Pokémon, 1.000 di questi episodi: un viaggio indimenticabile

Ripercorriamo alcuni numeri che vanta ad oggi uno dei franchise più amati da grandi e piccoli: 1.000 episodi e una storia ancora tutta da scrivere.

speciale Pokémon, 1.000 di questi episodi: un viaggio indimenticabile
Articolo a cura di

Oggi, sabato 9 giugno, il franchise di animazione dei Pokémon raggiunge un traguardo di cruciale importanza: su K2, nella fascia mattutina, va in onda un nuovo episodio di Pokémon Sole e Luna: Ultravventure, ennesima declinazione audiovisiva di un brand ormai ventennale. Ma c'è di più oltre la notizia e vale la pena ricordarlo: quello odierno, previsto per le ore 09:30 sul network, è il numero 1.000 della serie animata. Un viaggio tanto lungo quanto indimenticabile, iniziato ormai due decadi fa con un bambino intenzionato a diventare un grande allenatore in cerca del suo primo mostriciattolo con cui dar vita alla sua avventura. Mille episodi e un solo duo: Ash e Pikachu, Pikachu e Ash. Che hanno incontrato, nel tempo, una quantità indefinita di amici, compagni e avversari, consolidando un legame sempre più forte sia tra loro che con il pubblico.

Voglio andare dove mi va...

Era l'8 settembre del 1998 quando, negli Stati Uniti, avvenne la prima TV mondiale della primissima serie animata dei Pokémon, prodotta da Oriental Light and Magic: l'inizio di un percorso di un franchise composto da 6 serie principali in Giappone, ma che in territorio occidentale furono ulteriormente suddivise in ben venti stagioni fino ad ora. Una vera e propria epopea, che fu giustificata sin da subito: il primo episodio dei Pokémon, intitolato "Pokémon - Scelgo te!", solo nel primo mese di debutto totalizzò più di 1.5 milioni di spettatori, ammaliati e affascinati dal rocambolesco e controverso esordio di Ash e Pikachu, inizialmente così divisi e ostici l'uno con l'altro per poi diventare amici inseparabili dopo aver superato insieme le prime difficoltà. Pikachu è divenuto, in breve tempo, la mascotte indiscussa del brand, dai videogiochi al merchandise più sfrenato e variopinto: non è un caso, in effetti, che nel 2002 (dopo soli 4 anni di debutto sul piccolo schermo, alla portata di tutti, grandi e piccini) fu posizionato da TV Guide al 15° posto nella classifica dei 50 personaggi più amati di tutti i tempi. La sinergia con i primi videogiochi, che fecero da apripista al franchise negli anni precedenti alla serie di animazione, fu ovviamente fondamentale: nel 1996 uscivano Pokémon Rosso, Verde e Blu, mentre nel 1998 (lo stesso anno, guarda caso, del debutto dell'anime) Nintendo esordiva con Pokémon Giallo, una riproposizione alternativa delle avventure precedenti in cui - proprio come nell'anime con protagonista Ash - il giocatore poteva scegliere esclusivamente il topino elettrico come starter, portandolo con sé in giro senza doverlo rinchiudere in una Poké Ball.

Le serie animate dei Pokémon, tra innumerevoli episodi e approfondimenti di sorta (un franchise multimediale in ogni suo aspetto, giacché ha abbracciato anche il cinema con degli ottimi film di animazione), ha portato Ash e Pikachu a visitare le stesse città esplorate da Rosso e dai suoi successori nella serie videoludica cui si ispirava, a solcare gli stessi prati e ad attraversare gli stessi anfratti. Di fatto, ogni stagione dell'anime sui Pokémon riproponeva, in versione più romanzata secondo le esigenze narrative del prodotto televisivo, le Regioni esplorate nei videogame capitolo dopo capitolo, generazione dopo generazione. Da Charmander, Bulbasaur e Squirtle a Cyndaquil, Chicorita e Totodile, e così via per ben 7 di esse. Un viaggio totalizzante, il cui successo vent'anni dopo è stato a dir poco leggendario.

