ONE PIECE: L'evoluzione dei poteri di Rufy fino a oggi

Ripercorriamo insieme tutte le evoluzione dei poteri di Rufy e proviamo, come avessimo L'Ambizione della Percezione, a predire future forme e power-up.

speciale ONE PIECE: L'evoluzione dei poteri di Rufy fino a oggi
Articolo a cura di

Sono trascorsi ormai vent'anni dall'inizio di ONE PIECE e da quando Monkey D. Rufy decise di intraprendere il cammino per diventare Re dei Pirati. Da allora molte cose sono cambiate - e molte sono ancora in divenire - ma una è sopravvissuta a questo ventennio: il sogno di Rufy. Nonostante le difficoltà incontrate lungo la via, infatti, il nostro Cappello di Paglia è fermo più che mai nelle sue intenzioni, e ora più di ieri ha piena fiducia in se stesso e nella sua ciurma. Può aver vacillato nel momento peggiore della sua vita, vero, ma la sua forza, la sua tenacia, il suo vigore e soprattutto i suoi compagni sono riusciti a spingerlo ad andare avanti e proseguire lungo il percorso scelto. A livello temporale, da quando salpò dall'Isola Dawn fino a oggi, sono passati 3 anni, e ogni nemico incontrato lungo il sentiero è stato uno spunto per Rufy a fare di più, a migliorarsi. Battaglia dopo battaglia, in pieno stile shonen mainstream, la potenza del capitano dei Mugiwara non ha fatto che crescere ed evolvere, fino ad arrivare all'ultima trasformazione delle scorse settimane. Nel mondo di ONE PIECE ci sono molti modi per acquisire poteri straordinari tra Rokushiki, Haki (o Ambizione, fate voi) e Frutti del Diavolo, ma nel caso di questi ultimi, anche attenendosi alle parole di Don Quijote Do Flamingo, sta nelle capacità dell'utilizzatore tirare fuori il meglio da questo particolare alimento. E Rufy lo ha fatto. Dimostrando grande intuito e una ormai notevole esperienza in battaglia, Rufy è riuscito a sviluppare il suo Frutto Gom Gom a livelli incredibili. Giocando con le proprietà della gomma ha elaborato tecniche sempre più complesse e distruttive, frutto anche di duri allenamenti, ma il cammino è ancora lungo e molti altri power-up - alcuni annunciati e altri teorizzati - faranno la loro comparsa. Quindi, a fronte dell'ultima trasformazione, abbiamo deciso di celebrare il percorso di crescita di Rufy ripercorrendo i maggiori potenziamenti apparsi nella serie, formulando anche qualche ipotesi per il futuro.

Non c'è due senza tre

Per lungo tempo, Rufy si è affidato unicamente alla sua forza sviluppata con intensi allenamenti, alle sue abilità in combattimento e alle capacità di estensione e ritrazione acquisite grazie al Frutto Gom Gom. Nonostante ciò, la Rotta Maggiore ha messo davanti a Cappello di Paglia un ventaglio di nemici sempre più micidiali, che lo hanno costretto a sviluppare tecniche che permettessero al suo corpo di aumentare skill quali velocità, forza e resistenza. Ed è stato nell'isola governativa di Ennies Lobby, molto in là nella Grand Line, che il nostro eroe ha rivelato la prima vera tecnica basata sulle sue proprietà gommose: il Gear Second. Essenzialmente, con questa tecnica Rufy accelera la circolazione sanguigna in tutto il suo corpo usando le gambe come una pompa. Così facendo, la temperatura corporea aumenta, permettendo alla gomma di diventare più flessibile e consentendogli di aumentare la velocità e la potenza dei suoi colpi. Un lato negativo è che anche il metabolismo accelera, e l'uso prolungato della tecnica crea affaticamento estremo e fame. A causa dell'aumento del calore il corpo di Rufy comincia inoltre a grondare sudore che si trasforma immediatamente in vapore. Sostanzialmente parliamo di una sorta di dopaggio "naturale", possibile solo grazie ai vasi sanguigni di gomma. Ed è proprio qui che è possibile riscontrare la veridicità delle parole di Don Quijote, espresse molto tempo dopo la prima comparsa del Gear Second. Rufy era già molto potente grazie ai poteri acquisiti mangiando il Frutto Gom Gom, ma sono stati il suo intuito e la sua mente elastica (ogni gioco di parole è voluto) a portarlo a congegnare una tecnica simile, che sfruttasse cioè in pieno le proprietà gommose del suo corpo. Riflettendoci, non tutti avrebbero escogitato un meccanismo del genere per potenziarsi, ma Rufy lo ha fatto, dimostrando che avere il potere non basta, bisogna anche saperlo usare. Non limitandosi al solo incremento della velocità - e relativa forza d'impatto - il protagonista di ONE PIECE, giocando letteralmente con il suo corpo, ha inoltre sviluppato una seconda forma del Gear, espressione ancora maggiore del suo intuito: il Gear Third. Soffiando a pieni polmoni in una ferita che si provoca mordendosi il pollice, Rufy immette aria nelle ossa muovendola da una parte all'altra del proprio corpo. La quantità d'aria immessa è talmente elevata che l'arto ingrandito raggiunge le dimensioni di quello di un gigante, donando a qualsiasi colpo sferrato da Rufy una superficie d'impatto maggiore, riducendo tuttavia drasticamente la manovrabilità.

