Naruto Shippuden su Italia 2: il riassunto della Quarta Guerra Ninja

In attesa dell'imminente continuazione dell'anime in prima serata, facciamo un passo indietro e cerchiamo di sintetizzare il conflitto finora consumatosi.

Articolo a cura di

Naruto Shippuden torna su Italia 2 con un doppiaggio nuovo di zecca che consentirà finalmente ai fan della serie di tornare ad ascoltare le voci italiane a cui sono affezionati. Nessun cambiamento nel cast degli interpreti, che ha ripreso il doppiaggio dall'episodio 569 (numero che considera la prima serie di Naruto), portando a termine i capitoli fino al 613. La serie verrà trasmessa in prima serata, alle ore 21.15, e la scelta dovrebbe ricadere sulla messa in onda di 5 episodi a serata. L'anime riprenderà i turbolenti fatti della Quarta Guerra Mondiale Ninja, in una fase spinosa per gli shinobi della foglia e per l'Alleanza tutta. Ma procediamo con ordine e cerchiamo di riavvolgere il nastro e riprendere le fila della storia di Naruto Shippuden, riflettendo sui primordi del conflitto e su suoi clamorosi sviluppi.

La dichiarazione di guerra del ninja mascherato

È l'enigmatico Tobi a dichiarare guerra ai Cinque Grandi Paesi Ninja proprio di fronte ai loro massimi rappresentanti, i Kage, impegnati in un delicato summit per stabilire le sorti delle forze portanti del Villaggio della Foglia e del Villaggio della Nuvola, Naruto e Killer Bee. Il ninja mascherato si presenta, grazie al suo Kamui (una tecnica di spostamento spaziotemporale), di fronte agli impreparati Kage e decide di inimicarsi definitivamente Foglia, Sabbia, Nebbia, Roccia e Nuvola.

Inizia così il gioco delle coalizioni e dei patti, con i Grandi Paesi Shinobi pronti a creare l'Alleanza Shinobi su suggerimento del mediatore Mifune (generale dei Samurai del neutrale Paese del Ferro) e con l'inattesa riapparizione di un irriconoscibile Kabuto, "vittima" di una sconvolgente metamorfosi e posseditore di un inquietante e determinante asso nella manica, l'Edo Tensei (la Resurrezione Impura).

Naruto e Killer Bee vengono preventivamente nascosti nell'isola mobile del Paese del Fulmine, la mastodontica tartaruga Genbu. È qui che Naruto Uzumaki imparerà a padroneggiare la forza del cercoterio e ad usare il chackra della Volpe a Nove Code, dopo un'ostica prova interiore alle Cascate della Verità, necessaria per poter seguire l'allenamento del mentore Killer Bee.
Nello scontro spirituale con il Kyuubi, Naruto ha la meglio grazie al risolutivo intervento di Kushina, madre del ragazzo materializzatasi grazie al chackra in lui sigillato.

Attivata la Kyuubi-mode ed individuato l'infiltrato Kisame (membro dell'Akatsuki, compagno di Itachi presunto morto), i ninja sull'isola vivente riescono a sventare i piani dell'uomo-squalo grazie all'intromissione di Gai, che con l'apertura della Settima porta del chackra sovrasta il nemico con la Tigre di Mezzogiorno. Nulla ferma però la pericolosa fuga di notizie progettata da Kisame, che compie stoicamente il suo dovere suicidandosi prima che gli shinobi riuscissero ad estrapolargli informazioni. Informazione che, invece, arrivano forti e chiare all'Akatsuki, che viene a conoscenza della posizione dei ninja protetti.

L'Edo Tensei in azione

È proprio mentre Tobi si impossessa del potere del Rinnegan di Nagato che il rotolo di Kisame arriva a destinazione. Il ninja dalla machera a spirale è reduce da un drammatico ed emozionante scontro con Konan, a cui non risparmia la vita. Sono il nuovo Kabuto e il resuscitato Deidara a recarsi nell'Isola Tartaruga ed incaricarsi della cattura di Naruto. L'intervento dello Tsuchikage, alla volta dell'isola dopo essere stato avvisato dell'imminente rischio, non risulta del tutto efficace e a pagarne le conseguenze è il capitano Yamato, rapito dallo spietato duo per essere usato come nucleo-potenziatore per le forze impiegate dal nemico, un considerevole esercito di Zetsu Bianchi.

