Lupin the 3rd: Unboxing e analisi del box Blu-Ray di Koch Media e Yamato Video

Il ladro gentiluomo come non l'avete mai visto prima, per la prima volta in formato Blu-Ray: analizziamo il cofanetto home video distribuito da Koch Media.

speciale Lupin the 3rd: Unboxing e analisi del box Blu-Ray di Koch Media e Yamato Video
Articolo a cura di

Nato dalla mente del geniale Monkey Punch nel 1967, dopo aver spopolato sia in patria che all'estero con la sua serie di manga, Lupin III è diventato a dir poco leggendario soprattutto grazie alle serie TV di animazione. La prima, storica e dall'iter produttivo travagliato, che debuttò sulle reti televisive giapponesi nel 1971 per poi approdare in Italia nel '79, dando vita a un fenomeno di culto che ancora oggi gode di una popolarità immensa. Lupin the 3rd, questo il titolo originale dell'anime che diede origine al mito del ladro più amato di sempre, ma noto anche come "Le avventure di Lupin III" è giunto da poco in una nuova edizione home video grazie, come sempre, a Yamato Video e Koch Media, che ne ha effettuato la distribuzione nel mese di settembre. Abbiamo messo le mani su una versione Blu-Ray del box, che in questa sede vogliamo analizzare nel dettaglio, fornendovi i dettagli su tutti i suoi contenuti.

Le origini di un mito

La prima epopea animata di Lupin la conosciamo tutti: la serie si compone di 23 episodi, durante i quali la regia passò niente di meno che dalle mani di Masaaki Osumi a quelle di due nomi destinati a entrare nella leggenda dell'animazione giapponese. Parliamo di Hayao Miyazaki e Isao Takahata, i fondatori dello Studio Ghibli. La trama vede, come abbiamo già avuto modo di scoprire, le avventure dello sgangherato Arsenio Lupin III, un famoso ladro ricercato a livello internazionale e nipote dell'originale Arsenio Lupin, il personaggio romanzesco creato dal celebre scrittore francese Maurice Leblanc (a cui Monkey Punch, peraltro, si è ispirato nella realizzazione della sua opera); storici complici del protagonista sono Daisuke Jigen, un pistolero infallibile, e la sensuale Fujiko Mine, una donna dalle mille risorse e dagli scopi ambigui di cui il nostro è innamorato perso. Nel corso delle loro prime scorribande, i tre incontreranno anche Goemon, un samurai ultimo discendente della famiglia Ishikawa che, dopo aver affrontato il nostro eroe, decide di unirsi alla banda.

Abbiamo già avuto modo di analizzare la produzione qualche tempo fa, in occasione del debutto di Lupin III Part 5, la più recente serie anime dedicata al ladro gentiluomo dopo più di 40 anni dal suo primo debutto in televisione. In questa sede vogliamo fornirvi un'analisi del box Blu-Ray messo in commercio da Koch Media, che con ogni probabilità rappresenta un'occasione imperdibile per vivere l'avventura di Lupin the 3rd come non l'avete mai vista.

Il cofanetto si presenta in un formato piuttosto compatto, con una confezione standard racchiusa in un piccolo box cartonato. I 23 episodi di cui si compone l'anime sono racchiusi all'interno di 3 dischi, ciascuno dei quali reca un'illustrazione particolare dei protagonisti, ritratti sia in versione animata che secondo l'originale e iconico character design del maestro Monkey Punch. Il packaging, inoltre, offre anche in copertina una serie di artwork di tutto rispetto: il fronte del box, ad esempio, reca tutti e quattro i protagonisti convogliati in un'unica key visual, mentre la copertina della confezione si presenta con ulteriori artwork sia sul fronte che sul retro, in modo da poterla capovolgere e pregustare la cover che si desidera. In tal senso, abbiamo su fronte e retro alcuni dei poster più iconici dedicati alla serie di Lupin.

Lupin, più bello che mai

Sul fronte dei contenuti inclusi nel cofanetto Blu-Ray di Lupin the 3rd, possiamo ritenerci più che soddisfatti per una serie di motivi: la confezione include anche uno speciale booklet di 32 pagine, al cui interno sarà possibile trovare una serie di dettagli di grande qualità: nel libricino, infatti, son incluse le sinossi di tutti gli episodi, ma anche illustrazioni, sketch e i character design iniziali che lo studio di animazione Tokyo Movie concepì per dar vita ai personaggi di Monkey Punch in formato audiovisivo. Ma non solo: il libretto contiene anche schede sui protagonisti, biografie e una serie di curiosità storiche sulla produzione dell'anime, che attraverso il racconto di vari retroscena sui principali volti che hanno dato vita alla serie nel 1971 narra nello specifico l'iter realizzativo di Lupin the 3rd.
La serie potrà essere visionata tenendo conto di due tipi di impostazioni audio: potrete scegliere, in caso siate dei puristi amanti delle voci origianli, di gustarvi le avventure di Lupin III, Jigen, Fujiko e Goemon secondo il doppiaggio giapponese.

Se invece siete dei nostalgici, potrete optare anche per il primo e storico adattamento italiano nel 1979, che vide l'esordio della leggendaria voce di Roberto Del Giudice a interpretare il ladro gentiluomo con la giacca verde.
Ma è soprattutto sul fronte visivo che l'edizione Blu-Ray di Lupin the 3rd di Koch Media e Yamato offre l'elemento più appagante: parliamo dell'ottimo lavoro svolto in fase di rimasterizzazione, sia video che audio, che è riuscito nel non facile compito di svecchiare un prodotto che, nel corso del tempo, ha spesso e volentieri fatto sentire tutto il peso dei suoi anni.

La serie è visionabile secondo il formato video 4:3 e, pur rinunciando al più esteso formato di 16:9 che avrebbe esteso l'immagine a tutto schermo, il risultato sul comparto estetico della produzione risulta eccellente: Lupin the 3rd ha completamente perso ogni tipo di "imperfezione" dovuta alle scarse operazioni di adattamento visivo compiute dagli schermi moderni negli ultimi anni, un iter che non ha mai permesso di godere appieno della serie alla risoluzione massima di FULL HD, ovvero 1080p. Ora i disegni sono più puliti e nitidi che mai, e anzi è proprio il formato 4:3 che permette di mantenere un rapporto a dir poco perfetto tra risoluzione e chiarezza dell'immagine. Non fosse per le animazioni che, per forza di cose, rimangono datate rispetto alle tecnologie odierne, oseremmo dire che (visivamente parlando) Lupin the 3rd sembra, ad oggi, quasi una serie recente, piuttosto che una produzione del 1971.

Lupin III - I serie TV Lupin III non è mai stato così bello: la prima, storica serie del 1971 trova una nuova linfa vitale nel box in formato Blu-Ray, confezionato da Yamato Video e distribuito sui nostri scaffali da Koch Media. Il packaging, come avete avuto modo di visionare nelle nostre foto unboxing, si dimostra solido e ricco di contenuti interessanti, ma è soprattutto l'opera di conversione in alta definizione ad averci ammaliato per l'incredibile qualità estetica della produzione. Per forza di cose, il formato video non può estendersi ai più apprezzati 16:9 e presentarsi in 4:3, ma la pulizia visiva e i colori molto più accesi vi faranno chiudere un occhio. Il box è acquistabile a circa 35 euro: un costo non irrisorio che, al netto del valore tecnico e culturale dell'opera, a nostro parere vale il prezzo del biglietto.