Nel 2020 verrà proposta una nuova legge per il copyright di anime e manga

Nel 2020 verrà proposta una nuova legge per il copyright di anime e manga
di

In occasione di una riunione di esperti tenutasi il 27 Novembre, l'agenzia giapponese per gli affari culturali ha proposto la bozza di un progetto per rendere legale la realizzazione di screenshot di opere protette da copyright, quindi manga, videogiochi e testi letterari.

Lo scorso febbraio, una sottocommissione dell'agenzia giapponese per gli affari culturali aveva concordato un programma per dare forma a delle leggi globali, che avrebbero condannato la pratica di scaricare legalmente da internet tutti i tipi di media protetti.

Le attuali normative puniscono gli utenti che scarichino dei media illegali solo nel caso in cui si tratti di materiale musicale o video, quindi le revisioni proposte amplierebbero le leggi attuali, destando la preoccupazione dei critici che temono una riduzione eccessiva della libertà sul web.

Il 27 novembre l'agenzia ha convocato una riunione di esperti per discutere delle revisioni. Alla riunione ha partecipato il creatore di manga Ken Akamatsu, insieme a studiosi, avvocati del copyright, rappresentanti delle organizzazioni non governative e responsabili delle pubbliche relazioni degli editori.

La discussione tra i membri del comitato ha portato all'approvazione degli screenshot di proprietà intellettuali, nonché di un determinato numero di inquadrature per quanto riguarda i manga. Ora l'agenzia spera di finalizzare il disegno di legge entro gennaio, e di presentarlo all'inizio del 2020 per modificare la legge sul copyright.

Inoltre, l'agenzia discuterà sull'opportunità di rivedere la legge attuale affinché il download completo delle opere originali (tralasciando parodie e simili) dai siti di pirateria diventi illegale.

I fan hanno votato i migliori anime del 2019; il canale Youtube RetroCrush lancerà un nuovo servizio streaming nel 2020.

Quanto è interessante?
3