A differenza di una mossa simile, con la quale Rufy si gonfia come un pallone morbido, le ossa gonfiate rimangono della durezza originale, rendendo l'arto una gigantesca mazza. Di contro, tra un attacco e l'altro, l'aria deve passare prima dal busto per essere poi convogliata nell'arto che Rufy intende utilizzare successivamente, lasciandolo in una situazione in cui è difficile difendersi e che rende facile all'avversario capire quale sarà il colpo successivo. Ma, come per il Gear Second, anche il Third ha un lato negativo. Nel caso del primo, un uso elevato riduce la vita del suo utilizzatore, nel caso del secondo, disattivandolo, Rufy si rimpicciolisce più o meno per un tempo pari a quello in cui ha utilizzato il Gear Third, senza riuscire ad allungarsi. Ancora un volta, Cappello di Paglia dimostra una grande forza di volontà e fiducia verso i compagni, sviluppando una tecnica dalla grande forza distruttiva, ma che ha più di una lacuna e che lo lascia momentaneamente privo di forze. Il Third, che per molto tempo è stato il culmine del potere di Rufy, sarà lo spunto per elaborare quella che a oggi è l'"arma" più distruttiva del nostro eroe: Il Gear Fourth.
ATTENZIONE POSSIBILI SPOILER

Segue il quattro

Prima di concentrarci sul Gear Fourth ci sono da fare un paio di precisazioni. Innanzitutto, c'è stato un altro power-up che ha modificato l'aspetto e la forza di Rufy prima del Fourth. Stiamo parlando di Nightmare Rufy, che tuttavia non si può annoverare tra le tecniche "fisse" del nostro eroe, dato che questa forma ha origini esterne. Come ricorderete, nell'isola-nave di Thriller Bark, i nostri Mugiwara si dovettero scontrare con il gigantesco zombie del trascina isole ODR (ODZ in originale), e in quell'occasione nemmeno il Thir, sembrava funzionare. Questo finché un gruppo di pirati, a cui era stata rubata l'ombra da Gekko Moria, non inserì nel corpo di Rufy ben 100 ombre recuperate negli anni. Oltre a rendere il corpo di Cappello di Paglia più massiccio, gli donò la forza di 100 uomini, un potere che riuscì a far vacillare l'enorme nemico. Insomma una delle tante tecniche circostanziali, frutto della situazione. Ma perché parlarne allora? Perché il design del Gear Fourth è largamente eredità di questa trasformazione. Altra precisazione, è che il Fourth non potrebbe esistere senza l'Haki. La tecnica è stata infatti sviluppata nei due anni in cui Rufy si è allenato nell'utilizzo dell'Ambizione e nel migliorare l'uso del Gear nell'isola Cennessuno, ed è strettamente correlata all'Haki dell'Aramatura e al Geppo, una delle tante abilità dell'arte marziale della Rokushiki. Il Fourth ha quasi la medesima modalità di attivazione del Third: Rufy ricopre prima di tutto parte del corpo con l'Ambizione dell'Armatura e poi, mordendosi il braccio, soffia aria nei muscoli. Questa combinazione moltiplica la forza dei suoi attacchi e lo rende più resistente a quelli degli avversari, in quanto l'elasticità della pelle permane. Tuttavia, se Rufy utilizza troppa Ambizione nei colpi la tecnica si disattiva automaticamente, lasciandolo stremato e impossibilitato a utilizzare l'Ambizione per circa dieci minuti. Il Fourth ha, per ora, tre versioni: Boundman, Tankman e - l'ultima arrivata - Snakeman. Nella forma Boundman, Rufy utilizza il Geppo, una mossa della Rokushiki che permette di mantenersi in volo calciando l'aria. Per aumentare l'efficacia dei suoi colpi, Cappello di Paglia fa rientrare il pugno nel braccio e lo fa scattare fuori nel momento in cui attacca come fosse una vera e propria palla di cannone. In aggiunta, Rufy dona ulteriore potenza al colpo usando le gambe come molle, imprimendo una spinta aggiuntiva.

