Sword Art Online Alicization: ripercorriamo gli eventi dell'Underworld

Ad un passo dalla messa in onda degli episodi inediti di Sword Art Online: Alicization, vi proponiamo uno speciale sulle vicende di Kirito nell'Underworld.

speciale Sword Art Online Alicization: ripercorriamo gli eventi dell'Underworld
Articolo a cura di

Con l'avvento di ottobre, una nuova stagione di anime su VVVVID si prepara a infiammare il circuito televisivo nipponico e le piattaforme di streaming di tutto il globo. Fra le serie più attese del mese corrente rientra anche Sword Art Online: Alicization, di cui potremo finalmente ammirare la seconda parte. Dopo sei mesi di pausa, la terza trasposizione animata della serie di romanzi scritta da Reki Kawahara e illustrata da ABEC tornerà infatti sulla piattaforma di streaming per raccontare ai fan il prosieguo delle vicende ambientate all'interno del mondo virtuale noto come Underworld, dove si mormora scoppierà una sanguinosa guerra. In attesa di poterci affacciare sull'arco narrativo intitolato "War of Underworld" appunto, vi proponiamo dunque uno speciale atto a riepilogare quanto accaduto nei primi ventiquattro episodi del fortunato anime prodotto da A-1 Pictures.

Alla ricerca di Alice

Dopo i fatti narrati in Sword Art Online II e nel lungometraggio intitolato SAO - The Movie: Ordinal Scale, il giovane protagonista Kazuto Kiriyaga ha continuato a lavorare a stretto contatto con Seijirou Kikuoka del Ministero degli Affari Interni, il cui team ha recentemente sviluppato una nuova realtà virtuale alquanto atipica e incredibilmente realistica. Sfruttando la tecnologia Full Dive di quarta generazione, la misteriosa compagnia Rath mira infatti a studiare l'animo umano: non a caso, l'accessorio noto come Soul Translator è in grado di agire sulle Fluctlight (delle luci situate nei microtubuli del cervello) per riscrivere la mente e persino i ricordi degli utilizzatori, affinché questi possano meglio adattarsi al soggiorno prolungato in un qualsiasi ambiente virtuale. Il contratto del buon Kirito prevede infatti che egli funga da tester per il cosiddetto "Underworld", una realtà di cui il giocatore, una volta effettuato il logout, non ricorda assolutamente nulla. Anche perché, all'interno del mondo creato dalla Rath, il tempo scorre molto più velocemente: una manciata di ore trascorse nel mondo reale equivalgono infatti a interi anni di vita nell'affascinante Underworld. Al termine di una giornata di lavoro come tante altre, Kazuto è però aggredito da uno dei pochi componenti della gilda Laughing Coffin ancora in libertà, il quale inietta nel suo corpo una sostanza potenzialmente mortale. Per salvare la vita del ragazzo, la cui unica speranza risiede proprio nel Soul Translator, e al contempo mandare avanti l'esperimento, Kikuoka è costretto a trasferirlo su una piattaforma di ricerca in mezzo all'oceano e a imprigionarlo momentaneamente all'interno dell'Underworld.

Già reduce dalla lunga "detenzione" nel castello fluttuante di Aincrad, Kirito si risveglia dunque in un mondo che, almeno inizialmente, scambia per quello reale. A poco a poco, tuttavia, il ragazzo comprende di essere in una realtà virtuale estremamente evoluta e ben diversa da quelle visitate in precedenza, al punto tale che persino gli NPC incontrati sembrano dotati un'anima umana. Deciso a raggiungere la capitale per contattare il mondo reale e capire cosa sia accaduto in seguito all'aggressione subita, l'eroe del franchise stringe amicizia col gentile Eugeo, un'aspirante spadaccino che vorrebbe salvare l'amica d'infanzia Alice. Accusata di aver messo piede in un territorio proibito, la fanciulla è stata portata nella capitale molti anni prima, mentre l'amico Eugeo, ancora molto giovane al momento della sua cattura, non poté far nulla per aiutarla a fuggire poiché paralizzato dalla paura.

