Netflix

Netflix: Saint Seiya, MHA, SAO e le altre novità in arrivo a gennaio 2020

Il nuovo anno inizia con buoni propositi: il film di My Hero Academia, Sword Art Online: Alicization, e Saint Seiya.

speciale Netflix: Saint Seiya, MHA, SAO e le altre novità in arrivo a gennaio 2020
Articolo a cura di

Il dicembre all'insegna dell'animazione giapponese targata Netflix ci lascia con la seconda parte di Carole & Tuesday e con le folli avventure di The disastrous life of Saiki K.: Reawakened. Non abbiamo il tempo di metabolizzare e smaltire le festività natalizie, che subito il colosso americano è pronto ad iniziare il nuovo anno con il botto, aggiungendo anime sempre più succulenti. È ora di scoprire quali sono gli anime che arricchiranno la vasta libreria Netflix. Non vogliamo rovinare la sorpresa, ma possiamo dirvi alcuni titoli in arrivo: Sword Art Online: Alicization, la seconda parte di Saint Seiya, e Yu Gi Oh!

My Hero Academia: Two Heroes (1 gennaio)

Il nuovo anno di Netflix inizia con una sorpresa: da gennaio sarà disponibile per tutti gli abbonati Two Heroes, il primo film tratto dall'anime di studio Bones.
Durante la pausa estiva, Izuku Midoriya accetta di accompagnare il suo idolo All Might ad I-Island, un'isola artificiale nell'oceano pacifico, dove si svolge l'I-Expo, un convegno a cui sono invitati i migliori supereroi del mondo.

In questa occasione, Deku ha modo di conoscere David Shield, amico e spalla di All Might quando questi era giovane, nonché inventore di numerosi gadget e dei costumi più iconici indossati dal supereroe. Il protagonista incontra anche Melissa, la figlia di David. All'evento sono stati invitati anche alcuni compagni di classe di Midoriya. Un supereroe, però, non riposa mai, neanche durante le vacanze estive: un gruppo di criminali sarà causa di caos e di disordine ad I-Island, tenendo in ostaggio i partecipanti, tra cui anche All Migth.

Spetterà ai futuri eroi della classe 1-A risolvere la situazione, con il supporto di Melissa, la quale fornirà al protagonista dei particolari guanti con cui può controllare meglio il One for All.

La pellicola si colloca tra la seconda e la terza stagione, e si pone in continuity sia con il manga di Horikoshi, che con la serie, rendendo canonici i nuovi personaggi e gli eventi mostrati: Two Heroes, infatti, ci mostra il passato di All Might, prima che diventasse il Number One Hero. Il film ha debuttato in Giappone nel 2018, mentre in Italia è arrivato per soli due giorni (23 e 24 marzo 2019), distribuito da Dynit e Nexo Digital.

The Promised Neverland (1 gennaio)

The Promised Neverland è una delle produzioni più acclamate ed apprezzate del 2019. In attesa di poter vedere la seconda stagione, potremo recuperare la prima anche su Netflix (dopo il debutto in simulcast su VVVVID), anche con doppiaggio italiano.

Il Grace Field House è un orfanotrofio dove vivono bambini di massimo 11 anni, i quali vengono cresciuti dall'istitutrice "Mamma" Isabella. Tra una lezione e l'altra, gli orfani hanno piena libertà di movimento all'interno della struttura: possono giocare ed andare dove vogliono, ma non devono varcare il cancello principale, per non rischiare di allontanarsi troppo e di perdersi nella foresta circostante.

Dopo aver raggiunto i 12 anni di età, gli ospiti sono affidati a famiglie, che si prenderanno cura di loro. La serie segue le vicende di tre orfani, Emma, Norman e Ray, i quali hanno quasi raggiunto l'età massima per essere adottati, ma prima di separarsi dagli amici vogliono scoprire che cosa si nasconde oltre i confini dell'orfanotrofio.

Quando un giorno i tre devono restituire un peluche ad una loro amica, scoprono una macabra verità, che li farà ricredere su tutte le loro convinzioni e che cambierà per sempre le loro vite: Emma, Ray e Norman decidono quindi di fuggire da quell'inferno camuffato da paradiso.
The Promised Neverland è tratto dall'omonimo manga di Kaiu Shirai e di Posuka Demizu, edito in Italia da J-POP, che in breve tempo ha conquistato milioni di lettori in tutto il mondo, divenendo un piccolo cult.

