Solo Leveling: la strada per diventare più forte in un fumetto sorprendente

Solo Leveling, il manhwa scritto dall'autore Chu-Gong e disegnato da Jang Sung-Rak che ha suscitato interesse e scalpore in tutti i paesi del mondo

Solo Leveling: la strada per diventare più forte in un fumetto sorprendente
Articolo a cura di

Esattamente il 21 Aprile 2021, Solo Leveling ha fatto il suo debutto in tutte le fumetterie e librerie italiane. Era uno dei titoli più attesi della stagione che ha saputo affascinare la community fin dal suo primo esordio, nel 2018, sulla piattaforma KakaoPage, suscitando un inatteso scalpore in tutto il mondo.

L'opera è nata come light novel, scritta dall'autore Chu-Gong e pubblicata su D&C Media nel 2016. Proprio durante la pubblicazione dell'ultimo volume della collana avvenuto nel 2018, la novel è stata adattata in manhwa (grazie ai disegni di Jang Sung-Rak) e serializzata come webtoon nello stesso anno sulla piattaforma digitale KakaoPage.

Solo Leveling è stato presentato agli Star Days 2020, e adesso portato direttamente nel nostro paese da Star Comics (in fumetteria già con il quarto volume della serie), ed è un fumetto che sembra promettere una storia interessante e ricca di colpi di scena.

Una Trama Dalle Sfumature Shounen

La vita scorre tranquilla a Seul e il protagonista Jin-Woo Sung cammina tranquillo per le vie trafficate della città. Potrebbe sembrare un semplice ragazzo come tutti gli altri, pronto ad affrontare una nuova giornata. Ma non tutti sanno che, esattamente dopo il diploma, Jin-Woo ha deciso di intraprendere la carriera di Hunter e di affrontare le pericolose creature che, tramite misteriosi portali apparsi sulla Terra solo pochi anni prima, sono improvvisamente apparse minacciando l'incolumità degli esseri umani. Ovviamente, non tutti possono permettersi di diventare Hunter, perché solo pochi eletti hanno avuto l'opportunità di risvegliare i poteri che gli permettono di fronteggiare tutte le creature soprannaturali che vi sono all'interno di questi strani dungeon.

Nelle schiere degli Hunter (suddivise in gradi che vanno dalla S, la più forte, alla E, la più debole), Jin-Woo è riconosciuto come "l'arma più debole dell'umanità" in quanto, anche nelle missioni più semplici, ne esce inevitabilmente ferito. Infatti, il ragazzo si dimostrerà fin da subito timido ed esageratamente impacciato, sottolineando come questa sua scelta fosse guidata non da un suo desiderio personale, bensì dalle necessità economiche per coprire le spese mediche della madre malata, e mettere da parte qualche soldo in più per consentire a sua sorella minore Jin-Ah di frequentare una buona università non appena finito il liceo.

La paga da Hunter è comunque molto più alta rispetto a uno stipendio medio, e vale lo stesso persino se sei l'ultimo dell'intera classifica (in questo caso, gli Hunter si guadagnano da vivere vendendo i cristalli del nucleo, speciali gemme che vengono ottenute uccidendo i mostri. Il valore di un singolo cristallo, anche che sia di una creatura di grado C, può superare anche i 10.000 won, circa 7500 € al cambio attuale).

Sfortunatamente, un giorno, partecipando a un raid di basso livello e addentrandosi in uno di questi varchi mistici insieme a un gruppo di Hunter, Jin-Woo si ritrova inavvertitamente a dover affrontare creature che vanno ben oltre le capacità sue e di quelle di tutti i suoi compagni, finendo per rischiare seriamente la vita. L'eroe sarà costretto quindi a prendere una decisione fondamentale: Rinascere come "Giocatore" o Morire Definitivamente?

Il Giusto Mix Tra Realtà E Videogiochi

Rinato come Giocatore, Jin-Woo si ritroverà a dover affrontare diverse sfide per "prepararsi a diventare più forte", che vanno dal semplice allenamento quotidiano fino al dover aumentare di livello e incrementare le sue statistiche. Non a caso, Jin-Woo affronterà la sua rinascita esattamente come se la sua vita si fosse trasformata in un videogioco.

Tutte le informazioni su ricompense, oggetti o skills sono presentate al protagonista come "notifiche di sistema" visibili solo a lui. Tramite queste, Jin-Woo può accedere all'inventario; spendere punti per aumentare le sue statistiche quali forza, agilità, percezione, costituzione e intelligenza; controllare sia i suoi punti vita che quelli mana; sbloccare abilità o accedere al negozio, esattamente come ogni MMORPG ci insegna da sempre.

"Hey, Sorridi"

Come avventura a scorrimento verticale, Solo Leveling vanta di un comparto artistico straordinario. Disegni ben realizzati, caratterizzazione dei personaggi approfondita, creature e mostri non troppo scontati e visivamente accattivanti. Atmosfera surreale e avvolgente, che riesce ad immedesimare il lettore fin dalla prima vignetta.

L'opera a fumetto di Solo Leveling sa come immergere nella storia, non solo grazie alla sua forte resa cromatica, ma anche alla sua trama avvincente e (almeno stando ai primi quattro volumi) abbastanza lineare. Non mancano ovviamente i primi colpi di scena, legati non soltanto all'avvicendarsi dei primi eventi cardine della storia, ma anche al grande spirito di osservazione del protagonista, che guiderà i suoi compagni Hunter verso la "salvezza" all'interno di uno dei dungeon più imponenti apparsi già dal primo volume della serie. In quel frangente, il nostro protagonista mostra per la prima volta un potenziale sopito e mai rivelato in tutti i suoi precedenti raid. Questo potrebbe portare anche a riflettere e a mettere in luce quanto gli stereotipi, e soprattutto le etichette sociali, possano offuscare o addirittura reprimere le reali potenzialità di una persona. Non a caso, le utili indicazioni dell'"arma più debole dell'umanità" hanno lasciato tutti gli altri personaggi quasi a bocca aperta.

Una Lettura Consigliata

In conclusione, il verdetto finale è per adesso piuttosto positivo: in attesa che escano i prossimi volumi, e magari anche un annuncio ufficiale dell'uscita di un adattamento anime (ne parliamo in modo più approfondito in questa notizia sul possibile adattamento anime di Solo Leveling), possiamo affermare con certezza che Solo Leveling è una lettura consigliatissima per tutti coloro che non vedono l'ora di entrare in un mondo cupo, a tratti inquietante, ricco di aspetti soprannaturali e di citazioni videoludiche.