... e non fermarmi qua

Inutile dirlo, i numeri del franchise sui Pokémon sono impressionanti: ogni singola stagione della serie televisiva è stata trasposta in 19 lingue differenti e - nonostante si trattasse di un prodotto derivativo da un altro medium - l'impegno produttivo degli staff che hanno realizzato l'anime è stato quello delle grandi occasioni.

Partito inizialmente come un'operazione commerciale, la serie TV si è pian piano imposta nell'immaginario collettivo, conquistando il pubblico a suon di Sfere Poké: ad oggi contiamo ben 21 opening theme (cioè le sigle iniziali di una serie), in cui si sono susseguiti una serie di elementi e rimandi che hanno accompagnato per mano gli appassionati negli ultimi due decenni. È cambiato lo stile, sono cambiate soprattutto le tecniche di produzione e, con esse, l'aspetto del nostro protagonista di sempre: Ash, l'eterno ragazzino di 10 anni con il suo Pikachu in spalla, ha vestito fino ad ora 5 differenti outfit e altrettanti cappelli, accessori a lui così cari e rappresentativi del proprio stile.

E' un viaggio di formazione profondo, quello di Ash e Pikachu, passato per 7 Regioni completamente esplorate e 51 isole totali, incluse circa 50 cittadine e 52 grandi città. La prima regione è stata ovviamente quella di Kanto, nel 1998, per poi passare a quella di Johto nel 2000. È toccato poi a Hoenn nel 2003 e a Sinnoh nel 2007; e poi, ancora a Unova nel 2011 e a Kalos nel 2013, fino ad arrivare alla più recente regione di Alola nel 2016, due anni fa. Un percorso che ha portato a scoprire migliaia di Pokémon, con 46 creature Leggendarie in totale e 6 Mitiche, il tutto al fianco di 16 compagni diversi che si sono susseguiti nel corso delle varie edizioni: Misty, Brock e Tracey, Vera e Max, Lucinda, Iris e Spighetto, Lem, Clem e Serena, Suiren, Kawe, Lylia e Chris. Nomi che citiamo senza neanche contare gli alleati temporanei e saltuari, che sono anche di più. Pokémon, che sia anime o videogioco, è una storia che parla innanzitutto di amicizia, un filo conduttore che lega creature e umani con un filo invisibile e indissolubile.

Oltre i cieli dell'avventura

Tutti i dati che vi abbiamo fin qui descritto ci sono stati forniti in esclusiva da The Pokémon Company, che ringraziamo per il supporto e che vi farà sorridere con una serie di ulteriori elementi che non potevamo non condividere con i veri fan della saga, ben consci che anche certe informazioni fanno parte di un viaggio e di un gruppo destinato a lasciare il segno per sempre. Di Pokédex, strumento necessario ed essenziale per qualunque allenatore di Pokémon, elemento di scoperta e di sfida per ogni avventuriero, Ash e i suoi amici ne hanno utilizzati ben 11 diversi; il nostro amato Pikachu è stato capace di compiere azioni prodigiose come il combattere per ben 4 volte (finora) contro dei potentissimi e più evoluti Raichu grazie alla sua flemma e determinazione; ma il nostro piccolo amico ne ha combinati anche di guai, distruggendo con i suoi fulmini ben 3 biciclette! Il viaggio di Ash, fino a questo punto, lo ha portato ad affrontare 60 Palestre e a vincere 53 medaglie, oltre che a catturare 77 Pokémon. Il povero Brock, dal canto suo, sono 20 anni che prova a ottenere un appuntamento da una delle belle ragazze della serie, e finora i suoi successi equivalgono zero...

E non possiamo non citare, infine, gli amati/odiati membri del Team Rocket, i quali finora non sono riusciti a catturare neanche una volta il loro agognato Pikachu... venendo scaraventati via, oltre l'orizzonte, un numero indefinito di volte che neanche Pokémon Company riuscirebbe a contare mettendovisi d'impegno.
Ognuno di noi ha un ricordo speciale legato alla propria infanzia passata con i Pokémon: un affetto e una tenerezza sconfinati come l'amicizia tra Ash e il suo Pikachu e che vanno ben oltre qualunque tipo di numero.