Gli anime tra Giappone e il mercato internazionale: superati i 2,4 trilioni di yen

Gli anime tra Giappone e il mercato internazionale: superati i 2,4 trilioni di yen
di

L'animazione nipponica è parte di un settore in crescita da anni, un'industria che nel 2021 ha dato ottimi segnali in tutto il globo. Eppure, l'anno precedente è stato l'unico nel quale il mercato ha subito una lieve flessione dopo almeno un decennio di crescita, impatto però causato per lo più dal Covid-19.

Avete letto bene, ma nel 2020 l'intero mercato dell'animazione giapponese è stato stimato in 2,4 trilioni di Yen. Al cambio, ovviamente, si tratta di poco meno di 19 miliardi di euro con un calo di circa 680 milioni di euro rispetto al 2019 quando il settore raggiunse il suo picco massimo.

La Association of Japanese Animations, un gruppo di 52 industrie di produzione di anime, ha condiviso i risultati del mercato nel 2020 per evidenziare l'espansione del settore all'estero che per la prima volta nella storia ha oltrepassato quello nazionale. Stando ai dati, infatti, compresi i diritti di distribuzione oltreoceano e merchandising, il mercato esterno al Giappone avrebbe contribuito al totale per oltre 9,5 miliardi di euro, superando così, seppur di poco, quello del Sol Levante.

Hiromichi Masuda, direttore editoriale dell'Anime Industry Report, ha spiegato: "I servizi di distribuzione stanno andando bene, l'impatto negativo della pandemia da Covid-19 è molto piccolo e i nuovi progetti stanno aumentando uno dietro l'altro. Le opere giapponesi possono ora essere viste all'estero e alcune aziende stanno pensando strategicamente a contenuti e affari appositamente per i mercati esteri."

FONTE: kudasai
Quanto è interessante?
1