Dragon Ball Super: analisi dell'episodio numero 117, lo scontro dei Cyborg!

Terminato il travolgente duello fra Goku e Kefla, tocca infine ai cyborg del Settimo Universo scendere in campo e portare a casa qualche punto prezioso!

speciale Dragon Ball Super: analisi dell'episodio numero 117, lo scontro dei Cyborg!
Articolo a cura di
Antonello "Kirito" Bello è un Monster Hunter di professione, nonché accumulatore seriale di videogiochi di produzione rigorosamente giapponese. Pare si sia autoesiliato in una dimensione alternativa in cui le personificazioni di SQUARE ENIX, BANDAI NAMCO Entertainment e CyberConnect2 sono sue compagne d’arme nella sanguinosa lotta contro l'odiato dio degli FPS e gli infedeli al suo seguito. Per qualche strana ragione, ha un’evidente ossessione per le spade e sogna di governare Gamindustri. Purché non sia completamente infognato con qualche JRPG, potete contattarlo via Facebook.

Terminato il travolgente duello fra Goku e Kefla, che - oltre a offrire uno spettacolo unico ai due Zeno - aveva interrotto tutti gli altri scontri in corso, per i concorrenti ancora in gara presso il Torneo del Potere è infine giunto il momento di tirare fuori le unghie e tentare di capovolgere la situazione con ogni mezzo possibile: mancano solo diciassette minuti al termine della competizione, e più di un mondo è a corto di lottatori. Al Secondo Universo della Dea della Distruzione Heles, ad esempio, ne rimangono solo cinque, mentre Champa del Sesto, dopo l'eliminazione dei suoi tre Saiyan, può contare soltanto sui namecciani Saonel e Pilina. Quale sarà il prossimo universo cancellato dal sommo Zeno?

Si dia inizio alle danze!

Intitolato "La grande battaglia dell'amore! I cyborg VS l'Universo 2!!", l'episodio 117 di Dragon Ball Super si è aperto con un Goku particolarmente affaticato e senza fiato: come ricorderete, nella scorsa puntata l'eroe ha dovuto dar fondo a tutte le proprie energie e al portentoso Ultra Istinto per scagliare Kefla fuori dall'arena, e porre fine alla minaccia rappresentata dallo sconfinato potere posseduto dalla suddetta fusione. Tuttavia, proprio com'era accaduto al termine del combattimento con Jiren, il nostro eroe è ora allo stremo e pertanto appare come una preda facile agli occhi degli universi più "deboli" e numericamente in svantaggio. Proprio per questo motivo, Gohan e Piccolo, ancora meravigliati dall'ultima vittoria del Saiyan, cercano disperatamente di raggiungere il suo fianco per consentirgli di recuperare le forze perdute senza correre il rischio di subire un'improvvisa eliminazione; ma ecco tornare alla carica anche Saonel e Pilina, che proprio negli ultimi episodi avevano dato ai nostri non poco filo di torcere. Spronati a dovere dalle parole di un Champa sempre più buffo e irritato (al punto tale da sedersi a cavalcioni sulla testa del povero Magetta) e consci di essere ormai l'ultima speranza rimasta al Sesto Universo, non solo i due guerrieri sono nuovamente pronti a dare battaglia, ma addirittura appaiono alquanto fiduciosi delle proprie capacità. Vegeta, intanto, adirato per essere stato superato ancora una volta dal rivale Kakaroth e convinto di poter risvegliare a sua volta l'Ultra Istinto, gioca una carta piuttosto pericolosa: lasciarsi attaccare ripetutamente dal poliziotto Katopesla affinché sia il corpo a reagire istintivamente ai colpi del nemico, che nel frattempo ha adoperato una nuova trasformazione e moltiplicato la propria forza di trecento volte. Il piano, tuttavia, fallisce miseramente quando il Saiyan perde la pazienza e, per tutta risposta, restituisce al mittente una poderosa scarica di pugni fulminei.

Scontro finale tra i sentimenti del Secondo e del Settimo Universo!

