Ken il guerriero: la classifica di tutti i film dal peggiore al migliore

Dal non così conosciuto film in live action ai più recenti lungometraggi animati, riscopriamo insieme la leggenda di Ken il guerriero.

speciale Ken il guerriero: la classifica di tutti i film dal peggiore al migliore
Articolo a cura di

Passano gli anni, ma Ken il guerriero rimane ancora oggi uno dei manga/anime più amati di sempre (anche nel nostro Paese), soprattutto per via della cura che i leggendari Buronson e Tetsuo Hara hanno posto nel creare un mondo post-apocalittico atipico in stretta interconnessione con distruttive arti marziali segrete.

Oltre alla classica serie animata (che tutte le persone nate tra gli anni '80 e '90 hanno visto anche solo di sfuggita almeno una volta in tv) e al manga originale, nel corso degli anni il personaggio è sbarcato anche in altri media ( recuperate qui il nostro approfondimento sui videogiochi ispirati a Ken il Guerriero ), seppur con risultati spesso altalenanti.

A partire poi dal 2008 sono usciti una serie di film animati autoconclusivi capaci di svecchiare alcuni degli eventi principali delle opere classiche, riuscendo in maniera soddisfacente a far conoscere l'intera mitologia di Ken il guerriero anche alle nuove generazioni. In questo speciale proveremo a stilare una classifica di tutti i film animati autoconclusivi con protagonista l'abilissimo guerriero di Hokuto, per arrivare a quelle che secondo noi sono le migliori opere dedicate al personaggio.

Il ritorno di Kenshiro

Se in anni recenti quel piccolo grande disastro chiamato Dragonball Evolution ha dato a tutti il modo di capire come non fare un adattamento, un po' di anni fa, precisamente nel 1995, ci ha invece pensato il film di Kenshiro diTony Randel, un'opera semplicemente sbagliata su tutti i fronti che però, nel corso degli ultimi anni, è riuscita a tornare un po' alla ribalta visti i numerosi meme dannatamente divertenti presenti su internet.

Seppur sia una versione live action e non animata, abbiamo comunque deciso di inserire l'opera all'interno di questa classifica per il suo status di intramontabile scult. Il film, che nelle intenzioni voleva essere un vero e proprio adattamento di Ken il guerriero, si è rivelato in realtà come una sorta di parodia involontaria, in cui gli stessi personaggi in scena risultano solo lievemente simili alle loro controparti cartacee, con oltretutto numerosi nemici creati appositamente per la pellicola.

L'opera, nonostante numerosissimi difetti, potrebbe comunque essere considerata come una sorta di omaggio comico alla serie originale, strappando più di un sincero e sano sorriso a tutti gli spettatori durante la visione. Entrate ormai nella leggenda anche le sequenze in cui Kenshiro usa le sue tecniche mortali, rese visivamente in maniera ridicola ma capaci ancora una volta di risultare involontariamente spiritose. Il film rimane comunque una piccola grande perla trash capace di rivaleggiare senza problemi con il già citato Dragon Ball Evolution o con l'ancor più leggendario Super Mario Bros. del 1993.

Ken il guerriero - il film

Continuiamo la nostra classifica con forse uno dei lungometraggi animati più controversi tra quelli presi in esame, perché da sempre mette in perfetto disaccordo gli stessi fan dell'opera originale. Con il film animato targato 1986, arrivato in Italia in formato home video solo successivamente, gli autori hanno fondamentalmente provato a condensare il primo blocco narrativo del manga.

Il risultato fu in realtà soddisfacente, seppur minato alle fondamenta da alcuni difetti strutturali tra cui (per forza di cose) omissioni di eventi e personaggi cardine vista la durata complessiva di circa cento minuti, ovviamente troppo pochi per narrare i numerosi avvenimenti dei primi archi narrativi di Hokuto no Ken. Pur mettendo in scena una violenza marcata, l'opera soffre comunque ovviamente il confronto con la serie televisiva classica, che rimane probabilmente ancora oggi (oltre ovviamente al manga) il miglior adattamento del manga di Buronson e Tetsuo Hara.

Ken il guerriero - La leggenda di Julia

Il secondo episodio della recente pentalogia dedicata a Ken il guerriero risulta forse l'opera più debole della raccolta, (recuperate qui la nostra recensione di Ken il Guerriero La leggenda di Julia) focalizzandosi sull'amata di Kenshiro senza però aggiungere più di tanto alle vicende già conosciute dai fan.

I fan storici riusciranno comunque a provare forti emozioni rivivendo alcuni momenti chiave dell'opera, anche se chi non conosce minimamente l'opera di riferimento potrebbe fare un po' di fatica a mettere insieme tutti i tasselli del puzzle. Buona comunque l'intuizione di mostrare anche altri snodi cardine dal punto di vista di Julia, permettendo a chi conosce alla perfezione la storia di fruire maggiormente di alcuni dettagli utili per comprendere anche le varie fasi del rapporto di amore vero intercorso tra Ken e la sua amata.

