L'Attacco dei Giganti Stagione 3, analisi episodio 5: lunga vita al Re

Il primo, importante giro di boa giunge in maniera repentina dopo 4 episodi di intreccio ben ordito: prende vita il piano di Erwin...

speciale L'Attacco dei Giganti Stagione 3, analisi episodio 5: lunga vita al Re
Articolo a cura di

Tassello dopo tassello, L'Attacco dei Giganti ha intessuto un intreccio che prima o poi andava sfilacciato. Tutti i nodi, presto o tardi, vengono al pettine e l'anime di Wit Studio necessitava di una svolta decisiva per addentrarsi ulteriormente nella trama imbastita dalla Stagione 3. Infine il giro di boa per l'arco narrativo in corso è arrivato, ma forse in maniera troppo brusca e con una fretta eccessiva, bisognosa com'è la trama di concentrarsi sui veri protagonisti del racconto. L'episodio 5, diffuso su VVVVID.it la sera del 19 agosto in simulcast italiano, ha dato uno schiaffo deciso a tutti gli intrighi orditi nelle precedenti 4 puntate. Analizziamo quanto accaduto.

La risposta

L'episodio si intitola "Risposta" e riprende laddove ci aveva lasciato il precedente: in catene, e martoriato da una dura prigionia, il comandante Erwin Smith è portato al cospetto della corte di re Fritz. Scopo della monarchia reggente è lo scioglimento del Corpo di Ricerca e la condanna a morte di Erwin, in modo da mettere a tacere coloro che potrebbero conoscere la verità sull'attuale sovrano: sembra che i sospetti covati dall'ex comandante sin dalla sua gioventù siano effettivamente fondati, e cioè che l'attuale potere costituito abbia fondato il regno degli uomini su una bugia, esiliando i veri eredi al trono - ovvero la famiglia Reiss.
Le ultime parole di Erwin prevedono un'elaborata strategia per smascherare gli intenti egoistici della corte: dopo aver illustrato ai presenti la situazione precaria in cui versano gli abitanti del Wall Rose, che sono sul punto di una rivolta popolare e di sfociare in massa all'interno del Wall Sina, l'ex comandante del Corpo di Ricerca sta per essere condotto sulla forca, quando irrompe nella sala una notizia sconvolgente: il Gigante corazzato e quello colossale hanno appena invaso il Wall Rose, i cui abitanti stanno fuggendo verso il Sina esattamente come predetto da Erwin.

Si tratta però di una trappola, imbastita da Erwin e Pixis per svelare a tutti la vera natura dei monarchi: presi dal panico, infatti, i membri della corte ordinano di sigillare le porte del Wall Sina e di non lasciar entrare nessuno, al costo di sacrificare metà dell'umanità. Smith, coadiuvato dai Gendarmi presenti e da Pixis, dà vita al colpo di stato: appellandosi all'articolo 6 dello Statuto dell'Umanità, che vieta di anteporre gli interessi privati a quelli del genere umano (un crimine di cui egli stesso era stato accusato per la sua volontà di far rimanere Eren sotto la protezione dei Ricognitori), Erwin determina il crollo della monarchia facendo arrestare Fritz e i suoi collaboratori. La notizia fa rapidamente il giro di tutto il Paese, determinando la liberazione dei Ricognitori dallo status di ricercati e lasciando il trono vacante: un posto che, come sappiamo, spetta di diritto all'ultima discendente della famiglia Reiss... Historia.

Le catene di Eren

Ma, per l'appunto, ci sono ancora una serie di misteri e di segreti da svelare: dove sono Eren e Historia? E qual è il destino che attende il protagonista de L'Attacco dei Giganti? E, soprattutto, se il suo potere gli è stato donato da qualcun altro - principio secondo il quale i suoi rapitori lo starebbero portando al cospetto di un altro Gigante, per essere divorato - da chi ha ottenuto il giovane i poteri che ha palesato durante i primi episodi della Stagione 1?

Raggiunta la squadra di Levi, Hange Zoe informa i suoi compagni e sottoposti Ricognitori degli ultimi sviluppi, dopodiché il gruppo si mette in viaggio per recuperare i due giovani dispersi. A tal proposito, la meta dei nostri eroi è un luogo ben preciso: Zoe spiega ai suoi colleghi, infatti, che i Reiss furono sterminati in seguito al crollo del Wall Maria per mano dei Giganti, quando un gruppo di banditi saccheggiò la cappella all'interno della quale si trovava la famiglia. Tutti i membri del casato morirono, eccetto lord Reiss e la sua ultima figlia Historia, che per motivi ancora sconosciuti ha vissuto i primi anni della sua infanzia ignara delle sue origini.

Ma c'è un dettaglio, in questa tragica storia, che ad Hange non quadra: la distruzione totale della chiesa, che non avrebbe potuto essere opera di esseri umani. È possibile, dunque, che nella caduta della famiglia Reiss abbiano potuto giocare un ruolo cruciale proprio i titani, ragion per cui la donna sostiene che sia proprio in quel luogo che Yaeger è stato portato dai suoi rapitori insieme alla povera Christa.
Ed è proprio dalle parti di Eren che veniamo catapultati nella parte conclusiva della quinta puntata di Attack on Titan: incatenato e a torso nudo in un luogo circondato da ampi e alti cristalli, il protagonista inizia a farsi prendere dal panico, quand'ecco che di fronte a lui avanza proprio Historia, a sua volta spaventata e vestita con un abito bianco, come se dovesse prendere parte a una cerimonia...
Come già asserito in precedenza, l'episodio 5 dell'anime tratto dal manga di Hajime Isayama segna una svolta decisiva nel racconto, un giro di boa forse giunto con eccessiva fretta: nulla da imputare agli sceneggiatori della serie, che anzi hanno cercato di trarre il meglio da una fase del materiale originale che - per ammissione dell'autore stesso - non brilla per ritmo della narrazione e qualità del racconto.

Anzi, l'adattamento televisivo de L'Attacco dei Giganti, in questo frangente, è riuscito a fornire agli spettatori ulteriori dettagli rispetto alle pagine dell'opera cartacea; tuttavia, il ritmo degli eventi rimane piuttosto frettoloso e il tanto agognato colpo di stato finisce col risolversi in un frangente che - seppur condito da un'ottima messa in scena, confezionata con un pathos notevole grazie a un discreto accompagnamento sonoro - forse avrebbe meritato una maggiore costruzione narrativa. In compenso, oltre ad alcuni momenti carichi di emotività che ben sopperiscono all'assenza di combattimenti o sequenze action, la seconda metà dell'episodio abbandona il becero stratagemma dello "spiegone" in virtù di una rocambolesca escalation di eventi che portano dritti alla prossima puntata, nella quale (stando alla preview dell'episodio 6) ci apprestiamo a conoscere una verità a dir poco sorprendente...

L'Attacco dei Giganti - Stagione 3 Dopo un intreccio ordito nei primi quattro episodi, uno degli snodi principali della Stagione 3 de L'Attacco dei Giganti si risolve in maniera un po' troppo frettolosa, seppur la "colpa" è da imputare più al materiale sorgente che agli sceneggiatori di Wit Studio, i quali anzi hanno provato a infarcire il racconto di ulteriori dettagli e scene inedite per sopperire alle mancanze presenti nel manga. I nuovi episodi di Attack on Titan si trovano a un primo, importante giro di boa, in cui gli intrighi politici ora lasceranno il posto ai protagonisti veri e propri delle vicende più recenti: Eren e Historia.