Sword Art Online: Alicization (1 gennaio)

Mentre su VVVVID e su Amazon Prime Video viene trasmesso Sword Art Online: Alicization - War of Underworld, in simulcast e in versione doppiata dopo una settimana, su Netflix potremo vedere la terza stagione: Sword Art Online: Alicization, interamente doppiata.

Sulla piattaforma on-demand, inoltre, sono disponibili sia le prime due stagioni, sia lo spin-off Gun Gale Online, sia il film Ordinal Scale. Molti considerano l'arco narrativo di Underworld uno dei migliori finora realizzati, in quanto riesce a mescolare magistralmente sia gli intermezzi ambientati nel mondo virtuale, sia i momenti nella vita reale.

Sia con le light novel di abec e di Kawahara, che con i rispettivi adattamenti, abbiamo imparato a conoscere Kirito ed il mondo virtuale di Sword Art Online. Dopo gli ultimi eventi nel VRMMORPG di Sword Art Online, Kazuto Kirigaya ha continuato ad "esplorare" altri mondi virtuali, ed è diventato tester per l'azienda Rath, la quale ha sviluppato un nuovo modello di FullDive: il Soul Translator.

Il dispositivo dovrebbe permettere al giocatore un'immersione più immediata e facile nella realtà digitalizzata dove viene teletrasportato, riscrivendogli i ricordi. Nel testare la nuova tecnologia, Kazuto viene catapultato nel mondo di Underworld, dove è amico di lunga data di Eugeo e di Alice. Ogni volta che il protagonista effettua il log-out vengono cancellati i ricordi di ciò che ha vissuto, ma ha una vaga reminiscenza di Alice.

Pokémon il FIlm: In ognuno di noi (1 gennaio)

Ash e Pikachu continuano il loro viaggio, e questa volta si fermano nella città marittima di Fura City. Qui ogni anno si svolge il Festival del Vento, una festa in cui si celebra e si ringrazia il Pokémon Leggendario Lugia, per ricevere la benedizione del vento, importante per la sopravvivenza della città.

Quella di Lugia, però, non è l'unica leggenda di Fura City: si narra, infatti, che nella foresta che circonda la città viva Zeraora. Nel corso dell'avventura avremo modo di conoscere nuovi personaggi, come Lisa, una studentessa che è giunta in città per catturare un Eevee; Kagachi, un bugiardo cronico.

E ancora Torito, un ricercatore; Largo, una bambina che si addentra nella foresta per nascondere un segreto; Hisui, un'anziana che odia i Pokémon da quando, anni prima, un incendio avvolse la foresta. In ognuno di noi è scollegato dalla serie principale, seguendo la linea temporale introdotta nella pellicola Scelgo Te!

Pokémon il Film: In ognuno di noi è la ventunesima trasposizione cinematografica tratta dal celebre videogioco creato da Satoshi Tajiri; su Netflix oltre alla prime serie, e a Sole e Luna, è disponibile anche Pokémon - Scelgo Te!, film che riscrive le origini della storica amicizia tra Ash e Pikachu. La visione del secondo film della nuova timeline potrebbe acquietare il desiderio di vedere (al più presto), anche in Italia, la nuova serie Pokémon, in cui Ash è affiancato da Go, un giovane allenatore che vuole catturare una creatura mai vista.

Yu Gi Oh! (1 gennaio)

Era il 2003 (2000 in Giappone) quando debuttò in Italia Yu Gi Oh!: il successo fu tale che spopolarono le carte da gioco e vennero indetti tornei a cui partecipavano i giocatori più abili. Il successo del gioco di carte lo si deve in parte anche al mangaka Kazuki Takahashi, creatore del personaggio di Yugi Muto e del fantastico mondo di Duel Monster.

Sebbene la serie del 2003 non sia la prima ad adattare il manga originale, essendo preceduta da una del 1998 (inedita in Italia), è sicuramente la più iconica e quella che ha portato alla fama il titolo, al punto da creare un vero e proprio franchise. A distanza di circa 16 anni dall'arrivo sulle emittenti italiane, potremmo rivedere (e rivivere) Yu Gi Oh! grazie a Netflix.

