My Hero Academia Ultra Archive: il character book ufficiale del manga

Star Comics confeziona un prodotto per i fan avidi di informazioni, desiderosi di scoprire retroscena e segreti sul mondo di Kohei Horikoshi.

speciale My Hero Academia Ultra Archive: il character book ufficiale del manga
Articolo a cura di

L'universo di My Hero Academia è in continua espansione, ma si è presentato sin da subito come un immaginario variegato e pittoresco. A fare grande l'opera di Kohei Horikoshi non è soltanto il suo delicato protagonista o gli aiutanti di contorno come Allmight o Bakugo, ma è tutto il resto del cast (tra personaggi positivi e antagonisti) a rendere il mosaico di eroi e criminali un affresco armonioso e avvincente. Ma ci saranno sempre i segreti da scoprire o i retroscena da svelare, elementi e dettagli di cui i fan sono costantemente a caccia: è da questo presupposto che nasce My Hero Academia Ultra Archive, il character book ufficiale dedicato all'opera. Portato in Italia da Edizioni Star Comics, abbiamo dato uno sguardo al libricino e vogliamo notificarne gli spunti più interessanti.

Tutto su My Hero Academia

Va detto che l'approccio a un titolo del genere è consigliabile solo se siete così avidi di informazioni aggiuntive, e che siano superflue o meno dipende dal vostro grado di affezione all'opera e al suo immaginario. Questo perché all'interno del primo character book di My Hero Academia si celano tante piccole chicche, minuscole sottigliezze, preziosi retroscena che vanno a completarsi con le informazioni fornite da Kohei Horikoshi stesso, tanto durante il racconto quanto negli inserti speciali presenti in ciascuno dei tankobon confezionati da Shonen Jump e pubblicati in versione italiana da Star Comics.

Ecco che, quindi, l'Ultra Archive si compone di schede sui personaggi, composizioni di vignette, box informativi, ma anche disegni, sketch, bozze preparatorie e finanche interviste esclusive: un vortice di contenuti che, siate più o meno fan dell'opera, non potranno che arricchire il vostro bagaglio di conoscenze relative all'epopea del nostro adorato Deku e dei suoi compagni della classe 1-A. Se siete curiosi di sapere, ad esempio, quali sono le statistiche ufficiali di ciascuno studente, eroe professionista e super villain, tutti i personaggi principali presentano un'esaustiva scheda che ne riassume peculiarità, abilità, e valutazioni per ciascuna capacità. Un modo classico ma efficace per rendersi effettivamente conto delle disparità e delle differenze tra studenti, Pro Hero e antagonisti del popolare battle shonen serializzato sul magazine di Shueisha più popolare in assoluto. Il tutto è poi accompagnato dalla dolce ironia dei protagonisti dipinti da Horikoshi, che in ciascuna scheda interverranno a commentare con alcune frasi specifiche il carattere o le abilità di un loro compagno.

Gli inediti

Il character book si divide sostanzialmente in tre grandi sezioni: c'è quella dedicata agli studenti, quella sugli eroi professionisti e infine quella dei villain. Tra i ragazzi del liceo Yuei, abbiamo ovviamente la classe 1-A: a ciascun membro dell'aula frequentata da Izuku e gestita da Shota Aizawa vengono dedicate un paio di pagine per ciascuna scheda, mentre soltanto i più conosciuti e blasonati giovani della classe 1-B (i rivali dei nostri eroi) vengono fregiati di un'analisi attenta ed esaustiva come quella dei protagonisti. Gli altri, infatti, vengono accorpati in una manciata di pagine. Lo stesso discorso si applica ai Pro Hero e ai villain, mentre ogni sezione è intervallata da ulteriori curiosità e retroscena. Particolarmente interessante è poi la sezione finale del piccolo libro da collezione, che rappresenta in qualche modo un quarto settore tematico: in questa fase è presente una lunga intervista doppia a Kohei Horikoshi e Yushihiko Umakoshi, rispettivamente creatore originale del manga e character designer del popolare e ottimo adattamento animato a cura dello Studio BONES. Altro particolare valore aggiunto è rappresentato, poi, da una serie di schizzi preliminari mai diffusi dal sensei Horikoshi, e che ci mostrano le prime bozze di molti dei protagonisti del manga: disegni preparatori che ci svelano come il concept di Deku fosse in origine molto più cupo o che il design originale di Allmight prevedesse un costume e dei lineamenti completamente diversi. Ad esempio, le famose ciocche verso l'alto che caratterizzano il simbolo della pace provengono da una prima elaborazione in cui erano soltanto l'estensione di una vistosa maschera: solo col tempo sono finite col diventare un prolungamento naturale della capigliatura dell'eroe che Izuku segue con così tanto ardore.

Infine, chiude l'offerta del tankobon di Edizioni Star Comics un brevissimo one-shot realizzato da Horikoshi. Il capitolo speciale, in una manciata di pagine, racchiude un dialogo tra Katsuki Bakugo e la dolce Ochaco Uraraka: la ragazza cerca di capire perché Kacchan odi tanto Deku e tenta in seguito di far ntoare al giovane come il loro compagno di classe non meriti un trattamento simile. Che queste parole, in futuro, abbiano giocato un ruolo nel legame che viene a crearsi tra Deku e Bakugo in seguito agli Esami di Licenza Provvisoria?

My Hero Academia - Manga My Hero Academia Ultra Archive è un character book pensato per fan veri, desiderosi e avidi di informazioni su qualunque aspetto riguardante il manga di Kohei Horikoshi. L'acquisto è chiaramente consigliato agli appassionati più strenui dell'opera, ma è anche vero che i lettori casual troveranno alcuni retroscena di valore, come un breve capitolo one-shot, interviste a cavallo tra fumetto e anime e una serie di sketch preliminari che ci mostrano i concept iniziali (molto diversi dal prodotto finale) di alcuni protagonisti.