Ken il guerriero - La leggenda di Raoul

Altro film godibile ma non perfetto, La leggenda di Raoulè un punto di arrivo per la pentalogia (nonostante in realtà non sia stato l'ultimo a uscire in ordine temporale) mettendo a confronto i due storici fratelli non solo dal punto di vista fisico ma anche da quello etico, psicologico e morale.

Il momento probabilmente più alto e toccante dell'opera originale, cioè la battaglia fra i due maestri di Hokuto, trova qui ancora una volta spazio focalizzandosi però sulle gesta di Raoul e sulla sua scalata al potere, mentre vedremo via via comparire voti molto noti all'interno della saga. Il limite più grande di questo film è però forse quello di essere leggermente confusionario, rendendo difficoltoso per gli spettatori totalmente estranei al mondo di Ken il guerriero di comprendere a fondo determinati passaggi di trama o alcune delle gesta compiute dai comprimari.

Questo lieve difetto strutturale, in realtà ascrivibile a tutti i film della rivisitazione, qui risultano semplicemente più marcati per via della natura stessa della storia, settata come un vero e proprio culmine di una saga.

Ken il guerriero - La leggenda del vero salvatore

Altro lungometraggio tra i più controversi, arrivato nelle sale italiane nel 2011, ci racconta una storia inedita legata al recente passato del personaggio, mostrandoci fondamentalmente il protagonista alle prese con i suoi dubbi relativi al sobbarcarsi la pesante eredità di Hokuto.

Seppur questo lungometraggio proponga eventi inediti capaci di puntare molto bene sull'effetto sorpresa, a non convincere è il modo in cui lo stesso personaggio di Ken è stato trattato, per via dell'inclinazione dell'opera a lasciarlo spesso sullo sfondo senza puntare mai in maniera marcata sulle sue doti combattive.

Un'opera riuscita quindi a metà, che narra alcuni interessanti risvolti inediti del maestro di Hokuto senza però valorizzarlo al massimo. L'opera risulta comunque molto godibile tanto per i fan del franchise quanto per chi non conosce minimamente l'universo di riferimento, soprattutto per via della sua struttura di prequel e per l'intuizione sicuramente apprezzabile di descrivere un Kenshiro leggermente diverso da quello che abbiamo imparato a conoscere, sopratutto riguardo la sicurezza legata alla sua missione primiaria.

Ken il guerriero - La leggenda di Toki

Toki è molto probabilmente uno dei personaggi più amati della saga, non solo per le sue straordinarie abilità combattive (più volte ribadite anche dai suoi avversari), ma anche per la sua insindacabile bontà d'animo che lo rende una vera e propria luce all'interno del cupo mondo post-apocalittico in cui è ambientata l'intera saga.

Il lungometraggio con protagonista Toki risulta uno dei migliori in assoluto come gestione del ritmo e profondità tematica, un lungometraggio capace di focalizzarsi tanto sul personaggio quanto su svariati argomenti, tra i quali l'importanza di combattere per un forte ideale senza risparmiarsi di fronte a nulla e nessuno.

Il film ricrea diverse sequenze iconiche impreziosendole di un nuovo impatto emotivo, ricollegandosi molto bene tanto all'anime che al manga originale, tra cui quella in cui Toki decide di farsi travolgere dal pulviscolo nucleare rimanendo fuori dal bunker antiatomico (perché gremito di persone), salvando gli stessi Ken e Julia da una sorte forse più terribile della sua morte, così come quella incentrata sul suo duello contro Raoul.

Ken il guerriero - La leggenda di Hokuto

Chiudiamo la classifica con quello che secondo noi rimane a oggi il miglior lungometraggio animato su Kenshiro (non a caso usato da apripista per la serie La leggenda), capace di focalizzarsi molto bene su una delle saghe più amate anche dai fan, cioè quella con protagonista l'infido Souther, legato a doppio filo tanto a Ken quanto ad altri iconici personaggi, tra cui l'ammirevole Shu.

L'opera riesce molto bene a puntare su un registro epico e coinvolgente, attraverso un ritmo narrativo ben gestito e combattimenti soddisfacenti, supportati da un comparto tecnico di altissimo livello. Seppur anche in questo caso alcuni elementi di trama e personaggi potrebbero portare a una leggera confusione gli spettatori non avvezzi all'universo di Ken il guerriero, in generale gli eventi narrati risultano comunque capaci di intrattenere dall'inizio alla fine, anche per via di alcuni inediti personaggi come Reina, ben gestiti e amalgamati in maniera ottimale all'interno del racconto.

Quello che però risulta il personaggio meglio caratterizzato di tutti è proprio Kenshiro, in grado di incarnare numerosi ideali positivi in grado di renderlo forse l'unico guerriero davvero in grado di tenere testa, ma anche di sconfiggere, il suo diabolico avversario: il despota Souther.