ONE PIECE: cosa ci ha offerto il 2017 e che 2018 ci aspetta

La saga di Eiichiro Oda continua a stupire. L'anno da poco conclusosi è stato ricco di eventi, ma quali sorprese ci attendono? Il Reverie e Wa incombono...

speciale ONE PIECE: cosa ci ha offerto il 2017 e che 2018 ci aspetta
Articolo a cura di

Il 2017 è stato un anno ricco di emozioni per i fan di ONE PIECE. L'opus magnum di Eiichiro Oda, giunto nel frattempo al ventesimo anno di serializzazione su Shonen Jump e al diciottesimo della fortunata serie realizzata da Toei Animation, vede ormai - da un anno e mezzo - i nostri amati Mugiwara (o, per meglio dire, i membri della ciurma che hanno deciso di raggiungere Totland per recuperare Sanji e il Road Poignee Griffe) alle prese con la ciurma dell'Imperatrice Charlotte LinLin, detta Big Mom. La saga di Whole Cake Island, a quanto pare prossima a concludersi, ha visto sinora susseguirsi eventi drammatici, come il sacrificio di Pedro o la morte di Pound, padre di Laura e Chiffon (che si è lasciato colpire a morte da Charlotte Oven proprio per proteggere la fuga di quest'ultima e di suo nipote Pez) e il crollo delle ambizioni di Big Mom nell'esilarante combattimento che ha messo fine al matrimonio combinato fra Sanji e sua figlia Pudding. Abbiamo conosciuto molti personaggi memorabili, tra cui il fortissimo Katakuri, il cui potere dell'haki è talmente sviluppato da consentirgli da vedere il futuro, e la splendida Amande della tribù dei Colli-di-serpente. Il 2017 è stato l'anno in cui è cominciata la lotta fra Rufy e Katakuri nel Mondo dello Specchio (a detta di molti il miglior combattimento dai tempi di Water Seven); è stato un anno-chiave per Sanji e Brook, l'anno in cui Jimbe si è meritato l'ingresso nella "famiglia" dei Mugiwara mostrando le proprie doti di timoniere e in cui la Mink Carrot ha dimostrato di saper essere molto di più di una semplice spalla kawaii. Ma il 2017 è stato soprattutto l'anno della famiglia, tema centrale nell'opera di Oda e fondamentale in questa complessa saga.

Famiglie a confronto

La singolare idea di famiglia del nostro protagonista è stata ampiamente sviscerata negli anni. Nell'ormai storico incontro con Garp, avvenuto a Water Seven, Monkey D. Rufy venne messo a conoscenza di essere figlio del rivoluzionario Dragon e lui, senza traccia d'ironia, ribatté chiedendo a suo nonno: "Perché, ho un padre?" Da allora Rufy non pare essersi preoccupato di conoscere qualcosa di più su di lui e solo di recente, e per caso, ha appreso che faccia abbia, scoprendo che si tratta del misterioso individuo tatuato che l'aveva salvato a Rogue Town. Il sogno di Rufy non è quindi incontrare il suo padre di sangue (a differenza di altri eroi shonen come Gon Freecss) quanto raggiungere quello che è stato suo padre de facto: Shanks il Rosso. In effetti, i veri parenti di Rufy sono semplicemente quelli che lui stesso si è scelto nel corso delle proprie avventure: Ace, che lo ha visto crescere, il suo fratellino perduto Sabo, i membri della sua ciurma, gli amici sparsi in giro per il mondo. L'esistenza stessa della saga di Whole Cake Island si regge sul desiderio di Rufy di ricondurre in famiglia Sanji, e il loro combattimento somiglia più a un bisticcio tra fratelli che alla lotta fra un capitano e un suo sottoposto ammutinato.
Anche le motivazioni di Sanji sono intimamente connesse al rapporto che ha con la propria famiglia: il cuoco della Thousand Sunny cede al ricatto dei Vinsmoke, i suoi parenti biologici, solo per proteggere il proprio padre adottivo Zef e la ciurma da possibili ritorsioni da parte di Vismoke Judge, padre degenere giunto addirittura a modificare geneticamente i propri figli per farne dei supersoldati immuni ai sentimenti.
Che dire poi di Capone Bege? La supernova che gestisce la propria ciurma come una famiglia mafiosa e che a Zo aveva mostrato il proprio lato più turpe attaccando il compagno Pekoms alle spalle, nel corso di questo arco narrativo ha dato prova di essere un padre affettuoso per il piccolo Pez nonché un marito innamoratissimo, nonostante il matrimonio con Chiffon fosse stato combinato proprio dall'Imperatrice Charlotte LinLin.