Seppur per motivi profondamente differenti, Kirito e Eugeo uniscono dunque le forze e trascorrono i due anni successivi ad allenarsi nella divina arte della spada: lo scopo dei due determinati ragazzi è infatti quello di diventare dei cavalieri e raggiungere la cima della Central Cathedral, dove pare risieda l'Alto Prelato della Chiesa Assiomatica, nonché autoproclamato Administrator dello stesso Underworld.

Ad un passo dal raggiungimento dell'obiettivo prefissato, un incidente costringe i due esperti spadaccini a violare l'Indice dei Tabù, decretandone l'immediato arresto ed il successivo trasferimento nella prigione della Central Cathedral. Dinanzi agli occhi increduli dello stesso Eugeo, è però una Alice cresciuta e profondamente cambiata, tanto nell'aspetto quanto nel carattere, ad eseguire l'arresto. La gioia provata nel rivedere l'amica d'infanzia è infatti di breve durata, poiché la fanciulla si dimostra del tutto priva dei ricordi legati alla vita che conduceva nel proprio paese natale, al punto tale da non riconoscere il povero Eugeo.

Il segreto di Quinella e dei Cavalieri d'Integrità

Anziché perdersi d'animo e accettare con rassegnazione la drammatica scia di eventi recenti, Kirito e il garbato Eugeo, anche grazie all'intervento del Cardinal System, riescono a sottrarsi alla prigionia e a scoprire gli indicibili segreti legati alla sempre più contorta figura dell'Administrator. Stando al racconto di Cardinal, una ragazza NPC di nome Quinella particolarmente curiosa e portata per le cosiddette "Arti Divine" riuscì, quasi per caso, a ottenere il più alto livello di System Control Authority, ossia il valore che dà autorità verso il sistema alla base dell'Underworld. Dopo aver bloccato la propria degenerazione vitale, la fanciulla tentò addirittura di sottrarre a Cardinal i privilegi da amministratore, per poi utilizzare le proprie Arti Divine per creare una schiera di guerrieri virtualmente invincibili e fedelissimi. Anziché limitarsi a reclutare i più valenti combattenti del mondo "terreno", Quinella li privò infatti dei ricordi e impiantò nelle loro Fluctlight delle memorie fasulle, affinché questi non potessero mettere in dubbio la sua autorità e gli insegnamenti ricevuti.

Scoperta la verità sul drastico cambiamento di Alice, Kirito e Eugeo, su ordini della stessa Cardinal, si dirigono dunque verso l'archivio dei frammenti di memoria dei Cavalieri d'Integrità (o Cavalieri Integratori, a seconda dell'adattamento), allo scopo di ripristinare i ricordi dell'amica e destituire l'Alto Prelato. Il percorso imboccato dai due camerati è tutt'altro che semplice, poiché devono superare di volta in volta dei Cavalieri d'Integrità sempre più abili e dotati dei poteri più disperati, come ad esempio un arciere in grado di scagliare devastanti dardi infuocati, nonché l'eroe di un'antica leggenda tramandata di generazione in generazione.

Come se i potenti assalitori superati (spesso a fatica) lungo il cammino non fossero già abbastanza, persino la stessa Alice si frappone fra i giovani protagonisti della serie e le agognate stanze di Quinella. Il combattimento è inevitabile, ma per evitare questo ennesimo dolore all'amico Eugeo, già provato delle sfide precedenti e dalle angoscianti scoperte compiute, è lo stesso Kirito a ingaggiare in duello la bellicosa soldatessa ammantata d'oro.