Mentre i vari combattimenti interrotti da Goku e Kefla riprendono uno dopo l'altro, la Dea della Distruzione Heles impartisce dunque un ordine telepatico ai componenti del proprio team: eliminare una volta per tutte Son Goku, approfittando di questa sua momentanea debolezza! È in questo preciso frangente che assistiamo al primo vero momento condiviso dai gemelli C-17 e C-18, i quali lo sfruttano per medicare la ferita riportata dalla donna e aggiornarsi sulle rispettive vite; una scena, invero, alquanto toccante in cui C-18, solitamente molto severa e distaccata, racconta con un delizioso sorriso di essere più che soddisfatta delle giornate trascorse a occuparsi del buon Crilin e della figlia Marron. L'attesa riunione di famiglia è però interrotta quando tutti e cinque i combattenti rimasti al Secondo Universo riescono infine ad accerchiare Goku, costringendo i due fratelli ad un provvidenziale quanto subitaneo intervento. Impegnati rispettivamente contro Ribrianne e Rozie, che fra le altre cose vogliono vendicare l'eliminazione inflitta a Kakunsa dallo stesso C-17, i gemelli si dimostrano subito superiori delle avversare, le quali finiscono addirittura per colpirsi a vicenda. Proprio questo sembrerebbe il punto debole delle due guerriere di Heles: sebbene le due donne non abbiano mai nascosto un certo affiatamento, i loro attacchi sono tutto fuorché sincronizzati, mentre i due cyborg, sin dalla serie Z, hanno sempre sfoggiato una straordinaria sinergia. Dopo essersi infatti accorti di questo interessante punto debole, la coppia tenta di approfittarne e, attraverso un ingegnoso stratagemma, pone nle avversarie nuovamente l'una contro l'altra e addirittura scaglia la snella Rozie fuori dal ring. Lo scontro sembra ormai deciso quando C-18, peccando forse di troppa sicurezza, si lascia intrappolare dall'arma segreta dell'avversaria: uno strano lazo energetico chiamato "Big Amour" che difatti immobilizza e stritola la bionda rivale!

Mentre C-17 è colto alla sprovvista dal repentino assalto di Narirana del Quarto Universo, le divinità e gli ex-concorrenti del Secondo utilizzano dei bizzarri scettri magici (molto simili a quelli delle Guerriere Sailor, quantomeno sul lato del design) per "trasmettere" il proprio amore alla compagna. Il risultato è imprevedibile: la ‘trasfusione' - se così scegliamo di chiamarla - non solo ricarica la vivace guerriera che subito si ritrasforma in Ribrianne, ma addirittura le permette di ingigantirsi a dismisura, fino ad assumere fattezze colossali e spaventose! L'eliminazione di C-18 sembra ormai inevitabile, e persino la donna appare rassegnata alla sconfitta, quando le parole di incoraggiamento di Crilin - che addirittura cercherà di tornare in campo per darle manforte - riescono a scuoterla e spingerla a reagire. Motivata dai sentimenti verso il marito e supportata dal fratello C-17, che nel frattempo si è sbarazzato dell'avversario (senza però eliminarlo), la guerriera pone fine ai sogni di gloria della gigantesca Ribrianne con un solo pugno!

Dragon Ball Super Nonostante la presenza di qualche momento interessante, come quello fra C-17 e C-18, che non vedevamo così “uniti” dai tempi della serie Z, l’episodio 117 di Dragon Ball Super ci è parso nulla più che un misero riempitivo fra uno scontro di Goku e l’altro: indiscusso protagonista di questo arco, il Saiyan è infatti al centro dei combattimenti più interessanti e di conseguenza degli episodi più riusciti, mentre il resto del corposo cast di questa saga è costretto ad accontentarsi di qualche fugace momento di gloria. In compenso, salvo qualche primo piano dimenticabile, la qualità generale dell’episodio si è mantenuta abbastanza alta, esattamente come accaduto per le puntate trasmesse nelle ultime settimane. Ora che mancano solo 15 minuti alla fine del Torneo del Potere, sarà interessante assistere alla reazione del Secondo e del Sesto Universo, i quali, ormai, dispongono rispettivamente di due e tre guerrieri soltanto. A giudicare dal promo del prossimo episodio, Saonel e Pilina potrebbero nascondere un tremendo segreto in grado di ribaltare di nuovo le sorti della competizione...