Yugi Muto è un liceale esperto nel gioco di carte Duel Monsters, in possesso di un pendente a forma di piramide capovolta con un occhio al centro: il Puzzle del Millennio. Quando il protagonista è in difficoltà e rischia di essere sconfitto, la piramide rilascia il suo vero potere: Yugi viene sostituito dalla reincarnazione di un antico faraone, il quale non ricorda il suo passato e cosa gli sia accaduto.

Grazie all'aiuto del faraone, Yugi è riuscito a sconfiggere Seto Kaiba, campione del mondo di "carte". Dopo la vittoria, il giovane viene avvicinato dal creatore di Duel Monsters, il quale gli rivela che esistono sette Oggetti del Millennio, tra cui il Puzzle, risalenti all'antico Egitto, al cui interno sono custodite le antiche magie dei Giochi delle Ombre: un antico rituale che permette alle creature raffigurate sulle carte di prendere vita e di affrontarsi.

Nel corso dell'avventura Yugi parteciperà a singolari tornei, affrontando avversari sempre determinati ed agguerriti, con l'aiuto dei suoi inseparabili amici; poco alla volta imparerà a conoscere meglio il suo alter ego e scoprirà quali sono le origini degli oggetti magici dal misterioso potere.
Dopo il successo della serie animata, è stato realizzato Yu Gi Oh! Il Film, noto anche con il titolo di The Pyramid of Light, in cui il giovane giocatore di carte e il suo doppio dovranno affrontare il dio egizio Anubis. La pellicola sarà disponibile al debutto per lo streaming della serie.

Fate/stay night: Heaven's Feel - II. lost butterfly (1 gennaio)

Mentre mancano pochi mesi alla distribuzione nei cinema giapponesi di Spring Song, terzo ed ultimo film della trilogia di Fate/stay night: Heaven's Feel, grazie a Netflix potremo recuperare la seconda parte della Guerra del Santo Graal.

Il colosso americano nel corso dell'ultimo anno ha aggiunto alla libreria altri titoli ambientati nell'universo di Fate/, alcuni dei quali in esclusiva italiana, come l'acclamato Fate/Zero.Dopo aver curato gli adattamenti del prequel Fate/Zero e di Unlimited Blade Works, seconda route della visual novel Fate/stay night, lo studio ufotable ha deciso di realizzare una trilogia cinematografica, che trasponesse la "strada" più macabra e cupa del videogioco.

Dieci anni prima dell'inizio degli eventi narrati nella pellicola, una misteriosa calamità distrusse parte della città di Fuyuki, causando innumerevoli vittime; tra i pochi superstiti vi era un giovane Shirou Emiya, che venne salvato da Kiritsugu Emiya. Shiro ora è uno studente come tanti, ma nel tempo libero si esercita nel controllare la magia, essendo un mago ancora inesperto: questa sua particolarità lo porterà a prendere parte alla Guerra del Santo Graal.

Le regole della guerra sono abbastanza semplici: il sacro calice evoca sette spiriti eroici di diverse epoche, chiamati Servant, i quali siglano un contratto con sette maghi, i Master. I partecipanti dovranno lottare tra di loro per conquistare il Santo Graal, una reliquia in grado di esaudire qualunque desiderio. Il Servant che affianca Shirou è Saber, un'abile spadaccina di un'epoca passata. Nella trilogia di Heaven's Feel viene dato più rilievo alle figure di Zouken Matou e del suo Servant Assassin, e viene introdotta una misteriosa entità che cerca di nutrirsi dei Servant.

La prima parte si è conclusa (tra alti e bassi) con un colpo di scena che ci ha fatto a lungo bramare la seconda trasposizione cinematografica. Lost Butterfly è arrivato in Italia il 18 e il 19 giugno scorsi, grazie a Dynit e Nexo Digital, e finalmente sarà disponibile anche per lo streaming, per tutti coloro che non sono riusciti a recuperarlo al cinema.

Scissor Seven (10 gennaio)

Il killer Seven è un giovane assassino imbranato, inesperto, e di basso rango che commette i suoi omicidi brandendo un paio di forbici da parrucchiere, il tutto per 567 yuan a missione. Un giorno, però, si trova invischiato in qualcosa di più grande di lui e fuori dalla sua portata: una lotta per il potere tra due fazioni rivali.

