My Hero Academia Volume 21: il riscatto di Endeavor e i gli esami allo Yuei

Edizioni star Comics porta sui nostri scaffali il 21° tankobon di My Hero Academia: scopriamo cosa accade nel nuovo volume.

speciale My Hero Academia Volume 21: il riscatto di Endeavor e i gli esami allo Yuei
Articolo a cura di

Il mondo degli Heroes professionisti sta attraversando grandi cambiamenti: la società sta ancora affrontando le conseguenze del ritiro di Allmight e il nuovo assetto gerarchico dei supereroi, che vede in prima posizione il focoso Endeavor seguito dal misterioso e giovane Hawks. Proprio questi due personaggi sono protagonisti degli eventi che animano la prima parte del volume 21 di My Hero Academia: il manga di Kohei Horikoshi è giunto nuovamente sui nostri scaffali grazie a Edizioni Star Comics, tuffiamoci quindi a capofitto nell'analisi del nuovo e "fiammante" (in tutti i sensi) albo.

La redenzione di Endeavor

Ci eravamo lasciati, nel volume 20 di My Hero Academia, nel pieno di uno scontro drammatico: un Nomu anomalo e particolarmente forte si è spinto all'attacco, incontrando in Endeavor un nemico determinato e tenace. Purtroppo il padre di Shoto non possiede la stessa forza miracolosa che un tempo risiedeva in Allmight e, per questo, il nuovo Hero numero uno si trova in estrema difficoltà, combattendo forse la battaglia più dura della propria vita.

L'avversario è tremendamente più forte e l'eroe sembra destinato a soccombere sotto lo sguardo impietrito della popolazione e dei suoi stessi figli; la forza di volontà di Endeavor prende ben presto il sopravvento, donando all'uomo la forza di scagliare una serie di potentissimi attacchi che gli permettono infine di sgominare l'avversario.

Tutto ciò a caro prezzo: Todoroki senior esce dalla battaglia con ferite gravissime e un orgoglio spezzato, ma la sua tenacia riesce ad avere ancora la meglio. Con un gesto che imita la posa della vittoria di Allmight, Endeavor fa sapere al mondo di avercela fatta e, al tempo stesso, vuole gridare la sua promessa di servire e proteggere il Paese come il Simbolo della Pace ha fatto prima di lui. Un importante processo di autoaffermazione da parte di un personaggio che è sempre apparso superficiale, borioso e arrogante, ma che qui si svela complesso e profondo, al punto da cercare un nuovo contatto con la famiglia che lui stesso ha contribuito a dividere con il suo atteggiamento classista e prepotente.

E se parte della sua prole non riesce ad accettare un cambiamento troppo repentino in colui che gli ha rovinato la vita, il nostro Shoto non può che accogliere il nuovo spirito di suo padre con un sentimento di speranza per il futuro: lui che, in fondo, nel corso del suo primo anno al liceo Yuei ha dovuto affrontare lo stesso, identico processo di maturazione interiore. La famiglia Todoroki riparte da qui: da una tragedia che può rappresentare la chiave di volta per ricominciare. Il focus su Endeavor nel volume 21 di My Hero Academia è relativamente breve, poiché l'ordito orchestrato dal maestro Horikoshi va ben oltre l'introspezione del padre di Shoto: apprendiamo, nei capitoli successivi allo scontro tra il Number One Hero e il Nomu, che Hawks è un personaggio molto più complesso di quel che sembra. L'ingresso in scena di Dabi, che minaccia ulteriormente la vita di Endeavor, dà il là alla trama per approfondire la natura ambigua dell'Hero professionista numero due, che sembra coinvolto in un meccanismo di doppi giochi e spionaggio che ha saputo tenerci con il fiato sospeso per alcuni capitoli. Ma è solo questione di tempo prima che la trama ci riporti dalle parti dei nostri giovani protagonisti, che si preparano ad affrontare la seconda parte del loro primo anno scolastico!

Le stagioni sono trascorse più velocemente di un Quirk supersonico: l'inverno è sceso sul liceo Yuei e i nostri ragazzi si preparano a un nuovo step del loro percorso. Iniziano, infatti, le esercitazioni interclasse: gli studenti delle classi A e B dovranno lottare tra di loro in una serie di scontri a squadre in un terreno neutro, sfruttando l'ambiente circostante e i propri superpoteri per sconfiggere il team avversario.

Prima di buttarci in questo mini-arco narrativo, però, arrivano importanti novità per Deku, sempre più coinvolto nei misteri che lo legano al One For All: il protagonista è in balia di alcuni criptici sogni in cui sembra riuscire a scorgere i precedenti possessori del suo Quirk e inizia ad apprendere molti dettagli sul passato di All For One.

Tornando alla scuola, il motivo di questo speciale esame è presto detto: molti degli allievi di Eraserhead e soci hanno ulteriormente evoluto le proprie Unicità e un addestramento del genere sarà l'occasione perfetta per metterle in pratica. C'è anche una novità: Shinso, il misterioso ragazzo che Deku ha affrontato durante il festival sportivo, è passato alle classi degli aspiranti Hero dopo aver allenato a sufficienza il suo peculiare Quirk sotto la guida del professor Aizawa. Il primo set di incontri vede protagonista proprio Shinso, che riesce a sfruttare i suoi poteri e gli strumenti datigli in dotazione dai suoi maestri per sfoderare un'intelligenza tattica notevole.

Solo successivamente assistiamo a un nuovo set di battaglie, con il quale termina il volume 21 di My Hero Academia: lo scontro in questione sembra voler mettere in luce la giovane e bella Yaoyorozu, finita un po' in sordina dopo gli eventi di Camino. In effetti la sensazione è che l'attuale arco narrativo, incentrato nuovamente su battaglie corali che coinvolgono gli studenti della Yuei, serva all'autore per bilanciare i toni del racconto e allontanarsi per un po' dal solito binomio Deku-Bakugo. La saga attuale forse non sarà la più originale, ma vi ritroverete a tifare nuovamente per i ragazzi della classe 1-A che ultimamente non avevano ricevuto molto spazio: un'occasione, insomma, per vivere appieno tutto il respiro che anima il cast di My Hero Academia, ricco ed eclettico come solo gli shonen più appassionanti riescono a fare.