Dylan Dog e Batman: l'albo introduttivo del crossover DC e Bonelli

Analizziamo insieme Dylan Dog/Batman, albo a fumetti contenente quattro storie autoconclusive tra cui Relazioni Pericolose.

speciale Dylan Dog e Batman: l'albo introduttivo del crossover DC e Bonelli
INFORMAZIONI SCHEDA
Articolo a cura di

In attesa dell'uscita nel 2020 del crossover tra Dylan Dog e Batman, due tra i personaggi più famosi delle rispettive case editrici, è recentemente sbarcato in edicola l'albo Dylan Dog/Batman, un fumetto di circa novanta pagine al cui interno sono presenti quattro storie brevi autoconclusive.
Oltre alle tre storie ristampate è presente anche la recentissima Relazioni Pericolose, una particolare avventura in cui vediamo per la prima volta interagire tra loro due storici villain dei fumetti, il Joker e Xabaras.

Amici o nemici?

Nella prima storia della raccolta, scritta da Roberto Recchioni e disegnata da Werther Dell'Edera su colori di Gigi Cavenago, assistiamo a un lieve retcon riguardo il passato del Joker (da sempre avvolto nel mistero), in cui lo vediamo entrare in contatto con Xabaras, storica nemesi di Dylan Dog presente fin dal primo numero.
La storia risulta in linea generale buona, seppur l'intera operazione sia ascrivibile a una dimensione marcatamente promozionale, interessante nelle intenzioni ma forse un po' troppo povera di contenuti, capace comunque di fornire al lettore alcuni spunti di riflessione interessanti riguardo gli sviluppi futuri di questo crossover. Lo stesso Joker appare in una versione apparentemente tranquilla e moderata, forse addirittura eccessivamente depotenziata in favore dello strapotere di Xabaras, che in qualche modo riesce a rubargli la scena in molte occasioni.

Molto ben orchestrata la breve apparizione di Batman, sicuramente la sequenza migliore dell'albo; il momento in cui il Cavaliere Oscuro entra in scena risulta ammantato da un forte pathos, capace di racchiudere, attraverso la forza di un semplice gesto, l'anima nobile del supereroe. Paradossalmente, a risultare maggiormente fuori continuity è proprio Dylan, che ritroviamo in una veste classica intento a confrontarsi con la sua nemesi per eccellenza.

Non resta quindi che attendere l'uscita della storia completa per scoprire nel dettaglio in che modo interagiranno i numerosi personaggi, sia per quanto riguarda gli eroi che i villain.

La nuova alba dei morti viventi, storia scritta da Roberto Recchioni e disegnata da Emiliano Mammucari, pubblicata per la prima volta nel 2015, è un remake della prima storica avventura dedicata all'Indagatore dell'Incubo.
La forza dell'opera sta nel raccontare nuovamente - in modo molto originale - il confronto tra Dylan e Xabaras visto nel primo numero della serie.
Seppur in realtà il vero protagonista del racconto - cioè la custodia del clarinetto di Dylan - compaia molto poco, la lettura può considerarsi un buon punto di inizio per chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta alle avventure dedicate all'Indagatore dell'Incubo.
Nonostante quindi entrambe le storie dedicate a Dylan presenti nel volume siano in grado di intrattenere il lettore in modo soddisfacente, la criticità maggiore dell'albo risiede nella volontà di riproporre a distanza davvero troppo ravvicinata la prima avventura di Dylan (seppur declinata attraverso varie sfaccettature), particolare che potrebbe portare più di un lettore a considerare ridondanti vari momenti.

Cavalieri Oscuri

Le altre due storie, dedicate all'universo di Batman, rappresentano anch'esse un buon punto d'inizio per entrare nel mondo del Cavaliere Oscuro.
In Batman #1, albo uscito nel 1940, vediamo il Joker fare la sua prima apparizione ufficiale.
Seppur la storia creata da Bob Kane, Bill Finger e Jerry Robinson possa in qualche modo risultare buffa e/o ingenua se riletta con gli occhi postmoderni del presente, in realtà l'intero intreccio narrativo è ancora oggi capace di regalare forti emozioni. L'anima primigenia di Batman (e della sua storica nemesi) è infatti perfettamente tangibile in questo numero, che è stato oggetto con il passare del tempo di numerose rivisitazioni proprio in funzione della sua natura avanguardistica per l'epoca in cui è uscito, capace di portare il media fumetto su un nuovo livello fino ad allora inesplorato. Da questo punto di vista, ci sentiamo di consigliarvi il nostro speciale dedicato a cinque delle storie più belle con protagonista il Joker.

L'ultima storia dell'albo, La vendetta in cinque punti di Joker!, uscita per la prima volta nel 1973, rappresenta uno dei (tanti) graditi ritorni del pagliaccio nell'universo Batmaniano, in cui vediamo il folle principe del crimine dare la caccia ad alcuni criminali che lo hanno tradito.

Gli anni '70, per il personaggio, sono stati infatti molto importanti, dato che Dennis O'Neil e Neal Adams (gli autori della storia presa in esame) si sono impegnati al massimo per riportare Batman a una dimensione oscura e cupa, in netta controtendenza con la versione a tratti buffa, solare (ma anche un po' kitsch) vista nella serie tv degli anni '60 con protagonista Adam West nei panni dell'uomo pipistrello.

Dylan Dog In definitiva, l'albo Dylan Dog/Batman risulta una buona operazione di marketing, capace di suscitare (salvo qualche criticità) il giusto interesse nel lettore in vista del crossover tra i personaggi Bonelli e DC. Un albo sicuramente adatto a un'ampia fascia di pubblico, in grado di catturare l'attenzione tanto dei fan storici quanto dei nuovi lettori.