Al momento non vi sono ulteriori informazioni sulla trama, ma sappiamo che Scissor Seven non è una produzione nipponica, bensì cinese, ed ha debuttato per la prima volta ad aprile 2018, per un totale di 10 episodi. Dal 10 gennaio arriverà per lo streaming anche da noi, ma non sappiamo se sarà disponibile anche il doppiaggio italiano.

Ni no Kuni (16 gennaio)

Con grande sorpresa, il catalogo Netflix si arricchisce con il film d'animazione Ni no Kuni, ma al momento non sappiamo se sarà disponibile in versione originale, con i sottotitoli, o anche con doppiaggio italiano.

Gli appassionati di videogiochi GDR conosceranno sicuramente Ni no Kuni, sviluppato da Level-5, a cui ha collaborato anche lo Studio Ghibli: lo stile dei disegni rievoca quello dello studio fondato da Miyazaki e da Takahata. Ni no Kuni ha ottenuto un enorme successo sia in Giappone, che nel resto del mondo, tanto da essere realizzato un sequel (che non è riuscito ad eguagliare il primo capitolo), un manga, ed un film.

La pellicola segue le vicende di tre giovani: Yu, Haru, e Kotona, amici di lunga data. Un giorno il gruppo viene coinvolto in un incidente, ma invece di morire, Yu e Haru vengono catapultati in un'altra realtà: nel mondo fantastico Ni no Kuni. I due giovani scoprono che la principessa del regno in cui si trovano è identica alla loro amica.

Quando un misterioso assassino attenta alla vita della Kotona nel mondo reale, la principessa è in fin di vita. Yu e Haru viaggeranno tra le due differenti realtà per scoprire che cosa sta accadendo, e per cercare di salvare l'amica.

Sebbene il film di Ni no Kuni non sia stato realizzato dallo studio Ghibli, è possibile apprezzare, seppure in minima parte, lo stile dei disegni: di fatti la regia è stata affidata a Yoshiyuki Momose, il quale ha lavorato sia a La principessa Mononoke, che a La città incantata, e recentemente ha diretto uno dei cortometraggi di Eroi Modesti: Ponoc Short Films Theater; le musiche di Ni no Kuni sono state curate da Joe Hisaishi, il quale ha composto la colonna sonora di Nausicaa della Valle del Vento, La storia della principessa splendente, e di altri titoli dello Studio Ghibli.

I Cavalieri dello Zodiaco: Saint Seiya - Parte 2 (23 gennaio)

Lo scorso luglio è approdato su Netflix il remake in 3DCG de I Cavalieri dello Zodiaco, suscitando non poche polemiche.

Seiya è un giovane in cerca della sorella perduta da tempo, il quale, dopo un estenuante allenamento, è riuscito a diventare Cavaliere di Pegasus. Una volta tornato in Giappone, il protagonista prende parte alle Guerre Galattiche, un torneo dedicato a tutti i Cavalieri che ambiscono alla prestigiosa armatura d'oro di Sagitter. In questa occasione Seiya avrà modo di conoscere Andromeda, Sirio, e Crystal: i suoi futuri compagni di battaglie.

L'evento viene interrotto dall'improvvisa apparizione del Cavaliere di Phoenix e dei Cavalieri Neri, i quali rubano l'armatura per conto di un'organizzazione militare. Inoltre, Athena, e quindi anche la sua reincarnazione Lady Isabel, è legata ad un'oscura profezia.

La versione italiana del remake targato Netflix è riuscita ad accontentare i fan della serie degli anni ‘80, in quanto tra i doppiatori figurano alcuni nomi storici come Ivo de Palma, nel ruolo di Seiya. Purtroppo, sebbene gli appassionati siano riusciti ad accettare un setting più moderno e contemporaneo, e una CGI a tratti "piatta", non hanno ben accolto il cambiamento di Shun di Andromeda, in Shaun, una donna.
Negli ultimi mesi, Netflix ha annunciato che è in produzione la seconda stagione de I Cavalieri dello Zodiaco: Saint Seiya, prevista per il 2020.


Come abbiamo potuto constatare, gennaio si prospetta un mese veramente interessante, e le varie aggiunte mensili confermano l'intento del colosso americano di voler puntare sempre più sui media animati giapponesi. Al momento questi sono i film e le serie previste per gennaio, in caso di eventuali aggiunte vi terremo aggiornati. Voi quale titolo attendente maggiormente?