Super Dragon Ball Heroes: alla scoperta del Dark Empire, la seconda saga

Prosegue il nostro viaggio alla scoperta di Dragon Ball Heroes: è la volta della seconda maxi-saga, il Dark Empire.

speciale Super Dragon Ball Heroes: alla scoperta del Dark Empire, la seconda saga
Articolo a cura di

Non è più un mistero, ormai, che l'adattamento anime di Super Dragon Ball Heroes debutterà domenica 1 luglio in Giappone. Allo stesso modo non è un mistero che la trasposizione si preoccuperà di adattare il terzo arco narrativo del videogioco da cui sarà tratta la serie, ovvero la Saga di Prison Planet. Assodato, ormai, di cosa si tratta quando parliamo di Dragon Ball Heroes ed esplorata la prima saga del videogioco, prima di addentrarci alla scoperta delle vicende che guarderemo durante l'estate è arrivato il momento di percorrere insieme gli avvenimenti precedenti a Prison Planet: andiamo dunque alla scoperta di Dark Empire, il secondo arco narrativo di Dragon Ball Heroes. Pensavate che il Dark Demon Realm fosse intricato e confusionario? Non avete ancora visto nulla, in realtà.

Le Dark Dragon Balls

Prima di cominciare, ricordiamo che gli avvenimenti principali del Dark Empire sono stati adattati anche nel già citato manga apocrifo a cura di Yoshitaka Magayama, dal titolo Super Dragon Ball Heroes: Dark Demon Realm Mission. Il fumetto, infatti, adatta per intero gli avvenimenti delle prime saghe di DB Heroes, ma li fonde con alcuni elementi narrativi carpiti dal browser game Dragon Ball Online e da Dragon Ball Xenoverse. Per questo motivo, noi prenderemo a modello principalmente la trama del videogioco subito dopo gli eventi di Dark Demon Realm; in ogni caso, che sia nel manga o nel videogame, la costante di questo arco narrativo è il suo antagonista, un demone antico di nome Mechikabura.
Mechikabura, peraltro, è il nonno di Towa e viene resuscitato da quest'ultima proprio nelle vicende iniziali di Dark Empire. Intanto veniamo introdotti alle Sfere del Drago Oscure: a differenza di quanto molti possano pensare, non si tratta delle Dragon Balls dalle stelle nere viste in Dragon Ball GT, ma di artefatti composti da pura oscurità e creati da uno dei Time Breakers, ovvero Xeno Dende. In ogni caso, Trunks, Beat e Note tornano nell'era 762 sul pianeta Namecc, durante la Saga di Freezer, poiché il tiranno galattico è stato potenziato da una delle Sfere del Drago Oscure e sta per uccidere Goku - sovvertendo il naturale svolgersi degli eventi, con il nostro eroe destinato a sconfiggere la sua nemesi. In ogni caso, i Time Patroller riescono a fermare Freezer, provocandogli la perdita della Sfera: tuttavia, compare Towa in versione Demon God, che riesce a recuperare il globo magico e ad attaccare i protagonisti.

Sarà interrotta da Chronoa, la Kaiohshin del Tempo, giunta in soccorso dei guerrieri insieme a Goku e Vegeta. Per riuscire a sconfiggere la nuova e potenziata Towa, la dea del tempo dona a Vegeta e Trunks i suoi orecchini Potara, per permettergli di fondersi e sconfiggere la loro avversaria. Ebbene sì: fa la sua comparsa un nuovo, potente guerriero nato dalla fusione tra padre e figlio... Vegeks!
Purtroppo questo scontro non basta a porre fine al conflitto: Towa invade la terra con il suo esercito di Demoni, scontrandosi con la Pattuglia Temporale: Trunks, Goten, Gohan, Vegeta e persino Bulma fronteggiano le legioni demoniache, mentre Goku e Beat affrontano Demon God Towa e la colpiscono con una Kamehameha combinata. Towa riesce ad evitare l'attacco e riceve l'aiuto di Xeno Freezer - nuovamente rinvigorito dalla Sfera Oscura - insieme a Zarbon e Dodoria. I Time Patroller si preparano a un'ulteriore battaglia, mentre Towa riesce a fuggire.

Xeno Cell e Dark Demon Bu

La mini-saga successiva del Dark Empire si sposta al Cell Game: Xeno Cell, potenziatosi con la Sfera Oscura con 2 stelle, riesce a sconfiggere Gohan trasformato in Super Saiyan 2. Proprio quando l'Androide perfetto sta per infliggere al giovane Saiyan il colpo di grazia, compare Gravy: si tratta di un antico e potente Demone, uno degli stregoni più forti che contribuì alla fondazione del Reame Oscuro insieme a Demigra.

