Wonder Woman 1984, i migliori fumetti per riscoprire l'eroina DC Comics

Wonder Woman 1984 è prossimo all'arrivo e, per l'occasione, vi suggeriamo una serie di letture imperdibili con protagonista la mitica Dea Amazzone.

Articolo a cura di

Warner Bros. Entertainment ha recentemente annunciato che Wonder Woman 1984 sarà disponibile via streaming (Amazon Prime Video, Apple Tv, Youtube, Google Play, TimVision, Chili, Rakuten TV, PlayStation Store, Microsoft Film & TV; solo al noleggio primium su Sky Primafila e Infinity) a partire dal 12 febbraio. Wonder Woman è una delle figure più note e acclamate della cultura pop, tanto da avere una storia editoriale così da longeva da metterci in difficoltà nel raccogliere le migliori storie a fumetti per conoscere meglio Diana Prince.

Stiamo parlando infatti della prima eroina femminile della DC Comics: nata, nel 1941, dalla penna dello psicologo William Moulton Marston e dalla matita del disegnatore Harry G. Peters, si sviluppa come puro archetipo della donna forte che, grazie a un percorso di crescita autoriale, è riuscita a prendere il meritato posto nella Trinità fumettistica DC con altre due leggendarie figure quali Batman e Superman. Diana Prince è simbolo assoluto di parità dei sessi nel mondo supereroistico e fonte d'ispirazione costante per le donne. Un personaggio che va oltre il concetto stesso di Fumetto e, con i seguenti consigli, cercheremo di farvi scoprire al meglio la Dea Amazzone.

La Wonder Woman di George Pérez


Per iniziare, avremmo potuto optare per una classica storia d'origini, ma è grazie all'immenso George Pérez se al giorno d'oggi Wonder Woman è quel che è. Alla fine degli anni '80 l'autore, complice il fondamentale evento Crisi sulle Terre Infinite, ha contribuito in maniera dominante a plasmare e rimodellare il personaggio con una serie di cicli narrativi semplicemente mozzafiato quali Gods and Mortals e Challenge of the Gods.

La carica femminista viene leggermente accantonata per far posto invece a un ruolo di campionessa della pace e della giustizia. Questo ciclo narrativo prende nettamente spunto dalla mitologia greca, tanto da elevare il rapporto tra Wonder Woman e l'Olimpo con una serie di prove per consolidare al meglio il suo status quo di Dea Amazzone. Il disegno è "figlio" di quel tempo e potrebbe non catturare l'occhio, ma la storia riuscirà a rapirvi ancora oggi. In attesa di una ristampa completa e moderna da parte di Panini Comics Italia, si possono reperire esclusivamente le edizioni passate marchiate Planeta DeAgostini e RW Lion.

Wonder Woman vs Cheetah

Uno scontro immortale, prolungato e raccontato sotto ogni punto di vista tanto da essere trasposto anche nella pellicola Wonder Woman 1984. Cheetah è uno dei villain più iconici di Wonder Woman, tanto da essere stata più volte rimodellata in base alla crescita della leggendaria icona femminile della DC Comics. Non c'è un solo alias, bensì più incarnazioni di questa cacciatrice dalle minacciose sembianze di un ghepardo. Sempre grazie a Pérez abbiamo avuto negli anni '80 un rinnovamento del personaggio che, ricordiamo, esordì nel 1943.

Non c'è una storia che spicca in più sulle altre quindi, con la volontà di fornirvi una serie di pagine ricche di sane mazzate mitologiche, vi portiamo all'attenzione Wonder Woman vs Cheetah: una recente raccolta, edita da Panini Comics Italia, contenente i migliori scontri tra le due stoiche duellanti.

Spirit of Truth, Wonder Woman secondo Paul Dini e Alex Ross

Facciamo un salto indietro per parlare, forse, di una delle migliori rappresentazioni grafiche di Wonder Woman grazie alla sapiente arte di Alex Ross. Spirit of Truth, di Paul Dini, è un'analisi introspettiva del difficile rapporto tra Diana Prince e quella stessa umanità sempre messa al di sopra di tutto e protetta fino allo stremo delle forze.

Tema decisamente attuale, come la percezione della donna nel mondo moderno e il fatto che, in ogni ambito societario, Wonder Woman abbia dovuto affrontare problematiche tra gli uomini derivate dal suo aspetto e dal suo carattere non comune. Oltre alla magistrale bellezza delle tavole, Spirit of Truth mette a nudo una debolezza "umana" presente all'interno della Dea Amazzone: il giudizio altrui e tutto quello che ne può scaturire interiormente. Da leggere.

New 52, Brian Azzarello reiventa Wonder Woman

Come già accaduto nel passato, uno dei marchi di fabbrica della DC Comics è quello di mescolare le carte in tavola una tantum per rinfrescare di netto l'offerta editoriale. Questo avviene grazie all'ennesima "Crisi" che, tempo fa, diede vita a una delle fasi più controverse della storia della DC: l'universo New 52.

Se da una parte si contano numerosi flop editoriali, dall'altra invece spiccano di netto alcune brillanti gestioni che, fortunatamente, investirono anche Diana Prince. Parliamo infatti della Wonder Woman New 52 targata Brian Azzarello e Cliff Chiang, che presero in gestione il personaggio e lo reinventarono per renderlo decisamente al passo con i tempi. La scommessa fu vinta, tanto da risultare ad oggi il miglior colpo editoriale conseguito in quel periodo da DC Comics.

Wonder Woman - Terra Morta, il post-apocalittico di Daniel Warren Johnson

Chiudiamo questa carrellata, consci di non aver potuto inserire tantissime altre storie di alta qualità, con un punto di vista completamente diverso da quelli mostrati fino ad ora ma che, ne siamo certi, susciterà non poca curiosità. Cosa succederebbe se Wonder Woman fosse catapultata inconsciamente in un mondo post-apocalittico?

Come si evolverebbe il suo rapporto con l'umanità, unica e sola causa di questo disastro socio-ambientale? Questo e altro in Terra Morta, una recentissima storia ideata da una dei talenti emergenti del fumetto internazionale: Daniel Warren Johson.

Grazie al suo tratto simil steampunk e una netta influenza del fumetto nipponico e americano, l'autore ha messo su carta una storia tanto coraggiosa quanto riuscita in ogni aspetto. La miniserie, composta da quattro numeri, è stata recentemente pubblicata in Italia da Panini Comics nel formato prestige.