Naruto: tutte le forme del Susanoo, dalle origini ad oggi

Tecnica definitiva dei possessori dello Sharingan, il Susanoo è sicuramente una delle più affascinanti di tutta l'epopea di Kishimoto

speciale Naruto: tutte le forme del Susanoo, dalle origini ad oggi
Articolo a cura di

Pensata, probabilmente, come contraltare dei Cercoteri e delle Forze Portanti, il Susanoo è una gigantesca figura umanoide fatta interamente di Chakra, evocabile solo se l'utilizzatore possiede lo Sharingan Ipnotico in entrambi gli occhi divenendo, di fatto, una vera e propria estensione della volontà dell'utilizzatore.

Ma quante forme possiede? In questo articolo vogliamo ripercorrere l'evoluzione di una delle tecniche più affascinanti e leggendarie di Naruto, passando in rassegna le peculiarità di ciascun utilizzatore del più temibile jutsi del clan Uchiha.

Evoluzione

Prima di addentrarci sulle sue varie forme, è necessario prima un excursus su come questa tecnica si evolve. Susanoo ha vari stadi di sviluppo legati, inizialmente, alla capacità di controllo dell'utilizzatore. Inizialmente appare come un'aura, per poi manifestare una gabbia toracica che può fungere da difesa, con un braccio per interagire con l'ambiente circostante, con tanto di spada se necessario, come mostrato da Sasuke durante il Summit dei Cinque Kage.

Successivamente, una volta completato lo scheletro, si aggiunge la muscolatura, poi la pelle, fino a formare una creatura umanoide completa.
Già in questo stadio sviluppa una serie di tecniche peculiari che si differenziano in base alla capacità e allo stile di combattimento dell'utilizzatore.
Ad esempio, Sasuke lancia freccie di Chakra mentre Itachi e Madara utilizzano una versione differente dello Yasaka no Magatama (una sorta di Shuriken di Chakra).

Soltanto dopo lo sviluppo del corpo si crea intorno ad esso un'armatura, completando così la tecnica. Tutti i Susanoo sono ispirati, per aspetto, al tengu giapponese e possiedono caratteristiche comuni, come le due serie di braccia per lato, sei dita su ciascuna delle sue mani e brandiscono almeno una spada.

Il Susanoo di Itachi

Primo in ordine di apparizione, il Susanoo del fratello maggiore di Sasuke possiede diverse peculiarità che lo rendono unico nel suo genere. Di color giallo/arancione, nella sua forma finale, che ricorda per fattezze un tengu, possiede due armi speciali.

Anzitutto la spada Tostuka, impugnata nella sua mano destra primaria e rinchiusa in un barattolo di sake tenuto dalla seconda mano destra, in grado di confinare il nemico in un mondo illusorio. Nella mano sinistra, invece, brandisce lo Specchio di Yata, che ha la capacità di respingere qualsiasi Ninjutsu.

Il Susanoo di Sasuke

Mostrato durante il Summit dei Cinque Kage, l'avatar creato dall'Uchiha è completamente diverso rispetto a quello del fratello maggiore. Di colore violaceo, ha le fattezze di una vera e propria creatura demoniaca, derivate dal forte senso di odio e frustrazione provato dall'utilizzatore.

Dotato di corna nella sua forma scheletrica, in quella muscolare sembra quasi indossare un'armatura e, come già anticipato precedentemente, possiede nella mano destra una spada viola e nella sinistra un arco, con il quale lancia delle frecce irradiate dalle fiamme nere del Kagutsuchi di Sasuke. Se viene unito al Chakra naturale, questo sviluppa la parte inferiore del corpo, permettendogli di muoversi più rapidamente. La forma finale è molto simile a quella del fratello, a parte l'armatura che ha più le fattezze di un corvo e fonda il suo stile di combattimento sulle fiamme nere.
Con l'ottenimento del Rinnegan, risveglia la Forma Definitiva. Qui il Susanoo ha dimensioni colossali, un naso simile a quello di un tengu, delle ali per volare ed è vestito con un'armatura da samurai.

Inoltre, assorbendo il Chakra dei Cercoteri, Sasuke è in grado di creare un ulteriore forma, che consiste in una figura umanoide fatta di fulmini all'interno del Susanoo. A questo livello, è capace di lanciare anche la Freccia di Indra che, a tutti gli effetti, rappresenta ilsuo colpo offensivo più potente.

Il Susanoo di Madara

Il capostipite degli Uchiha è stato il primo ad avere la possibilità di utilizzare questa tecnica micidiale. All'inizio si presenta come l'unione di due figure umanoidi di color blu collegate all'altezza della spina dorsale. In questo stadio, è in grado di utilizzare ben due spade di energia e di evocare enormi meteoriti da scagliare contro i suoi avversari. La forma finale è quella maggiormente caratteristica poiché non solo di differenzia dalle altre per via della maggiore grandezza, ma anche perché non presenta i tratti tipici del Susanoo, come il naso da tengu, presentandosi come una figura avvolta da una sorta di mantello, munito di due spade. Con l'ottenimento del Rinnegan anche lui, come per Sasuke, riesce a sbloccare la Forma Definitiva ma, a differenza del ragazzo della Foglia, non è munito di ali. Tuttavia, in quanto a capacità distruttiva, non è inferiore a nessuno.

Il Susanoo di Obito/Kakashi

Ultimo in ordine di apparizione nell'opera del maestro Kishimoto, il Susanoo di Obito (utilizzato però da Kakashi) appare direttamente nella sua Forma Definitiva ed è, per aspetto, simile a quelli di Sasuke e Madara se non per la cicatrice all'altezza dell'occhio sinistro.

La possibilità di usare direttamente questa forma potrebbe derivare dal fatto che Obito nel suo corpo possedesse anche cellule Senju e che, dopo aver prestato i suoi occhi al compagno d'armi, sia stato possibile aggirare la regola del Rinnegan come requisito fondamentale per poterlo evocare.

Digressione a parte, questo Susanoo è in grado di combinare sotto varie forme la tecnica del Kamui, colpo spazio-temporale che spedisce un corpo (o parti di esso) in un'altra dimensione, creando ad esempio una pioggia di shuriken o, nella sua forma più potente, il Kamui Riakiri, la combinazione tra le tecniche più letali di Kakashi Hatake.

Il Susanoo di Shisui

Non sarà apparso nell'opera cartacea, ma questo Susanoo merita comunque una manzione: il suo design nasce dalla matita di Kishimoto, ma lo vediamo esclusivamente nei videogiochi della serie Ultimate Ninja Storm (qui la recensione di Naruto Shippuden Ultimate Ninja Storm 4), si presenta come un Oni di colore verde nella sua seconda forma. Nella mano destra brandisce una lancia a forma di trapano differendosi, quindi, dagli altri Susanoo. Inoltre è in grado di lanciare degli aculei energetici dal suo petto.

Purtroppo, non si anno altre informazioni di su lui o sul suo utilizzatore ma il sensei, per promuovere il gioco Naruto Shippuden: Ultimate Ninja Storm 4, disegnò delle immagini promozionali dedicate a Itachi e Shisui di Naruto, immaginando le ipotetiche Forme Definitive dei loro Susanoo.