Anche a causa delle ferite incassate ai piani inferiori della Central Cathedral, il buon Kirito appare immediatamente in difficoltà, almeno finché lo scontro dei colpi segreti dei due contendenti non apre un profondo squarcio nella torre, trascinando nel vuoto entrambi gli sfidanti. Sospesi a mezz'aria e impossibilitati a rientrare nella costruzione in pietra, Kirito e la bellissima Alice stipulano una tregua provvisoria, durante la quale lo spadaccino nero riesce a rievocare un fondamentale ricordo dell'avversaria e instillare nel suo cuore il dubbio. Venuta a conoscenza dei presunti crimini perpetrati dall'Administrator, Alice dichiara infatti di voler mettere da parte le ostilità per indagare sul comportamento dell'Alto Prelato, al fine di proteggere gli abitanti dell'Underworld dalle sue diaboliche e distruttive macchinazioni.

La disperata lotta all'ultimo piano

Non senza qualche sorprendente incidente di percorso - come ad esempio la momentanea e fortunatamente incompleta possessione di Eugeo - Kirito e i suoi due compagni di disavventure raggiungono l'ultimo piano della Central Cathedral, dove l'affascinante e malvagia Administrator sguinzaglia contro di loro il gigantesco Sword Golem: un'arma micidiale e apparentemente invincibile, poiché ottenuta dopo aver sottomesso e riplasmato le anime di ben trecento seguaci in trenta spade indistruttibili. La delicata situazione sfocia in tragedia quando persino la stessa Cardinal è costretta a sacrificare la propria vita per salvare i tre ragazzi, ma non prima di aver esaudito una particolare richiesta del coraggioso Eugeo. Compreso il punto debole del golem e dello stesso Administrator, il ragazzo si lascia prima tramutare a sua volta in una spada, per poi frantumare l'automa e tranciare di netto il braccio destro di Quinella.

Le sorti della disperata battaglia sono improvvisamente capovolte, ma il prezzo pagato per conseguire tale risultato è salatissimo: nel duro confronto con l'Alto Prelato, Eugeo resta tagliato in due, all'altezza della vita, e quindi riacquisisce il proprio aspetto umano. Il sacrificio del guerriero dell'animo gentile, che prima di spirare trasforma temporaneamente quello che rimane della sua Spada della Rosa Blu in una nuova spada rossa da prestare a Kirito, consente dunque all'eroe del brand di infliggere il colpo di grazia alla coriacea Quinella.

Seppur emotivamente distrutto dalla perdita dell'amico, Kirito sfrutta quindi la console istanziata dall'Administrator per contattare il mondo reale e capire finalmente le ragioni del suo prolungato Dive nell'Underworld. È in quel momento che il ragazzo scopre l'amara verità: il centro di ricerca in cui è stato trasportato è sotto attacco. Prima ancora che Kikuoka possa spiegare allo spadaccino come disconnettersi dal sistema, i criminali invasori tagliano i cavi elettrici necessari al mantenimento della Fluctlight di Kazuto, danneggiando forse irreparabilmente il suo cervello. E mentre Asuna, nel mondo esterno, cerca di raggiungere l'amato, questi cade in uno stato vegetativo tanto nella realtà quanto nell'Underworld.

Sword Art Online: Alicization A ragion veduta, l’attesissimo Sword Art Online: Alicization - War of Underworld farà innanzitutto luce sulle sorti del buon Kirito che, ad un certo punto della vicenda, dovrà necessariamente leccarsi le ferite e tornare sul campo di battaglia. Un’orda di nemici provenienti dal cosiddetto Dark Territory minaccia infatti i popoli dell’Underworld, e ora che la potentissima Administrator ha cessato di esistere, toccherà a tutti i cavalieri del regno schierarsi in difesa degli ignari NPC. La guerra è ormai imminente e inevitabile, di conseguenza è lecito aspettarsi che proprio questa rappresenti l’occasione perfetta per rivedere non solo i personaggi che nella prima parte di Alicization hanno trovato poco spazio, ma anche gli eroi storici del franchise, come Asuna, Leafa, Sinon e tutti gli altri componenti della banda di Kirito.