Che dire, invece, di Katakuri, ammirato dai suoi fratelli a cui però nasconde da tutta una vita la propria autentica natura? il "Dolce Comandante" ci si presenta come una specie di "gemello" di Rufy. I loro frutti sono praticamente uguali; entrambi ingordi e affezionati sinceramente ai propri compagni, non a caso combattono nel Mondo dello Specchio generato dal potere di Charlotte Brulee, per impedire che il loro scontro possa coinvolgere vittime innocenti.
E poi c'è Big Mom stessa, bambina mostruosa mai divenuta completamente adulta che si è circondata di figli generati appositamente per aumentare il proprio potere politico e militare - e che di fatto fungono per lei da genitori surrogati, assecondando i suoi capricci e ingozzandola di dolcetti e caramelle come si farebbe con un bambino viziato. Come tutti i personaggi principali di ONE PIECE anche lei ha un sogno, quello di creare una famiglia comprendente tutte le razze del mondo, desiderio che (almeno apparentemente) ha ereditato dalla sua scomparsa madre adottiva Carmel. E proprio lei, ancora oggi a tanti anni dalla morte, risulta essere il principale motivo di dolore per LinLin nonché il suo più grande punto debole.
Whole Cake Island è una fiaba distorta, ricca di lutti e sacrifici, una battaglia ideologica nel corso della quale Oda ci ha mostrato chiaramente la ragione per cui proprio Rufy è destinato a divenire Re dei pirati: la sua idea di gruppo, la sua capacità di costruire rapporti profondi che si reggono sull'affetto e sull'amore, laddove altri invece preferiscono usare famiglia e alleati come un'arma di cui liberarsi non appena perde di efficacia.

Cosa ci aspetta

L'emozionante duello con Katakuri pare giunto ormai agli sgoccioli: Rufy domina sempre più l'Ambizione dell'Osservazione e il secondogenito di LinLin sta per realizzare che per quante volte lo colpisca non riuscirà mai a sconfiggerlo. La torta nuziale che Sanji e Pudding hanno preparato assieme per placare l'ira di Big Mom sarà presto consegnata da Bege.

Vedremo finalmente combattere Charlotte Smoothie nella battaglia che si prospetta a Cacao Island fra i Mugiwara, intenzionati a salvare Rufy, e le armate di Big Mom e non sono in pochi a ritenere che la saga di Whole Cake Island si concluderà proprio come doveva cominciare, vale a dire con il matrimonio fra Sanji e Pudding, che nel frattempo si sono sinceramente innamorati l'uno dell'altra. Questo matrimonio potrebbe in effetti rappresentare la chiusura perfetta del discorso su cui si è basata la saga e in più dare vita a una potente alleanza, che potrebbe divenire l'elemento chiave dei futuri eventi legati alla riconquista di Wa.
Spingendoci un po' più in là con gli eventi, a detta dello stesso autore, faremo quanto prima la conoscenza del leggendario Dottor Vegapunk, scienziato al servizio della Marina ed ex collega di Caesar Clown, ed è possibile che ci vengano finalmente rivelati alcuni elementi sul funzionamento dei frutti del diavolo nonché alcuni dettagli sui cosiddetti Cento anni del grande vuoto, che rappresentano uno dei grandi misteri di ONE PIECE.

Inoltre, appare sempre più probabile che gli eventi del Reverie (il consiglio rappresentato dai governanti delle nazioni che compongono il Governo Mondiale) andranno a costituire una sorta di saga "cuscinetto" fra gli eventi di Whole Cake Island e la grande battaglia contro Kaido, che ci attende nei prossimi anni. Rivedremo Bibi di Alabasta, Dorton, Elizabello II, Re Nettuno e persino Wapol, divenuto Re di Black Drum. Si discuterà della ricollocazione dell'isola degli Uomini-Pesce, delle contromisure da adottare contro l'armata rivoluzionaria comandata da Monkey D. Dragon e, grazie all'interessamento di Re Cobra di Alabasta, probabilmente avremo anche qualche spiegazione sulla natura dei Poignee Griffe. Oda ha anche affermato che Wa sarà il palcoscenico perfetto per Zoro, sul cui passato potremmo finalmente avere qualche dettaglio in più.

ONE PIECE Ci attende insomma un 2018 ricco di eventi, in cui riceveremo risposte a domande che ci poniamo da molto tempo. Ma, per sapere come si concluderà la saga, cosa accadrà nel corso del Reverie e come si svolgerà la guerra per la riconquista della Terra dei Samurai, non ci resta che attendere i prossimi sviluppi, sempre fiduciosi che Eiichiro Oda e il suo coloratissimo mondo sapranno intrattenerci ed emozionarci.