Oltre a ciò, può cambiare la direzione degli attacchi anche mentre questi vengono sferrati, piegando le braccia a proprio piacimento. La forma Tankman, invece, assomiglia molto a un lottatore di sumo, dato che il torso di Rufy diventa più grande e tondo e ricoperto interamente dall'Ambizione dell'Armatura. In questo stato, le lame non riescono a perforare la pancia, e dopo avere inglobato un nemico - a imitare a bocca di un cannone - può scagliarlo a grandi distanze. Ed eccoci giunti all'ultima forma, presentata nel manga un paio di settimane fa: Snakeman. In questo stato, il corpo di Rufy mantiene le proporzioni originali, ma gli avambracci e le gambe diventano più robusti e ricoperti dall'Ambizione dell'Armatura; i suoi capelli si alzano, assumendo le sembianze di una fiamma. Rufy, chiudendo i pugni in maniera diversa dal solito (con i pollici in linea con le nocche), piega le braccia per cambiare la direzione dei suoi colpi, come il Boundman, ma via via questi diventano più veloci e quindi più potenti, fino a colpire l'avversario. Tuttavia, le sue difese sono ridotte e non può riflettere sui colpi che scaglia. Lo Snakeman è esemplificazione lampante dell'immensa capacità di Rufy di osservare e apprendere da ogni combattimento, capacità che gli permette di superare costantemente ogni ostacolo, anche il più ostico. Nonostante ciò, i nemici che attendono i nostri Mugiwara nel Nuovo Mondo sono ancora molti e molto potenti e altre trasformazioni e power-up sono nell'aria.


Il cinque e il sei vengon da sé

Come detto in apertura, Rufy ha dovuto sperimentare con il suo corpo per poter aumentare varie skill quali potenza, velocità, gittata e resistenza. Dopo aver appreso l'Haki grazie all'allenamento voluto da Rayleigh, Cappello di Paglia ha potuto implementare questa capacità nelle sue tecniche, rendendole più efficaci ed efficienti. Ma le varianti possono essere potenzialmente molte, e tutte legate a una diversa abilità. In futuro, Rufy potrebbe rivelare ulteriori forme del Gear Fourth o presentare direttamente un fantomatico Gear Fifth, ma un power-up già visto in altri utilizzatori di Frutti del Diavolo farà presto o tardi la sua comparsa: il risveglio. Risvegliare un Frutto del Diavolo è la massima espressione della sintonia tra l'alimento e il suo utilizzatore, e permette di raggiungere un ulteriore stato di potenza. Da ciò che si è potuto apprendere, il risveglio consente di trasmutare l'ambiente circostante, modellandolo a proprio piacimento. Se Rufy risvegliasse il Frutto Gom Gom, le potenzialità per creare nuove tecniche sarebbero pressoché illimitate, trasformando drasticamente i futuri combattimenti del capitano dei Mugiwara in ONE PIECE.