Da Avengers a Fantastici Quattro: il punto su come procede Marvel Italia

Secondo appuntamento con la nostra rassegna volta ad analizzare l'andamento delle principali testate pubblicate da Panini Comics per Marvel Italia.

speciale Da Avengers a Fantastici Quattro: il punto su come procede Marvel Italia
Articolo a cura di

Un nuovo anno è iniziato da poco e ci siamo lasciati alle spalle un 2018 importante per Marvel Italia. Scandito da un mese di chiusura, quello di dicembre, che ha definitivamente gettato le basi per il più recente rilancio editoriale. Quello iniziato, dapprima, con il corso di Marvel Legacy, e poi proseguito con un fresh restart quasi totale. Un nuovo punto di partenza che, nella maggior parte dei casi, ha restituito a molti supereroi della Casa delle Idee lo status quo originale dell'era classica. Dopo aver analizzato l'andamento di novembre 2018, e in attesa dei prossimi albi che popoleranno gennaio 2019, facciamo quindi il punto su cosa ci ha regalato Panini Comics sul versante Marvel durante gli scorsi 30 giorni: nel segno della doppia gestione di Jason Aaron, tra Thor e gli Avengers, ma soprattutto con un ritorno annunciato. Un ritorno di quelli sontuosi, attesi e roboanti: i Fantastici Quattro.

Prima di proseguire vogliamo far notare che dalla rassegna è assente l'evento crossover Infinity Countdown. Il motivo è semplice: arriverà al più presto la recensione dedicata alla miniserie condotta da Gerry 'Deadpool' Duggan, che fa da preludio al maxi-evento Infinity Wars.

Tony Stark: Iron Man, vecchi e nuovi problemi

Iniziamo come sempre da uno dei deus ex machina imprescindibili dell'universo Marvel, sempre più popolare grazie all'incarnazione cinematografica di Robert Downey Jr. La serie Tony Stark: Iron Man è giunta al secondo numero del suo più recente corso e vede l'uomo di ferro alle prese con vecchi e nuovi problemi. Da un lato il nostro playboy miliardario, svegliatosi dal coma post-Civil War II e riprese le redini dell'azienda di famiglia al fianco della sua madre biologica, si avvale di nuovi collaboratori e figure professionali per dirigere le Stark Industries.

Dall'altro, però, deve far fronte insieme a War Machine, il redivivo James Rhodes, ai numerosi criminali che rubano la sua tecnologia per fare del male. Sullo sfondo, però, c'è qualcosa che non va: Tony sente che gli effetti collaterali della resurrezione, che ha permesso a lui e a War Machine di tornare in vita dopo la seconda guerra civile dei superumani, stanno per farsi sentire. E non sarà piacevole...

Capitan America, la redenzione di Steve

La testata con protagonista la Sentinella della Libertà riparte dal mese di dicembre 2018 con un corso tutto nuovo. Il primo numero della serie ci ha confermato lo status quo di Steve Rogers dopo i fatti di Secret Empire: dopo aver messo l'America in ginocchio nei panni del leader supremo dell'Hydra, Capitan America sta cercando di riscattarsi agli occhi del popolo che sente di aver tradito.

La prima storia incentrata sull'eroe vede Steve proprio alle prese con una cellula filo-nazista, ma che al tempo stesso deve fare i conti con la diffidenza dei cittadini americani, così come degli apparati governativi che non si fidano ancora totalmente di lui. Il cammino di redenzione di Cap riparte quindi dalla penna di Ta-Nehisi Coates e dalle matite di Leinil Francis Yu, che danno vita a una saga intitolata "Inverno in America".

Thor, ritorno a Hel

Jason Aaron continua a condurre la sua lunga e avvincente run sull'eroe norreno. Messa da parte la guerra dei Thor, tra Jane Foster e la parentesi di Volstagg, i riflettori sono ora puntati nuovamente sul figlio di Odino, non ancora degno di brandire nuovamente Mjolnir ma perlomeno insignito e rivestito del suo titolo di Dio del Tuono.

La parabola di Odinson prosegue sulla scia di Thor: Ragnarok, sia per quanto riguarda i toni della narrazione (ora molto più leggera e votata ai siparietti comici) che la sceneggiatura. Thor si è infatti imbarcato in una missione nel regno di Hel, gli inferi della mitologia nordica, nei quali dovrà irrimediabilmente fare i conti con la tremenda Hela.

Amazing Spider-Man: Uomo Ragno vs Peter Parker!

