Netflix

Netflix: Inuyasha e le altre novità previste per ottobre 2019

Tra Inuyasha e Nana, ottobre ci porterà via molto tempo, ma non sono gli unici anime: scopriamo quali sono le produzioni in arrivo su Netflix.

speciale Netflix: Inuyasha e le altre novità previste per ottobre 2019
Articolo a cura di

Il mese di settembre non può essere considerato del tutto scarno per quanto riguarda le esclusive Netflix. Oltre al debutto per lo streaming de I cieli di Escaflowne, il catalogo si è arricchito con due esclusive, doppiate in italiano: Eroi Modesti: Ponoc Short Films Theater, tre cortometraggi realizzati dallo studio Ponoc, e Kabaneri of the Iron Fortress: The Battle of Unato, film sequel dell'acclamata serie di Wit Studio, stranamente diviso in tre parti.

Ottobre, invece, segna l'arrivo di Inuyasha e di Nana, due anime che hanno spopolato anche in Italia, grazie alla fascia dedicata agli anime di MTV. Dopo aver dato uno sguardo al Catalogo Cinema di ottobre 2019 e al Catalogo Serie TV di ottobre 2019, scopriamo quali sono gli anime in arrivo, tra cui menzioniamo alcune esclusive targate Netflix: Seis Manos e la seconda parte di Kengan Ashura.

Inuyasha (1 ottobre)

Da tempo, nella libreria Netflix sono presenti i quattro film di Inuyasha, rafforzando il desiderio di rivedere la serie principale, dopo più di 10 anni dalla messa in onda italiana. Ora non dobbiamo più attendere: la serie completa è finalmente arrivata. Il manga da cui è tratto l'anime è scritto da Rumiko Takahashi, la Regina dei Manga, che negli anni è riuscita a farsi amare a livello globale con opere indimenticabili come Lamù, Cara dolce Kyoko, e Ranma ½.

La studentessa Kagome Higurashi vive in un tempio assieme alla famiglia. Il giorno del suo compleanno, cercando il fratello minore, si addentra nel santuario del tempio. Qui, Kagome viene risucchiata in un pozzo che avrebbe dovuto essere sigillato: all'interno vi è un demone millepiedi che cerca di divorarla, ma la ragazza riesce a liberarsi, ritrovandosi, poi, nel fondo del pozzo. Quando esce si rende conto di non essere più a casa, ma altrove, forse anche in un'epoca più remota.

Raggiunge il dio albero, sul cui tronco è imprigionato un ragazzo, con una freccia conficcata nel petto. Questi è il mezzo-demone Inuyasha, il quale, 50 anni prima, aveva tentato di rubare da un villaggio la Sfera dei Quattro Spiriti, un oggetto dal grande potere che può rendere ancora più temibili i demoni, e trasformare i mezzi-demoni in purosangue; Inuyasha venne però catturato dalla sacerdotessa Kikyo, che lo sigillò all'albero con una freccia.

Kagome ben presto scopre di aver raggiunto l'era Sengoku, di essere la discendente della sacerdotessa, e di possedere la Sfera, a sua insaputa. Dopo aver liberato il mezzo demone per sconfiggere il millepiedi, l'anziana sacerdotessa Kaede, sorella di Kikyo, realizza un rosario incantato, che si lega al collo di Inuyasha, così che la protagonista possa tenerlo sotto controllo, evitando che l'aggredisca per impossessarsi della Sfera.

Tuttavia, il potente oggetto viene rubato da un demone: Kagome lo abbatte con una freccia, ma nel colpirlo, frantuma la Sfera dei Quattro Spiriti in piccoli frammenti, che si spargono in tutto il mondo. Kagome ed Inuyasha dovranno unire le forze per recuperare le piccole parti di cristallo, ora entrate in possesso dei demoni, per ricostruire la Sfera dei Quattro Spiriti, evitando che possa cadere nelle mani sbagliate.

Sarà emozionante rivivere alcuni dei momenti più iconici della serie, come il ritrovamento di Tessaiga, l'arma del protagonista, dall'aspetto di una katana arrugginita, ma che si tramuta in una spada formidabile; o rivedere vecchi amici come il monaco buddista Miroku, la cacciatrice di demoni Sango, armata di un boomerang dalle dimensioni innaturali, e il piccolo demone volpe Shippo. Senza dimenticare i temuti antagonisti: Sesshomaru, fratello di Inuyasha, e Naraku, la mente che si cela dietro l'operato dei vari demoni.

Nana (1 ottobre)

La libreria di Netflix si arricchisce anche con un altro anime che ha riscosso un enorme successo sia in Giappone, che in Italia: Nana.
Tratta dall'omonimo manga di Ai Yazawa (edito da noi da Planet Manga), la serie si focalizza su due coetanee che condividono lo stesso nome: Nana Komatsu e Nana Osaki.

Nana Komatsu è una ragazza di provincia, che decide di cambiare vita andando a vivere a Tokyo, insieme al suo fidanzato Shouji Endo.
Nana Osaki, invece, è un'aspirante cantante, che vuole perseguire il suo sogno di sfondare nel mondo del rock, e per farlo spera di raggiungere la fama proprio nella capitale del Giappone.

Il caso vuole che le due protagoniste dal nome in comune s'incontrino proprio sullo stesso treno diretto a Tokyo: durante il viaggio hanno modo di conoscersi. Il destino le porterà a non separarsi mai: le due condivideranno lo stesso appartamento. Inevitabilmente Komatsu e Osaki legheranno, e diventeranno inseparabili, supportandosi a vicenda anche nei momenti più difficili della loro vita.