Per una minaccia che si fa più preoccupante, c'è un'imponente organizzazione da parte delle truppe alleate, unitesi in un'unica grande fazione ma divise in cinque divisioni capitanate da Darui, Kitsuchi, Kakashi, Shikamaru (comandante esecutivo) e Mifune, sotto il comando supremo del Kazekage Gaara, chiamato a prendere le redini del grandioso esercito dell'Alleanza Shinobi. Kabuto schiera i potenti ninja resuscitati mentre Gaara dà il via all'offensiva. La speciale Divisione Attacchi a Sorpresa di Kankuro fronteggia le pedine Sasori e Deidara avendo la meglio sugli ex-membri dell'Organizzazione Alba. Tocca, invece, alla Terza Divisione guidata da Kakashi occuparsi di Zabusa, Haku e dei leggendari Sette Spadaccini della Nebbia. Guai maggiori per Gaara e il suo battaglione a causa dell'evocazione dei precedenti Kage: Muu (Terzo Tsuchikage), A (Terzo Raikage), Gengetsu Hozuki (Terzo Mizukage) e Rasa (Quarto Kazekage). Kinkaku e Ginkaku, i fratelli Oro e Argento danno del filo da torcere a Darui e alla sua Quinta Divisione, sigillati a fatica dal Team Asuma che si vede poi costretto ad affrontare Kakuzu (sconfitto dal team di Darui) e procedere con la dolorosa eliminazione del suo defunto maestro.

Naruto scende in campo

È a causa del chackra della Volpe sprigionato dai fratelli Ginkaku e Kinkaku (i quali lo avevano assorbito in passato) che Naruto, insospettito, viene a conoscenza della tragica situazione e fugge insieme a Bee dall'isola in cui è segregato. Mentre il Raikage e Tsunade cercano di persuadere il fuggiasco Naruto, Tobi, recuperato il chackra dell'enneacoda contenuto dai fratelli, evoca sul campo di battaglia la Statua Diabolica. I Zetsu Bianchi seminano il panico tra le fila dell'esercito di shinobi, grazie alla capacità di assumere le sembianze dei ninja alleati. Le rinnovate abilità di Naruto convincono il Raikage dell'utilità del potere del giovane nello scontro e Naruto non tarda a mostrarsi fondamentale per l'Alleanza.

Dopo aver eliminato un mucchio di Zetsu Bianchi, incontra, accompagnato da Bee, Itachi e Nagato. Il primo riesce a liberarsi dal controllo della tecnica di Kabuto, finendo Nagato con la Spada Totsuka del suo Susano'o e dirigendosi verso il covo dell'utilizzatore dell'Edo Tensei. Naruto si dimostra decisivo nel combattimento con il Terzo Raikage e con il Secondo Tsuchikage, mentre è Gaara a dedicarsi al sigillo del precedente Kazekage, nonché suo padre. Ma il redivivo Secondo Tsuchikage svela il vero asso nella manica di Kabuto, usando la Resurrezione Impura per evocare il vero Madara Uchiha. È ormai sempre più vicina la rivelazione su Tobi, evidentemente un impostore autoproclamatosi il fondatore del clan degli Uchiha, fintosi Madara da prima dell'inizio della Grande Guerra.

La supremazia di Madara Uchiha e la vera identità di Tobi



Il vero Madara dà prova della sua superiorità di fronte ai Kage e Naruto, inviato a combattere il ninja mascherado adesso senza identità, supportato dalle ex-forze portanti (sotto il suo controllo diretto grazie al Rinnegan), richiamate per mettere in seria difficoltà il giovane ninja. Intervengono i maestri Gai e Kakashi, salvando Naruto e partecipando ad uno scontro che ha ormai raggiunto dimensioni epocali. È, però, necessario l'ulteriore aiuto da parte dei ninja delle Divisioni alleate.

La Guerra si svolge, dunque, su tre scenari: da una parte Madara continua il massacro dei Cinque Kage, caduti uno dopo l'altro sotto i colpi meteorici dell'Uchiha, dall'altra Naruto e i compagni offrono tutte le loro forze congiunte per provare a fermare Tobi e la sua Statua Diabolica; si rivede infine Sasuke, che affianca il fratello Itachi nel tentativo di disattivare l'Edo Tensei combattendo con Kabuto.

Dopo aver condannato l'ex-sottoposto di Orochimaru al loop dell'Izanami, Itachi scioglie la tecnica della Resurrezione prima di dissolversi definitivamente davanti agli occhi del fratello. È il momento della verità: nella lotta all'ultimo sangue con Tobi, Naruto e Kakashi smascherano il nemico, scoprendo, in fine, la vera identità del ninja con il Kamui, Obito Uchiha.

È con questa scoppiettante rivelazione e con il tremendo passato del vecchio amico di Kakashi che la messa in onda di Naruto Shippuden era stata sospesa interrompendo così il doppiaggio in italiano dell'opera.Entriamo adesso nelle fasi più concitate della Quarta Guerra Mondiale Ninja, con segreti da scoperchiare e duri combattimenti da affrontare, con in campo, finalmente, le voci a cui molti di noi sono profondamente legati.