilità.

A livello fisico, ad esempio, Gerard converte tutti gli attacchi in potenziamenti per il proprio corpo, fino a diventare sempre più coriaceo e forte, praticamente invincibile. Durante le fasi più concitate dello scontro tra gli Stern Ritter e gli Shinigami egli riesce a tenere testa a ben tre capitani contemporaneamente ed è, alla fine, uno dei pochi Quincy ancora imbattuti. Viene messo KO soltanto dallo stesso Yhwach, nel momento in cui richiama a sé tutti i frammenti della sua anima sparsi in tutti i suoi sottoposti.

4 - Ichibei Hyosube

Il Monaco Osservatore, il fondatore di quella che è tutta la terminologia conosciuta all'interno dell'opera di Kubo, è uno dei guerrieri più longevi, nonché uno dei cinque Shinigami scelti per entrare nella Divisione Zero. Il potenziale di Ishibei è pressoché sconfinato, poiché egli, oltre a padroneggiare perfettamente tutte le arti di combattimento, ha anche una reiatsu smisurata che, grazie all'incredibile potere della sua Zanpakuto, lo rende uno dei guerrieri più forti mai apparsi nell'immaginario di Bleach.

Con la sua lama "Ichimonji" è in grado di "cancellare" a suo piacimento il "nome" dei suoi avversari, annullandone così automaticamente anche i poteri. È talmente potente che riesce in qualche modo a tenere testa ad un vero e proprio mostro come Yhwach, al quale sottrae momentaneamente i poteri, ma la potenza del capo dei Quincy si dimostra superiore, costringendo quest'ultimo ad ammettere di non essere in grado di rivaleggiare col terribile nemico.

3 - Sosuke Aizen

Oltre ad essere il villain più affascinante non solo di Bleach, ma più in generale uno dei più belli di tutta la storia dell'industria, Sosuke Aizen è anche una delle figure di maggior spicco di tutto il mondo degli Shinigami, nonché uno dei guerrieri più forti in assoluto. Il capitano traditore è infatti in possesso di uno dei Bankai più particolari e potenti, che gli permette di ipnotizzare chiunque abbia assistito almeno una volta al suo rilascio.

Aizen è un guerriero formidabile, forte praticamente sotto tutti gli aspetti, in grado di padroneggiare al meglio le arti magiche ma allo stesso tempo dotato di una grande abilità con la spada e di una velocità di reazione impressionante. Dopo essersi fuso col potere dell'Hogyoku le sue capacità diventano quasi smisurate, ma già di base egli sembra essere secondo solamente al Generale Yamamoto Genryuusai, il cui enorme potere è smorzato soltanto dall'inevitabile età che avanza.

Gioca un ruolo fondamentale nella battaglia contro Yhwach, mettendosi in evidenza nello scontro finale in cui, grazie al suo aiuto, il protagonista riesce ad avere la meglio sul potere del nemico. Che si tratti di un piccolo passo verso una redenzione quasi impossibile?

2 - Yamamoto Genryuusai

L'eterno comandante del Gotei 13 è, secondo le statistiche, il guerriero più forte di Bleach a pari merito con Aizen, penalizzato soltanto dagli ovvi segni del tempo che avanza. Genryuusai è in grado di controllare il fuoco grazie alla sua Zanpakuto, Ryujin Jakka, capace di sprigionare potentissime fiamme direttamente sotto al suo dominio, e con esse attacca e intrappola i nemici a suo piacimento. Nonostante l'età Genryusai ha un fisico possente e muscoloso, ma allo stesso tempo risulta incredibilmente rapido nonché abilissimo utilizzatore di numerose tecniche di combattimento corpo a corpo.

Nelle poche volte in cui si vede all'azione (contro Aizen, ad esempio) mostra tutta la sua incredibile potenza e, onestamente, non facciamo altro che chiederci cosa avrebbe potuto fare contro la rivolta del capitano traditore se avesse avuto qualche anno in meno.

1 - Yhwach

Fondatore del Vandenreich e dei Quincy, Yhwach è senza mezzi termini uno dei villain più affascinanti e potenti dell'industria e sicuramente il più forte e temibile avversario incontrato da Ichigo e dai suoi compagni sul loro cammino. Il poderoso guerriero possiede diverse abilità innate, tra cui il potere di prevedere il futuro e di annullare tutti le abilità degli avversari dopo averle viste almeno una volta.

Yhwach ha disseminato frammenti della sua anima in ognuno degli Stern Ritter e ogni qualvolta uno di essi muore il suo potere cresce enormemente, facendolo diventare quasi una sorta di divinità. Questa affermazione non è nemmeno del tutto errata poiché quest'ultimo è in realtà il figlio de Re Spirito, ma nonostante questo ha sempre provato - servendosi di ogni mezzo - a rovesciare l'ordine delle cose per assumere il potere assoluto. Mille anni prima l'inizio del manga Yhwach venne sconfitto da Yamamoto Genryuusai, che lo privò dei suoi poteri. O, almeno, era ciò che pensava...

In attesa di scoprire come si evolverà questa classifica con l'introduzione del nuovo arco narrativo e soprattutto della nuova trasposizione animata, noi vi invitiamo a dire la vostra: quali sono i personaggi più forti secondo voi?