Il ciclo condotto da Nick Spencer e Ryan Ottley, disegnatore di Invincible, si fa sempre più avvincente. Lo stile cartoon di Ottley ben si sposa coi volteggi dell'Uomo Ragno e si riflette in una scrittura interessante che cerca di riproporre lo spirito originale delle origini dell'arrampicamuri, spostando il peso del racconto sul binomio tra uomo ed eroe schiacciato dalla responsabilità. Nel vero senso della parola, oseremmo dire: dopo aver perso il posto di lavoro al Daily Bugle e aver ritrovato l'amore di Mary Jane, Peter cerca disperatamente un nuovo posto nel mondo. Lo ritrova quando il dottor Connors gli offre un incarico universitario, ma un esperimento andato male nel corso di una dimostrazione scientifica attiva un procedimento fisico che scinde Peter in due entità distinte e separate: da una parte il docile e fin troppo riflessivo Parker, dall'altra... Spider-Man. Una manifestazione del lato più esuberante e spericolato dell'Uomo Ragno, totalmente privo di freni inibitori e per questo fin troppo avventato, oltre che pericoloso.

Una sorta di nuova personificazione del primo e borioso Spidey che, a causa della sua superbia, provocò la morte di zio Ben. Una figura che il Pete senza poteri deve fermare a tutti i costi, soprattutto tenendo conto dei gravi effetti collaterali che la scissione potrebbe provocare...

Venom: Dio sta arrivando...

Lo abbiamo già detto il mese scorso, ma considerato il successo della versione cinematografica con Tom Hardy era ampiamente auspicabile che le storie sul simbionte tornassero a concentrarsi sul binomio Eddie-Venom in una testata standalone.

Proprio nel mese di dicembre, dopo l'iniziale lancio con Marvel Legacy, la serie Venom è ripartita dal numero uno con due albi quindicinali di enorme spessore: la nuova saga, intitolata Rex, scava nel profondo dell'immaginario di riferimento e introduce una nuova e potente figura. Parliamo di Knull, il dio dei simbionti, pronto a scombussolare ulteriormente la vita del tormentato Brock.

Deadpool, sempre peggio

Anche Deadpool prosegue sulla scia delle uscite precedenti: da una parte abbiamo gli immancabili team-up con Spider-Man, che impreziosiscono gli albi del mercenario chiacchierone in quasi ogni uscita. Dall'altro abbiamo una saga in cui Wade Wilson è tornato ad essere il letale assassino sboccato e sprezzante che era una volta, complice il suo sentimento di disillusione in seguito agli eventi di Secret Empire.

La sua più recente run strizza l'occhio, in maniera parodistica, alle vicende che stanno scombussolando la serie Avengers: il nostro instancabile anti-eroe è infatti alle prese con un Celestiale con un potere decisamente "stomachevole". È infatti capace di creare intere inondazioni di rigurgito...

Hulk, immortale e notturno

Avevamo classificato L'Immortale Hulk come una delle serie più interessanti del nuovo corso di Marvel Italia, ed è ancora così. Bruce Banner si è dato alla macchia dopo essere ritornato in vita: la nuova serie pone l'accento sul lato più orrorifico e bestiale del Golia Verde, capace di emergere totalmente soltanto quando cala il buio.

Elemento stilistico e narrativo, questo, che oltre a strizzare l'occhio alla serie TV classica getta le basi per uno status quo tutto nuovo, estremamente vicino alle tematiche legate al ciclo di vita e morte.

Doctor Strange, a spasso nella Galassia

Il fresh restart dello Stregone Supremo ci porta con la mente a qualche anno fa, in un periodo in cui Stephen Strange era all'apice della sua potenza. Non poteva essere altrimenti, visto che di recente il Dottore ne ha passate di tutti i colori, non ultima la perdita di gran parte del suo potere magico.

Paradossalmente, anche in questa nuova storia il Nostro è molto vicino alla perdita dei poteri, ma nel primo numero della sua nuova run abbiamo modo di vedere di come, al fine di riacquistarli, decida di imbarcarsi in una nuova epopea dal sapore cosmico.

Daredevil: Sindaco Murdock

Sono tempi duri per il Diavolo di Hell's Kitchen, e non soltanto a causa della brusca cancellazione dell'apprezzata serie TV targata Netflix. Nell'universo fumettistico, infatti, Matt Murdock è diventato vice-sindaco di New York, ma il suo capo non è esattamente il più affabile degli uomini: trattasi di Wilson Fisk, ex Kingpin, diventato sindaco della Grande Mela.

In seguito agli eventi della saga di Sindaco Fisk, è ora l'avvocato cieco di casa Marvel a ricoprire il ruolo di primo cittadino: come primo decreto, Daredevil ha riabilitato il nome dei vigilanti che Fisk aveva messo alle strette. L'obiettivo, tanto per cambiare, è opporsi ai piani malvagi del clan della Mano. Il numero di Daredevil disponibile dal mese scorso, inoltre, dedica una mini-storia di collegamento a Infinity Countdown, in cui viene spiegata l'ubicazione della Gemma della Mente.

