Tutte le ambientazioni di Jojo, dalla più brutta alla più bella

Tutte le ambientazioni di Jojo, dalla più brutta alla più bella
di

Sono ben otto le storie de Le Bizzarre Avventure di Jojo scritte da Hirohiko Araki dagli anni '80 a oggi. Al momento, ci si aspetta molto dall'ambientazione subtropicale di Jojolands, che potrebbe segnare un altro grande punto a favore per la prossima serie. Intanto però, guardiamo indietro a ciò che ormai è ben scolpito nella pietra.

Ogni Jojo è stato ambientato in una parte diversa del mondo, con i protagonisti molto spesso fermi in un solo luogo, altre volte invece in viaggio. Qual è l'ambientazione più bella de Le Bizzarre Avventure di Jojo e quale invece la più brutta? Facciamo una classifica.

Le ultime due posizioni vengono assegnate, rispettivamente, a Battle Tendency e Stardust Crusaders. In entrambi i casi, c'è un protagonista sempre in movimento e che non lascia molto spazio al luogo in cui combattono, che quindi non riesce a dare abbastanza presenza. Con l'ottava e la settima posizione andate, si passa poi a una sesta con Steel Ball Run. La settima generazione di Jojo è una delle più apprezzate di tutte, ma l'America in cui ha luogo questa gara, quasi sempre avvenuta in luoghi desolati e desertici, non è la parte migliore della storia di Araki.

Quinta posizione invece per la Morio-Cho di Jojolion. La rivisitazione della città di Josuke Higashikata funziona bene ed è la prima a essere pienamente sufficiente tra quelle create da Araki in questa classifica. Un pelo sopra invece c'è la prigione statunitense dove è stata rinchiusa Jolyne Kujo. In quarta posizione c'è quindi l'America di Stone Ocean, che fa delle avventure in carcere il suo perno principale.

Il podio parte con l'Inghilterra di Phantom Blood, la serie che diede il via alla faida secolare i Joestar e Dio Brando. In pieno stile ottocentesco, anche se con pochi volumi, Araki riesce a tratteggiare un'ambientazione che si mescola davvero bene alla storia. Seconda posizione invece per la Morio-Cho di Diamond is Unbreakable, una cittadina davvero giapponese nel pieno degli anni '80 e '90 e che può sembrare quindi normale ma che è piena di carisma e fascino.

Da italiani, ma forse neanche troppo, è forse scontata la prima posizione in classifica di Vento Aureo. Il Belpaese ha pochi eguali nel mondo e ciò viene espresso anche da Araki negli scorci di Napoli, Capri, Venezia, Roma e non solo. L'Italia conquista la prima posizione del podio grazie all'attrazione della quinta serie di Jojo. E per voi invece, qual è la classifica delle ambientazioni più belle di Jojo? Intanto non perdetevi il primo spoiler di Jojolands.

Quanto è interessante?
3