Gravy intende sottrarre la Sfera dal corpo di Cell, ma viene attaccato da Goku - che compare con Future Trunks, Beat e Note al seguito. Il nostro eroe (ovviamente nella sua versione "Xeno", quella che affianca i Time Patroller nel sistemare le faglie temporali distorte) riesce a battere Gravy trasformato in Super Saiyan 3, quand'ecco che arriva Putine, altra potente strega che fu alleata di Demigra in passato; ella decide di potenziare Cell, che si trasforma in Cell-X, ma la situazione viene risolta ancora una volta da Chronoa, che invia Xeno Bardack a dare man forte ai nostri eroi.

Le scorribande temporali dei protagonisti li portano anche nella Saga di Bu, in cui si sta consumando l'ennesima anomalia: Kid Bu, potenziato da una Sfera Oscura con 3 stelle, viene sconfitto da un Darbula in versione Demon God - come sua sorella Towa. Il demone intende rubare la sfera, ma viene interrotto (ovviamente) dai Pattugliatori. A questo punto compare Chamel: si tratta di un Demon Hero che corrisponde all'avatar del giocatore di Dragon Ball Heroes in caso scegliesse la razza di Demone. Mentre Chamel combatte contro i Patrols, Kid Bu ne approfitta per assorbire Darbula e diventa Demon God Bu. Le forze oscure stanno soppiantando i nostri eroi, quand'ecco che Goku e Vegeta sfruttano i Potara per dar vita a Vegeth, che in uno scontro finale riesce a risolvere la situazione.

Mechikabura scende in campo

La quarta Sfera del Drago Oscura è in possesso di Turles, villain del celebre OVA Dragon Ball Z: La grande battaglia per il destino del mondo. Mentre il Saiyan malvagio e i suoi servitori affrontano la pattuglia del tempo, arriva il demone Salsa, un servitore di Mechikabura, con al seguito un esercito e un misterioso Re Oscuro Mascherato: quando la battaglia tra le forze dell'Impero Oscuro e quelle dei pattugliatori si fa sempre più accesa, Salsa sottrae la sfera da Tarles e torna sulla nave di Mechikabura per consegnarla al suo padrone. Giunge quindi Future Trunks trasformato in Super Saiyan 3, pronto ad affrontare i suoi nemici insieme a Goku e Beat.
Il viaggio nel tempo tra i mondi degli OVA di Dragon Ball prosegue con Il diabolico guerriero degli Inferi: Goku, Vegeta e Beat si trovano all'Inferno per affrontare Shroom, un altro servitore di Mechikabura. L'obiettivo dei demoni è ovviamente quello di appropriarsi della Sfera con 5 stelle, che possiede un quanto mai potente Xeno Janemba. Questa volta, per abbattere il villain, è sufficiente che Goku e Vegeta si fondino in Gogeta Super Saiyan per determinare la vittoria della Time Patrol.

Ovviamente non poteva mancare neanche Lord Slug, il villain de La sfida dei guerrieri invincibili. Il Super Namecciano è posseduto dalla Sfera Oscura con 6 stelle e si ritrova ad affrontare Beat, Gohan e Future Trunks con Chronoa ad assisterli. Slug viene potenziato a dismisura dal potere oscuro di Towa, che lo rende un Super Namecciano gigante e tenebroso: toccherà a Gohanks, fusione nata dalla danza Metamor tra Gohan e Trunks, affrontare il colossale nemico (supportato da Demon Kid Bu e Xeno Janemba) e sconfiggerlo. La settima Sfera Oscura si ritrova in possesso di Broly, potenziato da Towa e Paragas e diventato un Time Breaker. Il Super Saiyan leggendario, tuttavia, sfugge al controllo dei suoi padroni e, dopo aver sgominato Towa, affronta Goku trasformato in Super Saiyan 4. La battaglia finale vede i nostri eroi affrontare Mira, che giunge in aiuto di Towa e la assorbe nuovamente.

La saga finale inizia con Xeno Bardak che affronta il misterioso Re Oscuro Mascherato nel Demon Realm: il guerriero finalmente si smaschera, rivelandosi essere la versione Xeno di Re Vegeta, il nonno di Trunks. Intanto Mechikabura, che ha ottenuto tutte le 7 Sfere del Drago Oscure, evoca finalmente Dark Shenron, mentre al di fuori del suo castello la Pattuglia del Tempo - composta da Goku, Vegeta, Gohan, Future Trunks, Goten, Beat e Chronoa - affronta Darbula, Towa, Shroom, Salsa, Gravy e Putine. Lo scontro finale costringerà Goku e Vegeta a fondersi con la Danza Metamor per diventare Gogeta Super Saiyan 4 per sgominare tutte le forze oscure di Mechikabura, mentre a sua volta Chronoa sconfigge la sua principale rivale, Towa, con una trasformazione speciale.
Il Dark Empire, saga votata alla guerra finale tra la Pattuglia del Tempo e le forze demoniache, termina qui: la terza saga, come già detto, sarà Prison Planet e ci permetterà di scoprire nel dettaglio la storia a cui si ispirerà l'imminente anime di Super Dragon Ball Heroes.