X-Men e Wolverine: matrimoni e sangue

Le avventure mutanti proseguono tra alti e bassi. La Squadra Oro continua a lottare contro l'odio e il razzismo, ma al tempo stesso si prepara ad accogliere un lieto evento: il matrimonio tra Kitty Pride e Colosso, ormai storica e consolidata nuova coppia dell'Universo Marvel. Inutile dire che una serie di minacce si frappongono tra i due eroi, ostacolandone pericolosamente il convoglio a nozze. La Squadra Blu, dal canto suo, non se la passa troppo bene: impegnata in un'avventura cosmica in compagnia di Venom, i giovani mutanti provenienti dal passato hanno affrontato la dura perdita della giovane Jean Grey.

Marvel Girl ha infatti deciso di sacrificarsi durante la missione nello spazio, lasciando nello sconforto tutto il team e soprattutto un sempre più addolorato Ciclope. Per una fenice che muove, un'altra però risorge: la Jean Grey adulta, tornata in vita grazie alla mini-serie La Resurrezione di Fenice, guida un'altra squadra, la Rossa. Un team che cerca, a sua volta, di combattere strenuamente contro l'odio del genere umano nei confronti di quello mutante.

Passiamo, infine, all'amato mutante artigliato di casa Marvel: Wolverine, quello originale, è tornato in vita, ma per motivi sconosciuti è latitante. Sulle sue tracce ci sono due squadre: un team è composto da Iron Man, Spider-Man, Luke Cage e Jessica Jones, che si ritrova a lottare contro Sinistro per evitare che il villain utilizzi i dati inclusi nel DNA di vari eroi (tra cui proprio Logan) per compiere atti malvagi.

È l'altro plotone d vigilanti, però, ad avere una pista migliore: Daredevil, Misty Knight, Frank McGee e Cipher sono all'inseguimento di un misterioso killer che ha le sembianze di Wolverine. E sarà proprio Matt Murdock a scoprire la terribile verità, determinando un importante giro di boa per la serie Alla ricerca di Wolverine.

Il ritorno dei Fantastici Quattro

Ma i veri protagonisti del piano editoriale di Marvel Italia per il mese di dicembre sono loro. In un primo numero che segna una testata tutta nuova, la storica superfamiglia di Casa Marvel prepara lentamente il suo ritorno in un ciclo firmato da due autori d'eccezione: Dan Slott, deus ex machina di Amazing Spider-Man negli ultimi anni, e la nostra Sara Pichelli, che tra le altre cose è co-autrice di Miles Morales insieme a Brian M. Bendis. Il numero 1 della nuova serie riparte da dove ci eravamo fermati: Ben Grimm e Johnny Storm sono ancora orfani di Reed, Susan e dei loro figli.

La famiglia Richards è ancora dispersa nello spazio profondo dopo i fatti di Secret Wars e, se da un lato La Cosa cerca di rifarsi una vita ricominciando da capo, dall'altro la Torcia Umana non si è ancora rassegnato al fatto che prima o poi i loro amici torneranno sulla Terra. Le pagine finali del primo numero di Fantastici Quattro sono un meraviglioso inno alla speranza, un messaggio che spiana la strada all'atteso ritorno del gruppo al gran completo: i Fantastic Four stanno davvero tornando.

Avengers vs Celestiali

Chiudiamo con il secondo numero dell'ormai unica testata corale dedicata agli Eroi più potenti della Terra: gli Avengers sono nuovamente riuniti in un solo e blasonato gruppo, rimesso in piedi dai suoi tre campioni più determinati e celebri di sempre. Iron Man, Capitan America e Thor, tre eroi impegnati rispettivamente (e per proprie ragioni) a riscattare il proprio status quo di supereroe dopo cicli narrativi non proprio facili.

Uno tornato dalla morte, uno che ha messo gli USA in ginocchio e uno indegno di brandire il proprio martello. Quando, però, alcuni Celestiali molto antichi iniziano (letteralmente) a piovere dal cielo, i tre paladini decidono di rimettersi in piedi e di affrontare la nuova minaccia, di quelle che nessun altro riuscirebbe ad affrontare.

La nuova squadra di Avengers è ora composta, oltre che dai tre "senior" dell'universo Marvel, anche da Black Panther, una nuova e incontrollabile She-Hulk, Captain Marvel e Ghost Rider. Il numero 2 di Avengers ci permette finalmente di scoprire l'identità del villain dietro l'invasione dei nuovi Celestiali, e continua a collegarsi con gli eventi che abbiamo vissuto in Avengers 1.000.0000 a.C. Sempre Jason Aaron guida il rilancio della prestigiosa testata sui Vendicatori, una run che vi consigliamo caldamente di seguire.