Seis Manos (3 ottobre)

Come preannunciato, questo mese viene dato spazio anche ad alcune esclusive targate Netflix, la prima delle quali è Seis Manos. La serie è realizzata da Powerhouse Animation Studios, lo stesso staff creativo che ha curato le due stagioni dell'adattamento di Castlevania.
Seis Manos è ambientato nel Messico degli anni ‘70.

I protagonisti sono tre orfani esperti nelle arti marziali: Isabela, maestra dell'Hung Gar, la quale crede nella giustizia e nell'ordine; Silencio, muto sin da bambino, dopo aver perso brutalmente i genitori e la lingua, cova una profonda rabbia che aspetta solo di esplodere; Jesus, tanto allegro quanto violento, vuole solo che tutti vadano d'accordo.

I tre collaboreranno con l'agente della DEA Brister e con la poliziotta del luogo Garcia, per rintracciare l'assassino del maestro Chiu. Al momento non vi sono ulteriori dettagli sulla trama, ma dal trailer e dalle informazioni disponibili sul sito ufficiale della serie, è possibile capire come la sceneggiatura si focalizzi su una potente droga venduta da El Blade, in grado di tramutare gli esseri umani in mostri. Inoltre sembrano essere presenti altri elementi soprannaturali come non morti, magie, e tanto altro.

Il tutto scandito da violenti combattimenti, con tanto di spargimenti di sangue.
Quello che forse più incuriosisce di Seis Manos è il cast originale di doppiatori che vi ha preso parte: tra i vari nomi spiccano celebrità come Mike Colter, che ha vestito i panni di Luke Cage nella serie Netflix, e Danny Trejo, il temuto assassino Machete, nell'omonima saga cinematografica.

Ultramarine Magmell (10 ottobre)

Un giorno, nel cuore dell'oceano pacifico emerge il nuovo continente Magmell. Per conoscere meglio la nuova terra emersa e per vedere se è possibile sfruttare le sue risorse, molte persone vi si sono addentrate. È iniziata una nuova era di esplorazione. Una flora e una fauna molto ostili rendono, però, Magmell una regione poco ospitale, in cui non è facile addentrarsi.

Solo i cosiddetti "Pescatori" o soccorritori riescono ad esplorare la nuova area senza difficoltà, avendo buone conoscenze del territorio e degli esseri che vi vivono. Tra i "Pescatori" più abili vi è il protagonista, Inyo, il quale è esperto in operazioni di ricerca e soccorso, aiutato dall'assistente Zero. I due affronteranno le pericolose creature a suon di magia.

Questo è solo l'incipit del manhua (fumetto cinese) Ultramarine Magmell, che da quest'estate è disponibile nelle fumetterie italiane grazie a Planet Manga. Lo studio d'animazione Pierrot Plus ne ha tratto un anime. Sebbene Ultramarine Magmell abbia debuttato sulle emittenti televisive giapponesi il 7 aprile, Netflix ne ha acquisito i diritti e a partire dal 10 ottobre lo distribuirà nei paesi in cui la piattaforma è disponibile; in Italia arriverà anche doppiata.

Kengan Ashura - Seconda Parte (31 ottobre)

A fine mese arriverà la seconda parte di una delle serie più virili che Netflix ci abbia regalato, forse seconda solo a Baki: Kengan Ashura. Riusciremo così a scoprire come si concluderà il Torneo di Annientamento Kengan, e chi sarà il nuovo presidente dell'associazione Kengan.

Nel 1715 i mercanti erano disposti a tutto pur di ottenere i favori dell'imperatore, e questo fu la causa di una serie di violenze senza controllo.
Lo shogun obbligò i mercanti a decidere chi fosse il più forte, e così i commercianti fondarono un'associazione a cui rivolgersi per porre fine alle contese.

Non essendo lottatori, i mercanti nominavano i migliori combattenti che si affrontassero al loro posto negli Incontri Kengan, rigorosamente a mani nude. Ancora oggi vengono organizzati degli scontri quando sono in ballo importanti contratti. Il dipendente delle edizioni Nogi, Kazuo Yamashita, diventa assistente del lottatore Ohma Tokita, che combatte per il CEO Nogi. Ohma è un esperto lottatore, che padroneggia uno stile unico nel suo genere.

La situazione diventa più interessante quando viene indetto il Torneo di Annientamento Kengan: una serie di incontri all'ultimo sangue, per decidere chi sarà il nuovo presidente dell'associazione.

Ohma, che ora rappresenta la società di Kazuo, vuole partecipare al torneo solo per affrontare l'uomo che ha ucciso il suo maestro, dimostrando, così, di essere il lottatore più forte di tutti.
La prima parte ci ha mostrato le abilità di alcuni partecipanti, ma si è conclusa proprio sul più bello: prima che potessimo assistere a quello che si preannuncia essere uno degli scontri più emozionanti del torneo.

Forse i riflettori saranno puntati prevalentemente su Inuyasha e Nana, ma non sono da scartare le esclusive targate Netflix, che potrebbero avere in serbo qualche sorpresa. Al momento queste sono le novità previste per ottobre, ma in caso di eventuali aggiunte vi terremo aggiornati. Voi quale attendente maggiormente?